Trieste piega Brescia dopo una gara molto combattuta

0
Fonte: Allianz Pallacanestro Trieste

All’Allianz Dome di Valmaura i ragazzi di coach Ciani riescono a portare a casa punti pesanti, a fine di una partita dai due volti e con ottime prestazioni di Banks e Campogrande. La Germani Brescia rimane a secco nonostante un’ottima prova di Amedeo Della Valle.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE – GERMANI BRESCIA 80-72

[Q1: 16-16; Q2: 31-15; Q3: 12-24; Q4: 21-17]

Starting five Allianz TS: Sanders, Banks, Mian, Konate, Grazulis

Starting five Germani BS: Gabriel, Mitrou-Long, Cobbins, Moss, Della Valle.

Se il primo pallone della gara è degli ospiti lombardi, il primo canestro è dei triestini. Per Brescia va a segno Amedeo Della Valle da tre punti. Dopo un paio di minuti di gioco Adrian Banks segna la tripla del momentaneo 6-5. Trieste soffre la difesa aggressiva degli avversari, mentre Della Valle si ripete dalla lunga distanza (6-10 sul tabellone). Coach Ciani corre ai ripari. Non cambia lo spartito: Amedeo Della Valle mette a segno il terzo canestro dalla lunga distanza (nono punto personale) ed è il primo campanello d’allarme per i triestini.  Al 7° minuto con i colori della Leonessa si rivede sul parquet di Valmaura l’ex di turno, Tommaso Laquintana. A 1’38” dalla fine del quarto i triestini sbagliano la tripla del pari, Brescia conduce (11-14). La buona notizia per i tifosi giuliani è l’entrata di Luca Campogrande, che segna subito un canestro, poi Banks scuote i suoi con una tripla incoraggiante (decimo punto personale). I primi dieci minuti di gara finisce in perfetta parità sul 16-16.

Ad inizio del secondo quarto Burns commette il suo secondo fallo e viene richiamato in panchina da coach Magro. Per la gioia dei tifosi casalinghi Campogrande segna da tre punti con tiro in sospensione: i “muli” conducono 19-16, poi il vantaggio diventa +5 grazie al canestro dell’argentino Delia. Al 13° minuto del match il risultato è 26-21, i lombardi corrono al riparo chiamando time-out. Mitrou-Long si fa valere sotto le plance e segna per il momentaneo 26-23, sbagliando però un libero aggiuntivo. A metà quarto il tabellone dell’Allianz Dome segna 30-25. A questo punto arrivano due falli dei padroni di casa, con Della Valle che si conferma tiratore molto preciso (2/2 ai liberi per il suo 11° punto in 12 minuti spesi sul parquet sino a questo punto).

A 3’45” dall’intervallo lungo tre sono i punti di vantaggio per i giuliani, che diventano 5 con la realizzazione di Grazulis (34-29). I triestini si appoggiano a Campogrande: l’ex Reyer segna due tiri pesanti che valgono il +10 per i ragazzi di Ciani: 41-31 (buone le statistiche al tiro da tre per la compagine triestina). Negli ultimi minuti l’Allianz allunga ulteriormente e va negli spogliatoi sul +16 (47-31).

Nel terzo quarto la Germani Brescia inizia decisa con un mini parziale 3-0. Sul terzo fallo personale di Gabriel, Konate non è preciso dalla linea della carità (0/2), ma lo è invece il compagno di squadra Banks, che segna la sua terza tripla della serata. Si inasprisce la partita e l’allenatore dell’Allianz Franco Ciani si prende un tecnico. Sagaba Konate stoppa un giocatore della Leonessa, i triestini corrono e realizzano in contropiede per il +13 (56-43) quando mancano poco più di 5 minuti alla fine del quarto. Poi l’imprecisione dei padroni di casa e qualche palla persa di troppo favoriscono il team lombardo, che in un amen si riporta sul -7 a 4 minuti dalla fine del terzo parziale. La partita al PalaRubini è ufficialmente riaperta. Le due compagini fanno difficoltà nella fase realizzativa, a farla da padrona è la scarsa lucidità nella visione di gioco delle due squadre. Mitrou-Long mette la parola fine all’impasse: 58-53. Per Trieste c’è Campogrande, che però realizza solo un tiro libero su tre a disposizione per il 59-53.

Si arriva all’ultimo quarto sul risultato 59-55, con l’inerzia della gara però a favore del team lombardo. Gli ultimi 10 minuti della serata iniziano con un errore del lettone Grazulis, la Leonessa punisce e si porta sul -2 (59-57). Fernandez trova i suoi primi punti e i padroni di casa tornano a respirare (61-57). L’ex Laquintana realizza 2 liberi su 3 tentativi disponibili. Dall’altro lato i ragazzi di coach Ciani sembrano aver smarrito il bandolo della matassa. Con Burns Brescia va persino in vantaggio e i giuliani prendono pure tecnico: la strada si fa in salita. Il tabellone del palasport di Valmaura segna 61-63 per gli ospiti. Trieste si sblocca solo grazie a una tripla di Lever. Si arriva agli ultimi 5 minuti con un 0/2 ai liberi del giocatore di Trieste Sanders – il risultato rimane sul 66-67. Il play dell’Allianz si rifà con un canestro di cattiveria e poi Lever è preciso ai liberi: 70-67. Banks è altrettanto preciso dalla lunetta (2/2) e rimette 5 punti di margine sui lombardi 72-69. Proprio l’ex Brindisi è colui che si prende i tiri decisivi per i biancorossi: a 2 minuti dalla fine i padroni di casa si portano sul 74-69. Banks firma il suo 25° punto con i liberi (78-69) a poco più di 90 secondi dalla conclusione.

Si arriva all’ultimo minuto di gioco con 6 punti di vantaggio per il team biancorosso. Amedeo Della Valle – impeccabile sino a questo punto – sbaglia un appoggio relativamente facile, e Trieste ringrazia in un’atmosfera ormai infuocata (i punti pesano per entrambe le squadre). I punti rimangono però a casa: l’Allianz vince col risultato 80-72 e manda in crisi il team bresciano (ancora a 0 punti).

MVP Basketinside: Adrian Banks con 25 punti realizzati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here