Varese trova la seconda vittoria consecutiva contro Pesaro e torna a credere nella salvezza

0

Ventiduesima di Serie A sul parquet delle Enerxenia Arena di Varese. La Carpegna prosciutti Pesaro si presenta a Masnago senza il proprio coach Repesa alle prese con il covid. Dopo un buon avvio per gli ospiti sale in cattedra Luis Scola, il general mette a segno 16 punti nel primo quarto assistito da tutta la squadra che mette in campo una prestazione difensiva di livello, dando seguito a quanto fatto contro la Dinamo Sassari. Nel secondo tempo Pesaro raddrizza la mira dall’arco con Robinson e Drell  riuscendo a portarsi fino a -5 dopo il +18 biancorosso. Varese si affida a Ruzzier, Douglas ed Egbunu riuscendo a ricacciare indietro Pesaro trovando la seconda vittoria consecutiva, fondamentale per la lotta salvezza. Il centro nigeriano della Openjobmetis è il migliore in campo con una prestazione molto solida sia in difesa che in attacco, per lui 24 di valutazione in cui sfoggia tutto il suo repertorio fatto di energia ed atletismo con schiacciate e stoppate, spesso nella stessa azione.

PRIMO QUARTO: Primi punti del match messi a segno dal veterano Luis Scola, a cui risponde subito dall’arco Filipovity. La bomba di Douglas vale il primo vantaggio biancorosso 8-7 dopo 3′. Sette punti consecutivi di Scola valgono il 18-7 a metà quarto. Delfino segna una tripla tirando da solo dall’angolo a chiudere il parziale varesino. Il primo quarto si chiude sul 26-18 con 13 punti messi a segno da Scola.

SECONDO QUARTO: Morse dopo 2′ di gioco del secondo quarto mette i primi due punti, le difese sono toniche ed aggressive costringendo gli attacchi a cercare soluzioni forzate. Robinson segna con una bellissima parabola dal centro dell’area. La rubata con contropiede di Douglas e canestro di Beane fanno 33-20 a metà quarto. Robinson ruba palla a Ruzzier a in contropiede segna riportando Pesaro sotto la doppia cifra di svantaggio. Robinson sulla sirena dei 24″ segna il -5 pesarese. Scola mette a segno in contropiede il canestro che chiude la striscia di Pesaro, Egbunu stoppa e va a schiacciare, Varese torna a +10 con il libero di Scola. Il primo tempo va in archivio sul 40-28, con la Openjobmetis che ha messo in campo una gran difesa.

TERZO QUARTO: Cain lasciato solo sottocanestro viene pescato da Robinson segnando i primi punti del secondo tempo. Beane segna sulla sirena dei 24″, 42-30. Drell ne mette 4 consecutivi per tenere a contatto la Carpegna. Egbunu trova il canestro dopo un paio di tentavi sbagliati, Filloy segna dall’arco. Sette punti consecutivi Egbunu riportano Varese sul +10, ma risposta di Delfino è immediata, Pesaro sta iniziando a trovare confidenza con il tiro pesante. Drell ne mette 6 tenendo Pesaro a due possessi di distanza da Varese. Ruzzier con un sottomano segna il 61-49, tornando a mettere un buon margine di distanza con gli ospiti.

QUARTO QUARTO: Morse prende rimbalzo d’attacco e segna da sotto. Beane segna con un sottomano +16 Varese, massimo vantaggio. Robinson da 8 metri mette una gran bomba 69-57 dopo 3′ di gioco. Robinson viene lasciato ancora solo e mette la tripla del -9, Bulleri è costretto a chiamare time out. Scola chiude il parziale di 8-0 pesarese. Filloy mette il canestro del -7 71-64 a 3′ dalla fine. Ancora Filloy 71-67. Ruzzier mette i due liberi riportando Varese a +6. Douglas mette una delle rarissime triple della sua gara, tripla però importantissima, l’Openjobmetis torna a +9. I liberi di Ruzzier riportano a + 10 Varese, Douglas mette la bomba sulla sirena 81-68 il finale.

MVP BASKETINSEDE.COM: Egbunu (13 pts, 10 rbs)