Venezia bene per tre quarti, poi la Virtus scappa via

In una partita sempre in equilibrio sono decisive le giocate difensive di Pajola & C. Tonut tiene avanti Venezia per 30 minuti, poi con la difesa Bologna piazza il parziale decisivo.

di Marco Muffatto

Sfida alta quota in quel del Taliercio, a Mestre arriva la Virtus Bologna, reduce dalla vittoria contro Anversa in EuroCup. Coach Djorjevic può contare su tutti gli effettivi.

Venezia invece è ancora incerottata, recupera all’ultimo minuto Daye, ma è costretta a rinunciare a Mitchell Watt, prima assenza forzata in orogranata per il centro USA.

QUINTETTO VENEZIA: De Nicolao, Tonut, Bramos, Mazzola, Fotu.

QUINTETTO BOLOGNA: Markovic, Adams, Weems, Ricci, Gamble.

 

PRIMO PERIODO:

Un gioco alto basso della Virtus apre la sfida con Gamble che mette a referto i primi due punti a cui risponde subito Tonut, dopo una palla persa, con una tripla. Punteggio in equilibrio dopo 4 minuti di gioco con Weems che porta avanti le V nere sul 9-10. Gli orogranata sono Tonut dipendente (11 punti nel solo primo quarto) e rimette il naso avanti grazie anche a 3 punti di De Nicolao. Anche Fotu colpisce da fuori e  prova a lanciare la prima minifuga sul 17 – 12 a 3’10’’ dalla fine del primo quarto. Si iscrive alla partita Milos Teodosic, che con 5 punti consecutivi, apre un parziale di 7-0 e riporta i bianconeri a chiudere il primo periodo avanti sul 20-21.

SECONDO PERIODO:

Giò otto palle perse e già 3 falli di squadra per Venezia dopo solo 30’’ del secondo quarto, ma la Virtus per il momento non ne approfitta ed il risultato resta in bilico. Si abbassano le percentuali e dopo 2’ il parziale è di 1-0 per l’Umana. Markovic tiene a contatto la Virtus dopo l’ennesima tripla dei padroni di casa ( 9 su 14 nel primo tempo) con Mazzola, poi un paio di “non fischi” della terna portano un tecnico a coach De Raffaele a 5’30’’ dal termine. Torna sul parquet Tonut e riprende da dove aveva lasciato, con la quinta tripla su sei tentativi porta Venezia avanti sul 34 -28. Un solido Fotu firma il primo massimo vantaggio sul +10 per gli orogranata a 2’ dalla fine del primo tempo. Markovic prova a non far scappare la Reyer e dopo un libero segnato da De Nicolao il primo tempo si chiude sul 43-34.

TERZO PERIODO:

Ad inizio del terzo periodo sempre Fotu segna il nuovo massimo vantaggio per i padroni di casa sul +11, ma Gamble in un amen riporta la Virtus sotto la doppia cifra di svantaggio. Se Tonut sta guidando Venezia da una parte Markovic guida quasi da solo le V nere per provare a non far scappare i padroni di casa. Ancora Tonut “ruba” un rimbalzo offensivo e segna per il +12 dopo 4 minuti. A metà del quarto la sfida rischia di perdere uno dei suoi protagonisti con Markovic che esce dopo un infortunio al gomito. Venezia ora fatica a trovare la via del canestro e Bologna arriva fino al -6 sul 56-50 a 4’ dalla fine del periodo. Tonut non ci sta e segna un’altra tripla, ma Tessitori comincia a fare il vuoto sotto canestro, caricando di falli gli orogranata, portanto Bologna sul -3 a 2’16’’ dall’ultimo intervallo. Bramos non capitalizza i tre liberi concessi dopo un fallo ed un tecnico a Djordjevic, ecco allora che Bologna ne approfitta e sempre con Tessitori firma il sorpasso a 50’’ dalla fine del periodo. Due liberi di Stone segnano il controsorpasso per gli orogranata a chiudere il quarto sul 62-61.

QUARTO PERIODO:

L’ultimo quarto si apre con l’ennesima palla recuperata e conseguente contropiede di Pajola e succesivo canestro di Ricci per un parziale di 4 a 0 che costringe De Raffaele ad un time out dopo solo 36’’. La squadra di Djorjevic alza i giri in difesa mettendo in difficoltà Venezia e nei ribaltamenti trova sempre la via del canestro trovandosi in un attimo sul +8 a 6’44’’ dalla fine. Venezia è in rottura prolungata e dopo la 22ma palla persa degli orogranata Ricci firma il +12 su 62-74 a 5 minuti dalla fine. Dopo sei minuti l’Umana è ancora a secco e sembra non averne più, complice anche le rotazioni ridotte. Bologna ormai ha le mani sulla partita e lascia spazio allo spettacolo con un alley oop di Hunter su assist di Teodosic. Venezia non ne ha più e la Virtus vola sul+ 17.

UMANA REYER VENEZIA – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA  68-83

MVP BASKETINSIDE:

Alessando Pajola

Parziali: 20-21; 43-34; 62-61.

Umana Reyer: Casarin 1, Stone 4, Bramos 3, Tonut 24, Daye 2, De Nicolao 9, Vidmar 4, Chappell 9, Mazzola 3, D’Ercole ne, Cerella, Fotu 9. All. De Raffaele.

Segafredo Virtus Bologna: Tessitori 12, Deri ne, Abass, Pajola 7, Alibegovic 2, Markovic 14, Ricci 6, Adams, Hunter 6, Weems 16, Teodosic 11, Gamble 9. All. Djordjevic.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy