Trieste espugna Sassari trascinata da Jones: prima sconfitta per la Dinamo

Trieste espugna Sassari trascinata da Jones: prima sconfitta per la Dinamo

Trieste batte Sassari 59-65

di Alessandro Sanna

Nell’anticipo delle 12:00 della quarta giornata di LBA Trieste sbanca il PalaSerradimigni di Sassari per 59-65. In una partita brutta e contraddistinta da errori da ambe le parti sono gli uomini di Dalmasson che con le unghie e coi denti strappano 2 punti fondamentali in un campo tutt’altro che facile. Un sontuoso Jones, autore di 22 punti, mette a segno nel finale i canestri che valgono un quarto periodo implacabile per gli ospiti autori con Cavaliero e Peric di un finale di match infuocato che lascia di stucco i 5000 del PalaSerradimigni con una Dinamo che sembrava in controllo del match. Per i sardi non sono bastati i soliti Bilan e Spissu, con Jerrells ed Evans sottotono e delle percentuali irreali per i sassaresi: 20 palle perse ed un 2/20 da 3. Niente drammi per i sardi che già mercoledì esordiranno in Champions League anche se è una sconfitta che brucia. Applausi invece per una grande Trieste che nel momento topico ha messo in campo la giusta determinazione.

1° QUARTO:

Pronti via ed è subito Bilan a firmare il parziale sassarese di 4-0, Mitchell e Jones rispondono, ma Sassari di dimostra in palla macinando punti, con qualche viaggio in lunetta, costruendo il primo +6 (12-6). Dalmasson chiama timeout e al rientro sul parquet Peric con 4 punti personali di fila riporta a -1 Trieste (14-13), Spissu (in dubbio fino all’ultimo) entra in campo e regala subito la bomba del nuovo +4, il finale è ancora di marca Sassarese con Mclean subito protagonista sotto canestro. Da Ros chiude il tempo con il canestro che sancisce il 22-19 finale.

2° QUARTO:

Cavaliero apre il secondo quarto con la bomba che vale il pareggio triestino con un Pozzecco su tutte le furie che chiama subito timeout. Dopo il minuto di pausa Mclean, Bilan e Vitali rilanciano la Dinamo sul 27-22, dopo che i primi 4 minuti del tempo erano scivolati via con un 3-3 di parziale per parte e numerosi errori da ambe le parti. Nella seconda metà del tempo, nonostante l’1/11 da 3 Trieste rialza la testa con Fernandez che riporta gli ospiti sul -2 (29-27). Nel finale Jerrells sale in cattedra con un canestro da sotto e un antisportivo subito che vale i 2 liberi del 35-27 finale.

3° QUARTO:

Dopo il riposo lungo parte alla grande Trieste che con parziale di 6-0 si riporta a -2 costringendo Pozzecco ad un immediato timeout. Il minuto non cambia l’inerzia del quarto con Trieste che pareggia i conti grazie a Peric. Gli ospiti sono scatenati e in contropiede mettono a segno la bomba del sorpasso che vale l’11-0 di parziale, ma Spissu non molla e impatta dall’angolo la bomba del nuovo pareggio sassarese in un inizio di quarto infuocato. Nel finale i sardi provano a scappare con i viaggi in lunetta di Pierre ed Evans, ma un implacabile Jones colpisce dai 6.75, Mclen ristabilisce le distanze chiudendo il terzo periodo 48-43 in favore di Sassari.

4° QUARTO:

Cooke apre l’ultimo e decisivo periodo con un canestro da sotto, risponde Pierre dalla lunetta mantenendo intatte le distanze (50-45). Da Ros con un antisportivo regala a Sassari un viaggio in lunetta che Gentile concretizza a metà (1 su 2). Quando Sassari sembra in controllo ecco che Trieste tira fuori gli attributi e con un 16-2 di parziale ribalta totalmente la partita portandosi a 2.20 alla fine sul 54-60. Cavaliero e Jones con 3 bombe consecutive si mettono in mostra facendo esplodere lo spicchio dedicato ai tifosi biancorossi. Pozzecco chiama un timeout che rinvigorisce i sardi che rientrano sul parquet rispondendo con un 5-0 di parziale che vale il -1. Jones, MVP indiscusso, la chiude però a favore dei triestini con due viaggi in lunetta e un 5-0 che chiude il match 59-65 per Trieste.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari:

Spissu 10, Mclean 7, Bilan 11, Devecchi n.e., Evans 8, Magro 0, Pierre 8, Gentile 3, Vitali 7, Jerrells 5, Re n.e..

Coach Gianmarco Pozzecco

Pallacanestro Trieste:

Coronica 0, Cooke 8, Peric 10, Fernandez 8, Jones 22, Strautins 0, Janelidze 0, Cavaliero 9, Daros 4, Mitchell 2, Elmore 2, Justice 0.

Coach Eugenio Dalmasson

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy