Varese on fire: Bologna sbancata grazie a una fantastica serata al tiro

0

L’Openjobmetis Varese sbanca il Paladozza ed ottiene due punti pesantissimi in chiave playoff, imponendosi col punteggio finale di 69 a 71 sulla Segafredo Bologna. I lombardi, dopo tre quarti non bellissimi, hanno sfruttato la lunghezza della propria panchina e delle percentuali dall’arco incomprensibili (14/30 alla fine), soprattutto considerata la qualità dei tiri costruiti (almeno 6 triple da distanza superiore ai 7 metri e mezzo). L’azione decisiva (due tiri liberi di Avramovic) è stata viziata da una gigantesca infrazione di passi non rilevata dagli arbitri. Gli uomini di Caja erano riusciti a combinare una frittata regalando l’occasione del supplementare a Slaughter (pessimo primo tempo ma grande ripresa), il quale però ha sbagliato un facile appoggio. La Virtus ha giocato un’ottima partita, conducendo quasi sempre anche con 8/9 punti di vantaggio e sembrava in controllo. Poi una serie di triple siderali e contestate ha rimesso in partita Varese, che sfruttando una buona difesa e la stanchezza dei bolognesi ha conquistato i due punti. Per Varese, ottime prove di Avramovic (17 pt e 3/6 da 3), Larson (14 pt e 4/6 da 3), Vene (10 pt e 3/5 da 3) e Cain (10 pt e 6 rim). Per Bologna, tutti ampiamente sufficienti – con Aradori (20 pt e 3 ass) e Baldi Rossi (12 pt e 9 rim) sugli scudi – anche se la lucidità nel finale è certamente venuta a meno.
Quintetti
Bologna: Lafayette, Pajola, Aradori, Baldi Rossi, Slaughter.
Varese: Larson, Avramovic, Okoye, Vene, Cain.
Nella solita atmosfera del Paladozza, Varese trova subito tre canestri pesanti (2 di Vene e uno di Avramovic), ma la Virtus costruisce ottimi tiri e grazie ai canestri di Baldi Rossi e Aradori (9 e 8 punti) prende un vantaggio significativo dopo 7’ di gioco: 17 a 11. Le giocate difensive di Pajola fanno impazzire il pubblico, ma le VNere commettono qualche disattenzione offensiva che regalano punti facili agli ospiti, che rimangono così in partita a fine primo periodo (22 a 18). La difesa bianconera continua ad essere efficace, e l’impatto di Lawson e Gentile riallarga il gap tra le due squadre, prima del gioco da 3 punti di Avramovic (26 a 21 al 15’). Continua il momento positivo dei lombardi che pareggiano con il primo squillo di Okoye (26 pari 17’); pronta reazione Virtus guidata dai soliti Baldi Rossi e Aradori, che le consentono di andare al riposo in vantaggio 36 a 28. Bologna esce bene dagli spogliatoi trascinata da un’ottima difesa e dai canestri di Pajola e Aradori, ma Varese non si arrende e rimane comunque a – 6 grazie a Larson e ad un fallo antisportivo di Aradori (43 a 37 al 25’). Larson è scatenato e riporta i suoi in parità (43 pari al 27’) con tre triple di fila senza alcun tipo di senso o costruzione; all’uscita dal timeout il Madison raggiunge livelli assordanti: Aradori e Slaughter, assistiti dalla difesa asfissiante di Lafayette sull’incandescente Larson permettono ai bianconeri di tornare a + 7 (52 a 45), prima dei tiri liberi di un glaciale Cain per il 52 a 47 della terza sirena. L’ultimo periodo si apre con uno 0 – 5 targato Tambone che riporta il match in parità (52 pari); la partita diventa splendida: Avramovic e Okoye mettono tre triple da 8/9 metri (un 12/27 da 3 insensato per i lobardi vista la scarsa qualità dei tiri), ma Lafayette risponde mantenendo i suoi a contatto sul 59 a 60 al 35’. Gentile supera dalla lunetta, ma Varese continua a segnare di tutto dall’arco: 61 a 63 al 37’ dopo la tripla di Vene. La difesa varesina tiene la Virtus lontano da canestro e l’ennesima bomba di Okoye regala il + 5 agli ospiti: 61 a 66 a 2’40” dal gong. I liberi di Cain sembrano chiudere la partita, ma la Virtus reagisce e torna a – 3 con Gentile e Slaughter (65 a 68 a 54” dalla fine). Lafayette riporta i suoi a – 2, lo 0/2 di Larson tiene in vita Bologna (67 a 69 a 30” dal gong). Lafayette sbaglia il tiro del pareggio e il 2/2 di Avramovic (viziato da una clamorosa infrazione di passi) sembra chiudere la partita. Invece no, Slaughter ha la chance incredibile del pareggio, ma la sbaglia. Vince Varese 69 a 71.
Segafredo Bologna – Openjobmetis Varese 69 – 71 (22 – 18; 36 – 28; 52 – 47)
Bologna: Chessari NE, Jurkatamm NE, Pajola 3, Baldi Rossi 12, Ndoja 2, Lafayette 9, Aradori 20, Gentile 12, Lawson 2, Slaughter 9. All. Ramagli.
Varese: Avramovic 17, Bergamaschi NE, Natali 2, Vene 10, Okoye 9, Tambone 5, Cain 10, Delas, Ivanaj NE, Ferrero 2, Dimsa 2, Larson 14. All. Caja.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here