Trento serve il bis e sconfigge anche una brutta Brescia

Trento serve il bis e sconfigge anche una brutta Brescia

Dopo il colpo di Sassari arriva il successo con la Germani. Fondamentale in chiave morale e playoff.

di Fabio Rusconi

Trento non si ferma e bissa il colpo esterno di settimana scorsa a Sassari. Lo fa alla BLM Group Arena, prendendosi il prestigioso scalpo della terza forza del campionato, ovvero Brescia. La Germani si presenta in Trentino con delle defezioni importanti, ovvero quelle di Vitali e Moss. Le assenze pesano, si sentono e soprattutto si vedono, visto che Brescia confeziona la peggior prova da mesi a questa parte. Troppo brutta per essere vera, la Germani, che si aggrappa ai soli Cain e Abass per tenere fra le mani una partita che per larghi tratti è stata nelle mani di Trento, non tanto nel punteggio quanto nel ritmo. Male Horton e Lansdowne per coach Esposito, al quale non bastano i buoni apporti di Sacchetti e Laquintana per sbancare la tana bianconera. Vittoria di carattere per Trento, che sfrutta la storta serata al tiro bresciana e porta a casa un successo fondamentale in ottica morale e playoff. Mattatore Kelly, MVP della sfida che comunque ha visto Trento avere più energia e voglia di vincere, oltre che mostrarsi più gruppo, portando ben cinque uomini in doppia cifra, diretti da un Craft sempre ottimo sui due lati del campo e nei momenti caldi del match. Per Brescia è evidente il calo di forma fisica: la squadra sta attraversando un brutto periodo dal punto di vista atletico, come testimoniano gli infortuni e questa sconfitta, la terza consecutiva. Ancora indolore, per Brescia, questo insuccesso, ma ora arrivano sfide importanti soprattutto sul versante europeo, e la Coppa Italia è all’orizzonte. Urge recuperare le forze.

Quintetto Trento: Craft, Forray, Gentile, Pascolo, Kelly

Quintetto Brescia: Trice, Lansdowne, Abass, Horton, Cain

Primo quarto complesso per Brescia, che parte lenta andando sotto di 5 (10-5). Molte seconde opportunità concesse a Trento (ben 8 rimbalzi offensivi nel primo quarto) contribuiscono al buon primo quarto dell’Aquila. Brescia reagisce, passa a condurre (12-13 al 5′) ma subisce un parziale 7-0 sul finire di primo quarto. Trento vola sul +6 (19-13) grazie a una ottima difesa e alle iniziative di Gentile, Forray e Knox. Laquintana con runner chiude il primo periodo sul -4 (19-15). Secondo quarto con Trento che gestisce bene il gap accumulato (23-18), anche se la Germani pian piano inizia a ingranare e piazza un parziale 7-0 con cui si riprende il comando. Il break è ispirato da Abass e Sacchetti, e costringe coach Brienza al timeout. Kelly chiude il buon momento ospite con un semigancio destro. E’ l’inizio del riscatto trentino: Gentile ispira i suoi al break 8-2 con cui la Dolomiti Energia torna avanti. Brescia ora in difficoltà, si affida alle giocate di Abass, ma spesso forzate e senza grossa costruzione: il comasco è l’unico in doppia cifra del match assieme a Gentile, e tiene la Leonessa ben all’interno della gara (33-29 al 18′). Brescia reagisce e trova due canestri in chiusura di primo tempo con Laquintana. Parità dunque all’intervallo: 33-33.

Inizio di ripresa dalle ottime difese. I reparti difensivi girano ad altissima intensità, favorendo l’equilibrio tra le compagini (37-37 al 24′). Molto meglio la Germani in termini di energia, che si traduce in un dominio momentaneo a rimbalzo grazie a un Cain sugli scudi. E’ Brescia a tentare l’allungo: 5-0 con Lansdowne protagonista, ma la risposta locale è pronta ed è affidata a Kelly, che piazza 6 punti filati e rimette i suoi in cabina di comando (43-42 al 28′). E’ un gancio ben lontano dal mettere al tappeto la Germani, che impatta a quota 45 e chiude la terza frazione a -3 (48-45). Partita ovattata ma in bilico nell’ultimo quarto, che comincia con l’1/2 di Laquintana in lunetta. La bomba di Sacchetti sblocca l’empasse dovuto a diversi minuti senza canestri dal campo e Brescia torna avanti (48-49 al 33′). Brescia trova anche un possesso pieno di vantaggio (50-53), ma è costretta a rinculare nuovamente sotto i colpi di una Trento che ritrova i suoi tenori migliori, ovvero Craft e Blackmon: mini break 5-0 e bianconeri rimettono ancora il naso avanti (55-53). Il gioco da tre punti di Blackmon manda in estasi i tifosi di casa (58-53). Laquintana risponde in sottomano, dopo aver anche segnato un libero e la Leonessa torna a -2 (58-56). Gentile viene mandato in lunetta, fa 0/2 ma il rimbalzo viene catturato da Kelly (MVP della serata), che segna il +4. Brescia in sbandamento, perde il pallone e subisce altri 2 punti a firma Craft (62-56). Timeout Esposito, ma è tardi. Vince Trento, con merito, e col punteggio di 63-56.

 

Dolomiti Energia Trento vs Germani Basket Brescia 63-56 (23-18; 33-33; 48-45)

Trento: Blackmon 10, Kelly 14, Craft 10, Knox 10, Gentile 10, Forray 5, Pascolo 4, Mian 0, Mezzanotte n.e., Lechtaler n.e., Ladurner n.e., Voltorini n.e. All: Brienza

Brescia: Zerini 0, Abass 11, Laquintana 10, Lansdowne 7, Horton 2, Cain 10, Sacchetti 8, Warner 2, Trice 6, Guariglia n.e., Veronesi n.e. All: Esposito

MVP Basketinside: Rashard Kelly

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy