Varese corsara, quarta sconfitta consecutiva per la De’ Longhi

Varese corsara, quarta sconfitta consecutiva per la De’ Longhi

A Treviso non basta un super Logan da 25 punti per chiudere la striscia di sconfitte, Clark guida la Openjobmetis alla vittoria.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – OPENJOBMETIS VARESE 79-84 (17-23, 44-37, 55-59)

TREVISO: Tessitori 9 (4/6 da 2), Logan 25 (1/1, 5/12), Alviti 6 (2/4 da 3), Nikolic 3 (0/1, 1/5), Parks 14 (2/4, 2/5), Imbrò 3 (1/1 da 3), Chillo (0/2 da 3), Uglietti 3 (1/2, 0/3), Fotu 12 (5/7 da 2), Cooke 4 (0/2, 1/2), ne: Severini.

VARESE: Peak 11 (2/3, 2/2), Clark 30 (7/13, 2/4), De Vita, Jakovics (0/3 da 3), Vene 9 (1/1, 2/4), Cervi, Simmons 14 (5/6 da 2), Mayo 13 (2/3, 2/9), Tambone 5 (1/1, 1/2), Ferrero 2 (1/1, 0/1), ne: Natali, Gandini.

NOTE: pq 17-23, sq 44-37, tq 55-59. Tiri Liberi: Treviso 17/23, Varese 19/26. Rimbalzi: Treviso 26 (Parks 1+4), Varese 35 (Simmons 2+11). Assist: Treviso 16 (Nikolic 7), Varese 16 (Vene 5).

Prima partita del nuovo anno e ultima del girone di andata, qui al Palaverde si affrontano la De’ Longhi e la Openjobmetis. Uno scontro tra parifascia, con Treviso a una vittoria di distanza dai lombardi. Varese arriva al match al completo e finalmente anche TVB ha dimesso i suoi dall’infermeria, ma mentre Cooke ha recuperato al centro per cento, c’è ancora un punto di domanda sulle reali condizioni di Nikolic e Fotu, in particolare sul neozelandese. La partita rispetta le aspettative rivelandosi lottata fin da subito, nel primo quarto Varese sembra averne di più riuscendo ad andare in contropiede e correre il campo, controllando i rimbalzi. Nel secondo quarto la De’ Longhi alza l’intensità e riesce  a chiudere il primo tempo in vantaggio di due possessi, grazie proprio ad una maggiore efficacia difensiva che impedisce agli ospiti di correre in contropiede. Cosa succeda nella pausa lunga non ci è dato saperlo, però al rientro in campo l’energia di TVB viene meno e si alza in cattedra Mayo, abile nel tornare a far correre i suoi, la partita è praticamente punto a punto per i restanti 20 minuti con la Openjobmetis a guadagnarsi un vantaggio di due possessi nella quarta frazione e la De’ Longhi a fare quasi totale affidamento su Logan. La guerra dei liberi vede vincitrice Varese e la tripla del pareggio del solito numero 1 trevigiano si spegne nel secondo ferro. Vincono Ferreno e compagni, allungando così a 4 la striscia di sconfitte di Treviso, che nel prossimo turno affronterà Milano al Forum. Un periodo Natalizio decisamente nero per la squadra di Menetti.

PRIMO PERIODO: il quintetto titolare di coach Menetti vede in campo Nikolic, Logan, Cooke, Parks e Tessetori, mentre i cinque scelti da coach Caja sono Mayo, Clark, Peak, Simmons e Vene. A rompere il ghiaccio è Tessitori con un ottimo movimento dal post, ma i lombardi partono subito forte e con un parziale di 13-2 costringono lo staff trevigiano al time out dopo appena tre minuti e mezzo (4-13, 6:30). Al rientro in campo Treviso scrive un parziale di 7-1 che le permetti di riportarsi ad un solo possesso di vantaggio, unica tegola il secondo fallo di Cooke (11-14, 4:00). Il parziale dei padroni di casa viene chiuso da due facili punti di Vene, su una dormita collettiva in una rimessa dal fondo. La Openjobmetis incassa bene la rimonta della De’ Longhi e riesce a condurre la frazione sempre con due possessi di vantaggio sulle ali di Clark, Treviso dal canto suo trova un buon Uglietti in uscita dalla panchina, ma il primo quarto se lo aggiudica Varese 17-23.

SECONDO PERIODO: il quarto si apre con parziale dei biancocelesti di 8-2 che vale la parità a quota 25, propiziato soprattutto dalle triple di Alviti e Imbrò. Ad arginare la rimonta dei padroni di casa ci pensa capitan Ferrero con un piazzato dalla media, che vale il nuovo +2 ospite. La fisicità si alza di tono, così come i decibel del tifo, la partita è punto a punto, ma Treviso riesce a spuntarla e la tripla di Logan costringe Caja al time out discrezionale (35-31, 3:50). Al rientro in campo la musica non cambia, l’inerzia è saldamente nelle mani trevigiane e il vantaggio dei padroni di casa aumenta ulteriormente grazie alla tripla di Nikolic. TVB embra non fermarsi più e inanella una striscia di 4 triple consecutive che la porta in doppia cifra di vantaggio, prima che l’alley oop di Simmons ponga un freno a tutto ciò. I biancorossi sul finire del primo tempo riescono ad accorciare le distanze, complice una Treviso un po’ fallosa in attacco, si va quindi alla pausa lunga sul 44-37.

TERZO PERIODO: la De’ Longhi rientra in campo un po’ assopita e Varese riesce a mettere a segno un parzialino di 4-0 che la porta a -3, ma Logan con una tripla torna a dare vigore ai suoi (47-41, 7:00). La Openjobmetis si affida a Clark che anche con le mani in faccia riesce a trovare la via del canestro, ma è la schiacciata di Simmon che vale il -2 a costringere definitivamente Menetti a chiamare time out (50-48, 4:20). Treviso è ancora spaesata ed è sempre Simmons a segnare e questa volta vale la parità a quota 50. I biancorossi tornano a correre il campo, cosa che era mancata in tutto il secondo periodo, alcune colpe sono sicuramente da imputare anche alla difesa trevigiana che ha abbassato la sua intensità. Ora l’inerzia è totalmente in mano agli ospiti che trovano in Vene un nuovo terminale offensivo, è sua la tripla del +2. I padroni di casa consegnano le chiavi dell’attacco a Fotu, ma i suoi 4 punti in fila non sono sufficienti per riportare l’inerzia verso la squadra di Menetti. La penultima frazione si conclude con la tripla di Mayo, rimasto in sordina tutto il primo tempo, che vale il 55-59 per la squadra di Caja.

QUARTO PERIODO: è Mayo time, il playmaker numero 14 insieme al solito Clark guidano varese con grande energia e la difesa trevigiana non sembra avere armi da contrapporre. Anche l’attacco trevigiano ha perso efficacia affidandosi, o meglio accontentandosi, del tiro da tre punti, trovando canestri dal solo Logan. A suonare la carica ci pensa Parks che riesce a subire un fallo antisportivo e a capitalizzarlo in 5 importantissimi punti, che riportano i padroni di casa ad un solo possesso da Varese 867-70, 4:45). Il Palaverde è una bolgia, Caja chiama time out e al rientro Tessitori commette fallo antisportivo su Clark, ma miracolosamente la De’ Longhi ne esce senza subire punti. Treviso è in carenza di ossigeno come testimoniano il successivo 2+1 concesso ancora una volta da Tessitori e l’antisportivo di Cooke, Menetti allora chiede un ulteriore sforzo a Fotu, ma anche con lui in campo la circolazione palla resta perimetrale. Clark è inarrestabile e segna anche con tutta la difesa addosso, TVB se in difesa sta ritrovando intensità, in attacco purtroppo è solo Logan e questo la rende prevedibile, anche se il professore riesce a tirare fuori più di un coniglio dal cilindro, mostrando freddezza ai liberi (74-77, 1:10). Dopo il time out varesino arriva subito la tripla di Vene, ma la risposta di Alviti è immediata, a 33 secondi dalla fine la situazione è inchiodata sul +3 ospite, con Menetti a chiamare time out dopo la palla persa di Simmons. Inizia la guerra dei liberi e del fallo sistematico, Logan è di ghiaccio, ma sulla rimessa Mayo riesce a rubare 9 secondi, Clark fa 2/2 ai liberi, la tripla di Logan per il si spegne sul secondo ferro. Vince Varese 79-84 prolungando a 4 la striscia di sconfitte consecutive della De’ Longhi.

MVP BASKETINSIDE: Jason Clark 30 punti, 9 rimbalzi, 9 falli subiti, 39 di valutazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy