Un sontuoso Gamble trascina la Virtus Bologna, Cantù è battuta

Virtus Bologna corsara al PalaDesio: Cantù cede 82-91.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

La Virtus Bologna espugna il PalaDesio. Cantù regge due quarti, ma nella ripresa il maggior talento e la profondità di Bologna la fanno da padrona costringendo la compagine brianzola alla resa. La formazione di Pancotto sfoggia il solito Gaines (24 pt, top scorer), ben supportato da Smith (19) e un sorprendente Bigby Williams protagonista con 21 punti e 11 rimbalzi. La Segafredo dal canto suo chiude con quattro elementi in doppia cifra, trovando la spinta decisiva da Gamble, autore di 25 punti e 6 rimbalzi sul referto finale.

Cantù: Smith, Gaines, Pecchia, Thomas, Bigby Williams
Virtus Bologna: Markovic, Abass, Weems, Ricci, Gamble

CRONACA – Subito novità per coach Pancotto che tiene a riposo Leunen e rilancia direttamente in quintetto Thomas accanto a Bigby Williams. I primi pounti del match portano la firma di Ricci, mentre Cantù risponde con Bigby Williams. Si sbloccano anche Markovic e Abass, ma Cantù risponde colpo su colpo e con Pecchia e Smith impatta a quota 9. I primi punti di Thomas valgono il vantaggio locale (13-12), mentre gli ospiti mettono in campo Belinelli e Teodosic. Teodosic e Alibegovic rispondono per le rime riportando Bologna avanti di quattro (16-20), mentre il botta e risposta tra Gaines e Belinelli vale il 17-24 alla prima pausa. Nella seconda frazione si parte con diversi errori, spezzati da un 5-0 di Cantù nel segno di Procida, con la bomba del giovane canturino che obbliga la Segafredo al timeout. Il pareggio lo trova Pecchia a quota 27, con un break di 10-3 a favore della compagine brianzola. Teodosic rimette avanti gli ospiti, ma la tripla di Gaines tiene incollata Cantù sul 30-31. Il numero zero si ripete poco dopo sempre dalla lunga distanza, impattando nuovamente il punteggio al tabellone. Gamble e Weems insaccano il 35-39, ma Gaines è on fire dall’arco e al ventesimo è 38-39. Anche dopo la pausa lunga è l’equilibrio a farla da padrone, con Gaines da un lato e Teodosic dall’altro a siglare il 45-46 dopo due minuti di gioco. I punti di Teodosic e Gamble valgono il nuovo allungo ospite (45-53), ma la tripla di Thomas rimette subito in scia i canturini sul meno cinque. Un super Gamble riporta il margine in doppia cifra (51-61), ma Johnson dall’arco tiene in scia i padroni di casa. Finale di quarto tutto però di marca Segafredo, con Gamble e Hunter che ridanno ossigeno a Bologna. Al trentesimo il punteggio segna 61-73. Bigby Williams da una parte e Adams dall’altra danno il via all’ultima e decisiva frazione. La bomba di Smith prova a trascinare Cantù al rientro, ma Alibegovic gli risponde con la stessa moneta. Gaines colpisce nuovamente da tre punti, ma Adams da sotto permette a Bologna di mantenere il più dieci sul 70-80. Il ventiduesimo punto di Gaines vale ancora il meno sette, ma sono gli ultimi sussulti. A spegnere le speranze dei canturini è il solito immenso Gamble, seguito dalla tripla di Ricci che mette dodici punti di scarto tra le due formazioni a meno di centoventi secondi dal termine. L’ultimo acuto di Smith serve solo a sancire il punteggio finale. La Virtus sbanca il PalaDesio 82-91.

MVP BASKETINSIDE.COM: Gamble

CANTU’-VIRTUS BOLOGNA 82 91

CANTU’: Smith 19, Gaines 24, Bigby Williams 21, Johnson 3, Bayehe, Thomas 8, Pecchia 4, Kennedy, Procida 3, La Torre, Baparapè ne, Caglio ne. All. Pancotto

VIRTUS BOLOGNA: Weems 13, Gamble 25, Ricci 10, Markovic 2, Teodosic 17, Belinelli 6, Hunter 4, Alibegovic 6, Adams 6, Abass 2, Deri ne, Tessitori ne. All. Djordjevic

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy