Un Pullen immenso stende Varese, Gevi graziata dall’errore di Moretti

0

GENERAZIONE VINCENTE NAPOLI – OPENJOBMETIS VARESE 97-96

PARZIALI: 22-18; 41-45; 63-66

NAPOLI: Pullen 33, Zubcic 24, Ennis 7, Owens 15, Sokolowski 12, Jaworski, De Nicolao 2, Lever 4, Bamba ne, Mabor, Saccoccia ne. All.: Milicic.

VARESE: Cauley-Stein 5, Moretti 13, Hanlan 12, McDermott 20, Brown 13, Shahid 14, Ulaneo 6, Woldetensae 8, Zhao ne, Virginio 5, Assui ne. All.: Bialaszewski.

Varese in campo con Moretti, Hanlan, McDermott, Brown e Cauley-Stein, starting five Gevi con Ennis, Jaworski, Sokolowski, Zubcic e Owens.

Solita partenza bruciante di Napoli, difesa e contropiede fruttano un super 9-0 con le griffes di Ennis, Sokolowski, Owens e il 2+1 du Zubcic. A McDermott non difetta la mano, Varese regge nonostante un Cauley-Stein isolato, Napoli prova a riallungare con un 4-0 targato Sokolowski (13-5) ma Woldentensae impatta bene dalla lunga sul sospetto scarico di Cauley-Stein con sfondamento su Jaworski. Il giustiziere di Pesaro non è in vena, anche per questo Milicic concede più minuti a De Nicolao, intanto Napoli inizia a concedere quegli spazi dall’angolo che Varese sfrutterà con continuità, specie con Gabe Brown, mentre Ulaneo e Virginio ripagano i minuti concessi da Bialaszewski. Varese infatti un 13-2 pesante che segna addirittura il primo vantaggio (17-18) ma l’ultimo minuto è targato tutto Gevi, con l’arresto e tiro di Pullen e soprattutto la bomba inedita di Owens che manda in delirio il PalaBarbuto: 5-0 Napoli, 22-18 a fine primo quarto.

Seconda frazione con Napoli che cerca sempre lo strappo decisivo, prima giovandosi di un buon Lever e ancora di Pullen (27-20), quindi con l’asse Zubcic-Sokolowski per il 34-25. Ma Varese resta lì, grazie a un eccellente tagliafuori offensivo e sfruttando alla grande gli extrapossessi. Nel frattempo la OJM sale anche nelle percentuali dall’arco, da Shahid a Moretti passando per il solito Woldetensae, e addirittura con il 2+1 di Ulaneo i bianco-rossi rimettono il naso avanti (36-37). Jaworski ancora fuori per De Nicolao e Lever per un più spento Owens sponda Napoli, intanto la fiera delle triple per Varese continua con i soliti McDermott e Brown per il +6 (39-45), break negativo per la Gevi attenuato dal tear-drop di Pullen per il 41-45 al 20′. Finale convulso, con fallo dubbio sul tiro finale di Lever, fischi a valanga del pubblico sulla terna rientrando negli spogliatoi.

Ripartenza furiosa di Napoli, che con la tecnica di Zubcic e le transizioni griffate da Sokolowski e il tandem Pullen-Owens risale a +2 con 7’48” sul cronometro. Hanlan, sempre da 3, sempre su mezza transizione, sblocca la OJM che trova anche la bomba di Cauley-Stein in risposta al semigancio di Zubcic (49-51), Napoli però cavalca ancora l’onda e dopo altri due liberi di Zubcic trova le bombe di Ennis e Pullen per il +4 a 4’24” (57-53). Moretti dalla lunetta ridà fiato a Varese, la Gevi trova un bel guizzo di Ennis e un’altra gita in lunetta con Zubcic (61-55), ma McDermott riprende a bombardare dall’angolo e con l’antisportivo di Lever ospiti che tornano a-1. Ultimi 90” di frazione, debutta Ebeling, Napoli ha grosse difficoltà nell’avvicinarsi a canestro mentre con la rubata Ulaneo inchioda il nuovo +1, risponde De Nicolao ma l’angolo da 3 resta ancora scoperto e Virginio ne approfitta, il libero su due di Shahid tiene Varese a +3 con 10′ da giocare sul 63-66.

Subito tegola per Napoli in apertura di ultima frazione con il quarto fallo di Jaworski, Gevi che però si riprende subito con il recupero e l’alley-oop sull’asse Pullen – Owens, a seguire altra persa di Varese e bomba di tabella griffata Pullen per il nuovo +2 azzurro (68-66). Dopo l’infrazione di cinque secondi e quella di passi, altro attacco steccato dalla OJM con il fallo di Woldetensae, subito dopo altra bomba di Pullen che riaccende il PalaBarbuto, con un pubblico in delirio totale dopo la terza tripla del n.0 per il 74-66 a 8’08” dalla fine. Il time-out di Bialaszewski non sembra giovare ai suoi ma Napoli spreca, alla fine Gevi punita da McDermott che fa rompere il ghiaccio a Varese dopo oltre 3′ di gioco. Milicic deve fare i conti anche con il quarto fallo di Owens, al suo posto da “5” Zubcic con De Nicolao in regia, nel frattempo Moretti rosicchia altre due lunghezze con il tear-drop. Dopo il time-out azzurro Pullen si procura quattro liberi di esperienza, McDermott fa altrettanto prima di uscire per una botta alla schiena, all’alto basso Zubcic – Sokolowski seguono due liberi di Varese con il quarto del polacco. Meno di 4′, Zubcic di tecnica piazza il +6 ma con un fischio dubbio Varese è a meno 3 con il 2+1 di Haland, ancora Zubcic a rispondere di pari moneta con un fade-away purissimo e il fallo OJM, Moretti non ci sta ed è 84-81. Milicic rischia con Sokolowski e Owens a quattro falli e senza Pulle, Shahid dall’arco impatta ed è time-out Napoli. Al rientro alley-oop di Owens fermato da Cauley-Stein e altra bomba di Shahid, ma è di nuovo pari a Fuirogritta dopo la tripla di Zubcic, ed ecco l’alley oop di Owens cui segue il recupero con due liberi di Zubcic per il 91-87. 1’34” alla fine, Shahid non trova pertugi ma l’angolo premia Moretti da 3, Pullen forza e Hanlan non perdona con i liberi del nuovo vantaggio OJM, risponde per Napoli un gigantesco Pullen con la stoppata di Cauley-Stein in parabola discendente. Ultimi 30”, pick and roll facile facile di Varese chiuso da Cauley-Stein, Napoli non costruisce ma Pullen è immenso con la settima tripla della partita, cui si aggiunge il libero del 97-94. 20” sul cronometro, Napoli fa scorrere poi falo su McDermott che va di bottino pieno, error gravissimo di Napoli sulla rimessa, Varese può giocare per vincere ma Moretti forza. 97-96, quinto stentatissimo successo di Napoli su una Varese mai doma, continua la corsa della Gevi verso l’obiettivo Final Eight.