Tripla V a Bologna: Valli Virtus e Vittoria! Siena troppo brutta per essere vera

0

Se Giorgio Valli avesse immaginato il suo ritorno nel “mondo Virtus” forse lo avrebbe proprio voluto così: vincente, di fronte alla grande rivale degli ultimi anni e al cospetto del pubblico delle grandi occasioni. Il tutto peraltro è avvenuto al termine di una gara intensa, “sporca” ed equilibrata, un tipo di partita che la Virtus ha, nell’ultimo periodo, regolarmente perso. Aggiungiamo in più le assenze di Walsh e di Jordan, in panchina per onor di firma e le prove da protagonisti assoluti di Motum e Ware, i due giocatori più discussi sin qui. La domenica perfetta per la Virtus quindi? No, perchè l’attacco è tutt’altro che fluido e ci sono tante cose da migliorare, ma la strada sembra quella giusta, o quantomeno quella voluta da Valli. 

Siena invece torna a casa con meno certezze di quelle con cui è salita a Bologna. Ingranaggi più che insabbiati in attacco, difesa molle nelle giocate decisive e singoli che, tolti Curnooh e Green, non hanno brillato quando era necessario elevare il livello della prestazione.Non un grande viatico per la Final Eight, se non per la voglia di riscatto.
 
Per Valli e la Granarolo invece la sosta cade nel momento migliore, per conoscersi reciprocamente e preparare al meglio la seconda parte di stagione.
 
Pronti-via e nella bolgia di un’Unipo Arena gremitissima, si assiste ad un primo quarto orrendo, con un punteggio da anni 40: 11-8 con gli unici elementi di interesse tecnico nella presenza in quintetto dei giovani Fontecchio e Udom rispettivamente. La musica cambia per la Virtus in avvio di ripresa, che con intensità produce un 8-0 importante (20-10 al 5′). Siena migliora la mira e la partita si accende (27-23 all’intervallo).La gara ora ha un altro ritmo, anche se gli attacchi non brillano (39-38 al 9′ del terzo quarto).In apertura di quarto periodo sale in cattedra Imbrò, che si carica i suoi sulle spalle con assist triple e grandi giocate difensive e la Virtus tenta la fuga sul 52-47 dopo 5′.Il fortino, con qualche patema, ma resiste e la tripla di Viggiano sbagliata sulla sirena sancisce il 57-54 finale
 
MVP Basketinside: Casper Ware
 
La chiave: la grande intensità difensiva di Bologna 
 
Tabellini
 
Granarolo Virtus Bologna – Montepaschi Mens Sana Siena 57-54 (11-8; 27-23; 40-40)
 
BOLOGNA: Gaddefors 6, Hardy 4, Motum 15, Imbrò 7, Fontecchio 0, Landi 0, Negri 0, Gazzotti NE, Ware 17, Jordan 0, King 8, Walsh NE 
 
SIENA: Viggiano 7, Hunter 2, Curnooh 11, Haynes 8, Carter 0, Janning 4, Ress 0, Ortner 4, Nelson 2, Udom 3, Cappelletti NE, Green 13

Fotogallery a cura di Giorgia Rierto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here