Una Pesaro infuocata ferma la rimonta di Cremona e si sblocca in casa dopo il supplementare

Massenat, Delfino e Filipovity trascinano la VL ad una clamorosa vittoria contro una mai doma Vanoli guidata da Hommes e Mian

di Alessandro Kokich

Incredibile partita quella giocata tra la Victoria Libertas e la Vanoli che prima di iniziare la gara si trovano appaiate a 4 punti in classifica; Cremona si ritrova a giocare senza i due Williams, TJ e Jarvis, a causa COVID di cui uno era a referto solo per una questione di presenze. La squadra lombarda ha giocato una partita opposta rispetto a quella che ha perso la settimana scorsa contro Trento, la quale ha vinto il match dopo un tempo supplementare dopo aver rimontato dal -21. Questa domenica invece, la squadra di Galbiati è partita forte nella prima frazione, salvo poi subire un parziale di 27-7, guidato da Franz Massenat, che ha messo la firma sul parziale che ha lanciato i pesaresi in vantaggio. Nella ripresa, dopo aver toccato il -21, Cremona torna a contatto grazie alle fantastiche prestazioni al tiro di Mian e Hommes che portano gli ospiti alla ribalta, trovando poi un vantaggio negli ultimi secondi dei minuti regolari, colmato poi dalla mano ferma di Cain.
La formazione pesarese torna quindi a vincere nelle mura amiche dopo ben 19 mesi dall’ultima vittoria.

Quintetti:

Pesaro: Robinson, Massenat, Tambone, Zanotti, Cain

Cremona: Cournooh, Trunic, Mian, Hommes, Lee

1° QUARTO: Parte a giri alti la VL grazie all’energia di Cain in entrambe le metà campo, trovando però due soli canestri nei primi 4 minuti. Mian entra benissimo nella gara con un paio di lampi offensivi che portano i suoi in vantaggio sull’8-10; i due coach provano a mischiare i propri quintetti cercando, con scarsi risultati, energie fresche. Galbiati però dispone del ventottenne italiano che continua il suo momento di forma trovando il punto personale numero 11, gli stessi dell’intera Carpegna Prosciutto, che concluderà poi la frazione sul 13-18

2° QUARTO: Poeta regala a Lee uno spettacolare volo sul ferro allungando sul +7; dall’altra parte, come in tutti momenti di difficoltà, ci si affida a Cain che regala una schiacciata a Drell ed il -1 sul 21-22. Tambone mette a segno la prima tripla di serata della VL, Massenat raddoppia la dose allungando sul +5 a 3 minuti dalla pausa lunga; Il numero 4 mette a segno un personale 8-0 che segna il primo allungo pesarese. Poeta prova a fermare l’emorragia ma Robinson alimenta il distacco dei locali che creano un parziale di 10-0 negli ultimi 2 minuti, che si allunga a 18-1 se consideriamo un arco di tempo maggiore. I marchigiani trovano quindi un importante controllo sul 40-25 contro una Vanoli che ha perso lucidità.

3° QUARTO: Anche Filipovity trova il primo centro dai 6.75, Poeta trema dalla lunetta con uno 0/3 e non riesce a diminuire i 16 punti di scarto; Galbiati prova a cambiare qualcosa, tentando la difesa a zona cercando di scoraggiare il gioco interno di un dominante Cain. Tambone porta i suoi sul 50-29 a cui rispondono Hommes e Mian dopo metà quarto con 8 punti. La squadra lombarda comincia a trovare il fondo della retina con continuità con i suddetti giocatori che fanno segnare un timido recupero, Palmi ci mette del suo sul 57-52 ma in chiusura di frazione, Filipovity lascia 7 punti di differenza tra le compagini.

4° QUARTO: Cremona continua ad affidarsi alle triple delle sue “ali” titolari e si riporta immediatamente ad un possesso di distacco; Lee mette la firma su un importante 2+1 a cui ribattono Filipovity e Massenat. Le due avversarie si ribattono colpo su colpo ma Palmi regala ai suoi il pareggio a quota 72 a metà frazione. La partita ora si fa più tattica, con un solo canestro, Pesarese, nei successivi 3 minuti; Hommes fa 1/2 dalla lunetta ma si fa poi perdonare a 26 secondi dalla fine sulla sirena dei 24” con una tripla di pregevole fattura che vale il 74-76. Robinson tira aspettandosi un fallo che non arriva, la palla torna ai pesaresi con Cain che subisce fallo a 4 secondi dal termine, non concretizzando un comodo appoggio a canestro, impattando però con il 2/2. A Hommes viene affidata la “game ball”, il tiro più complicato della sua serata, lascia la parità.

SUPPLEMENTARE: Cain prova a giganteggiare sotto canestro, sfruttando l’uscita per falli di Lee; Palmi porta i suoi in vantaggio sul 79-80 grazie a 4 viaggi in lunetta, a cui ribatte Cain sempre dalla linea della carità a 3 minuti dal termine. Il pivot pesarese trova un importante tap-in, a cui segue la tripla di Delfino nell’azione successiva che vale il 86-80. Hommes prova a ricompattare ma l’argentino mette la firma ad un’altra tripla, imitato poi da Robinson che mette la doppia cifra di distacco; i pesaresi sfruttano il nuovo errore ospite e regalano a Massenat il punto numero 21

MVP Basketinside: Tyler Cain (12 punti, 19 rimbalzi) e Frantz Massenat (21 punti, 5/8 da 2, 3 assist)

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO – VANOLI CREMONA: 95 : 83 (13-18, 27-7, 19-27, 17-24, 19-7)

Pesaro:
Drell 2, Massenat 21, Filloy 4, Cain 12, Robinson 7, Tambone 10, Mujakovic ne, Basso, Serpilli, Filipovity 16, Zanotti 7, Delfino 16 All. Jasmin Repesa
Cremona:
Marchetti ne, Williams, Trunic 1, Gallo ne, Poeta 6, Mian 25, Lee 10, Cournooh 4, Palmi 13, Hommes 24, Donda All. Paolo Galbiati

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy