Una Pesaro combattiva si arrende a Milano sotto i colpi di professor Rodriguez

Una Pesaro combattiva si arrende a Milano sotto i colpi di professor Rodriguez

Milano fatica più del previsto, ma riesce ad avere la meglio sulla Carpegna Prosciutto che ha combattuto fino agli ultimi secondi

di Alessandro Kokich
Quintetti:
Carpegna Prosciutto: Pusica, Barford, Eboua, Zanotti, Chapman
Vanoli: Mack, Moraschini, Roll, Scola, Biligha
1° QUARTO: Biligha comincia la partita con 4 punti mentre la VL risponde con Chapman e Pusica dai 6,75. Dopo un insolito 0/2 dalla lunetta, Scola firma il 6-14 dopo 5 minuti; dopo qualche minuto in difficoltà la VL si sblocca con un 3+1 di un ritrovato Pusica, non permettendo ai milanesi tiri facili. Eboua è impreciso dalla lunetta ma permette ai suoi di tornare sul -1, precedendo però un paio di fischi discutibili che regalano viaggi in lunetta agli ospiti che tornano sul +4. La tripla di Zanotti vale un insolito 4/6 dall’arco per la nuova squadra di Sacco che termina la prima frazione tra altrettanto insoliti applausi, con il punteggio che recita 16-17 dopo 10′.
2° QUARTO: Brooks è l’unico a segnare, seguito 3 minuti dopo da Biligha con la Carpegna Prosciutto che fatica ad attaccare la difesa 3-2 ordinata da Messina. Roll sigla il +7, mentre dall’altra parte Barford prova a mettersi in proprio tirando da 8 metri. Dopo l’ennesima tripla a vuoto, lo stesso numero 0, punisce la difesa ospite, mentre l’azione successiva Mussini recupera palla e va al ferro costringendo l’allenatore ospite ad una sospensione sul 20-23 dopo 16″. Dopo quasi 2 mesi di stop rientra in campo Totè firmando un canestro importante, seguito poi da Barford che allunga il parziale sul 9-0, chiuso poi da Rodriguez. In chiusura di frazione, su fallo subìto, Rodriguez prende tecnico, allungando sì sul +2 ma regalando 3 punti a Mussini nell’azione dopo. Allo scadere, Roll cerca il fallo di Barford con gli uomini in grigio che gli danno ragione; finisce quindi 30-31 la prima metà gara.
3° QUARTO: Chapman colpisce ancora dai 3 punti, ma l’antisportivo fischiato ad Eboua vale una nuova parità a quota 33. Il pivot locale trova poi una bella schiacciata, subito ribattuta da Della Valle. Totè continua ad essere fondamentale in entrambe le metà campo per i pesaresi che tengono testa alla corazzata lombarda; Brooks sfrutta una paio di ingenuità locali e segna due triple che valgono il 39-44 dopo poco più di metà frazione, con Moraschini che ruba palla e segna l’8-0 parziale. Dopo ennesimi tentativi locali a vuoto, Totè segna il libero che chiude il parziale, e grazie al primo canestro di Thomas, la Carpegna Prosciutto torna ad un possesso di distanza, che diventano 2 con la tripla di Rodriguez, che vale il 46-52.
4° QUARTO: Un ispirato Mussini trova la doppia cifra, e grazie al successivo canestro di Thomas, che arriva dopo 2 giri di lancette, la Victoria Libertas torna a -2. Dopo la sospensione, Barford recupera la palla del pareggio, Tarczewski inchioda il nuovo vantaggio, poi ribattuto dalla tripla di Mussini; a 4 minuti dal termine, Rodriguez trova un 2+1, ma Totè dalla lunetta segna il 57-59 e poi inchioda il nuovo pareggio. Con la palla che pesa, sale in cattedra il “Chacho” che prima segna dall’arco, poi regala il +5 a Scola; con 90 secondi sul cronometro Barford riporta i suoi ad un possesso di distanza, ma è ancora il professore ad allungare le distanze. Barford trova 2 punti dalla lunetta che valgono il -4 ma con 30 secondi sul cronometro la VL è costretta al fallo sistematico che manda i milanesi sul +6. Finisce 65-71 con la VL volenterosa applaudita dai propri tifosi e con l’Armani che dovrà assolutamente mettere mano al roster per sistemare qualche problema di intensità.
CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO – AX ARMANI EXCHANGE MILANO:  65 – 71 (16-17, 14-14, 16-21, 19-19)
Carpegna Prosciutto: Barford 11, Drell ne, Mussini 15, Pusica 8, Calvino ne, Miaschi ne, Eboua 1, Chapman 10, Alessandrini ne, Thomas 4, Toté 10, Zanotti 6 All. Giancarlo Sacco
Armani Exchange: Della Valle 4, Mack 2, Biligha 6, Moraschini 13, Roll 4, Rodriguez 16, Tarczewski 6, Cinciarini, Brooks ne, White 2, Brooks 9, Scola 9 All. Ettore Messina
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy