Treviso batte Venezia in un derby al cardiopalma

0

NUTRIBULLET TREVISO BASKET – UMANA REYER VENEZIA 80-76 (25-15, 33-31, 57-46)

TREVISO: Russell 14, Bortolani 10, Casarin 2, Chillo 2, Sims 14, Sokolowski 9, Dimsa 15, Jones 4, Akele 10, ne: Poser, Faggia.

VENEZIA: Stone, Tonut 20, Daye 7, De Nicolao 12, Sanders 8, Phillip 9, Echodas 3, Mazzola, Brooks 5, Cerella, Vitali 3, Watt 9.

I QUINTETTI

Treviso: Russell, Bortolani, Dimsa, Akele, Sims.

Venezia: Tarik, Tonut, Vitali, Brooks, Watt.

PRIMO PERIODO

Pronti via ed è Sims show che apre le danze con una tripla benedetta dal ferro e segna i primi 7 punti dei padroni di casa, mostrando di avere raggio e fondamentali non solo spalle a canestro. Venezia risponde a sua volta con Watt e Brooks e a metà della prima frazione il punteggio dice 9-7 per la Nutribullet. Nei secondi 5 minuti la musica cambia e si rompe l’equilibrio iniziale, Treviso fa la voce grossa con Dimsa e Sims e riesce a correre il campo per canestri veloci, da annoverare anche un fallo tecnico fischiato ai danni di De Raffaele per delle proteste troppo sostenute. Il nervosismo serpeggia in casa Reyer in questi prima frazione del match e il parziale di 16-8 sigilla il punteggio sul 25-15 per i ragazzi di Menetti.

SECONDO PERIODO

La seconda frazione si apre con un 2 su 2 di Echodas dalla lunetta, al quale fanno seguito 6 punti di Sanders. TVB risponde unicamente con un canestro di Jones e il parziale di 8-2, che vale il -4 ospite, costringe Menetti al time out (27-23, 6:00). Al rientro in campo dopo un fuoco di paglia trevigiano, la situazione si stabilizza sui binari dell’equilibrio, la Reyer torna ad essere aggressiva e nei volti dei granata si dipingono sguardi più determinati. La partita è molto più tesa di quanto visto nel primo quarto e il parziale di 6-8 nei 6 minuti post time out di Menetti è la testimonianza di tutto ciò. Alla pausa lunga il tabellone dice che Treviso è ancora avanti ma di soli due punti, 33-31, ed ora è tutta un’altra partita.

TERZO PERIODO

La Nutribullet riparte subito forte con due triple di Dimsa, che dimostra di avere già le polveri calde. venezia risponde con Sanders e Phillip, ma il parziale trevigiano si allarga con Bortolani e Russell fino al 18-9, prima che De Raffaele si decide ad interrompere la contesa (51-40, 4:15). Al rientro dal time out i biancoblu allungano uteriormente e con Akele firmano il massimo vantaggio a +14 (57-43), prima che De Nicolao accorci le distanze con una tripla dall’angolo. All’alba degli ultimi 10 minuti, Treviso prova la spallata e grazie ad un quarto da 24-15, per il 57-46 alla sirena.

QUARTO PERIODO

De Nicolao riprende da dove aveva smesso poco prima e la sua seconda tripla dall’angolo vale il nuovo -8 per gli ospiti (57-49). Sokolowski non ci sta e con due triple dal peso specifico altissimo riporta i suoi a +13, ma è il grande ex di giornata, Davide Casarin, a siglare il nuovo massimo vantaggio, aggiornandolo a +15 con un arresto e tiro (67-52). L’Umana finisce anche a -17, ma le triple dei mai domi De Nicolao e Tonut, obbligano Menetti al time out discrezionale dopo il parziale di 0-6 (71-60, 4:30). Ripreso a giocare i granata continuano a bombardare da 3 con il sempiterno Tonut, che ne segna altre 2 che valgono il -7 e Menetti si gioca immediatamente il secondo minuto di sospensione (73-66). Gli ultimi due minuti sono di fuoco, la tensione in campo si taglia con il coltello e i decibel del Palaverde si alzano esponenzialmente. Praticamente non si segna più, ma il livello mostrato dalle difese è altissimo, Daye sbaglia una tripla importantissima e a meno di 40 secondi dal termine Treviso è avanti di 4. Sembra fatta per i padroni di casa, Sokolowski fa 1 su 2 dalla lunetta, ma Phillip segna la tripla del -2. Il fallo sistematico manda Akele in lunetta che non trema, il montebellunese è glaciale, di là Vitali sbaglia la tripla e poco conta se Sokolowski sbaglia i due liberi successivi perché i giochi sono già chiusi. Vince la Nutribullet 80-76 e si aggiudica il primo dei due episodi del derby.

MVP BASKETINSIDE

Henry Sims 14 punti e 13 rimbalzi.