Una Pesaro tutta grinta e cuore domina Varese in una partita mai in discussione

0

Al ritorno in campo dopo la sosta per le nazionali, la Carpegna Prosciutto arriva all’incontro con Varese galvanizzata dalla vittoria a Cremona e con un Lamb in più nonostante i pochi giorni di allenamento; situazione molto affine per la Openjobmetis che arriva nelle Marche dopo il bis di successi ottenuti contro Trieste e Dertona, e con un Keene in più. Dopo i primi minuti di battaglia, la VL allunga il passo con un ottimo Delfino, prima di perdere il proprio capitano per una botta alla testa che lo costringerà a seguire la partita direttamente dall’infermeria. Probabilmente è questo il momento di difficoltà che permette ai pesaresi di reagire e di piazzare lo sprint che regala un vantaggio in doppia cifra, mai più messo in discussione. Grazie ad un ispirato Larson, grande ex della gara insieme a Tambone, ed ad un Lamb che nel terzo quarto prende per mano una Pesaro in astinenza da canestri, la squadra di Banchi riesce a contenere i canestri di Kell e Jalen Jones, gli ultimi ad arrendersi per Vertemati.

Quintetti:

Pesaro: Moretti, Sanford, Demetrio, Delfino, Jones

Varese: Kell, Beane, Sorokas, Gentile, Jones

1 QUARTO: Parte forte la Openjobmetis con Gentile e Beane mentre la VL ribatte colpo su colpo grazie al gioco da 4 punti di Delfino per il 12-11 dopo metà frazione; i locali si aggrappano all’argentino e ad un ritrovato Sanford che consolidano il sorpasso. Il Jones varesino prova a trascinare i suoi con grinta, ma dopo la schiacciata di Egbunu, la Carpegna Prosciutto piazza un mini break di 6-0 che chiude la frazione sul punteggio di 25-19, nonostante l’uscita dal campo di Delfino che non rientrerà più in campo dopo una botta alla testa ed un problema ad un occhio.

2 QUARTO: Il nuovo arrivato Lamb persevera nel trovare la via del canestro che non arriva ma gli ex di serata Tambone e Larson prolungano il parziale iniziato nel quarto precedente mettendo la firma per il +10. Il recente acquisto di Varese invece è ispirato ed insieme a Kell si mette in proprio per un 8-0 che riporta a contatto le due squadre; dal 14′ però la squadra di Vertemati sembra essersi bloccata ed i marchigiani ne approfittano per mandare a bersaglio 19 punti consecutivi intervallati da 2 punti di Sorokas, arrivando così al 46-29 dopo 18′. Le due compagini muovono il punteggio prevalentemente dalla lunetta e fanno siglare il 53-37 all’intervallo.

3 QUARTO: Jalen Jones prova a caricarsi i suoi con tanta grinta in entrambe le metà campo, riportando Varese sul – 12. Demetrio torna a sbloccare i suoi dai 6,75 ed assieme all’ex Larson, la VL tocca il massimo vantaggio sul 65-46 a metà quarto. Anche Lamb si iscrive a tabellino, Keene e Beane trovano due triple importanti per il nuovo – 11, ma il nuovo arrivato in casa VL dà energia ai locali con 9 punti nella frazione per il 76-59.

4 QUARTO: Lamb continua con il buon momento di forma, così come Kell. Varese trova 2 contropiedi che valgono il – 13 a 7′ dalla sirena Fine. Gentile risponde a Sanford che torna a smuovere i suoi sul 80-67. Tambone punge dai 6,75 verso metà frazione, con Demetrio che rincara la dose per il nuovo +16. Jones fa 2+1 ma Larson da 8 metri risponde per le rime per il 91-73 a 90 secondi dal termine. Gli ultimi possessi servono solo a ritoccare il punteggio finale con una Carpegna Prosciutto che conquista con le unghie e con i denti una meritata vittoria, trascinata dai grandi ex Larson e Tambone. Finisce 94-75 col canestro sulla sirena di Lamb.

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO – OPENJOBMETIS VARESE: 94-75 (25-19, 28-18, 23-22, 18-16)

MVP Basketinside: Tyler Larson (23 punti, 5/8 da 3, 6 rimbalzi)

Pesaro: Moretti 3, Tambone 7, Stazzonelli ne, Lamb 13, Camara 1, Zanotti 2, Sanford 10, Larson 23, Demetrio 13, Delfino 6, Jones 16, All. Banchi

Varese: Kell 20, Gentile 6, Beane 3, Sorokas 10, De Nicolao, Egbunu 7, Ferrero, Jones 18, Caruso ne, Goffi ne, Keene 11, Bottelli ne, All. Vertemati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here