Venezia ci prova, ma con Siena non c’è scampo.

0

MONTEPASCHI SIENA-UMANA VENEZIA 86-76 (22-19, 43-33; 67-56)

Dopo le ben note vicende estive la Reyer Venezia torna a calcare il parquet della massima serie: l’avversario non è proprio il più abbordabile per i lagunari, Clark e compagni debuttano infatti sul campo del Montepaschi Siena dominatore in Italia e fresco della recente vittoria in Supercoppa contro Cantù. Pianigiani, che a partire dalla prossima settimana dovrà gestire il doppio impegno eurolega-campionato, lascia fuori Moss dalle rotazioni e schiera in quintetto Mc Calebb, Aradori, Summers, Stonerook ed Andersen. Mazzon risponde con Young, Clark, Slay, Szewczyk e Fantoni.

 

La palla a due sorride a Siena ed è Andersen a siglare il primo vantaggio per i padroni di casa. Mc Calebb parte subito con il turbo ed allunga fino all’8-5 dopo due minuti intensissimi. Clark prende la misura dai 6,75 (5/7 a fine partita) e mantiene i suoi a contatto, imitato subito dopo dal neo acquisto Bowers, che in un baleno piazza le due triple che riportano il punteggio in parità (17-17). Pianigiani richiama Mc Calebb e manda in campo Nikos Zisis: il greco non perde tempo con le presentazioni e con due canestri, di cui uno subendo fallo, chiude la prima frazione sul 22-19 per i toscani.

Clark torna sul parquet e timbra immediatamente il cartellino, la Reyer si riporta così a -1. La schiacciata imperiosa di Bryan sigla il nuovo vantaggio per gli ospiti, prima che la premiata ditta lituana Kaukenas-Lavrinovic, ben assistita da Zisis, riporti avanti i padroni di casa. Una prolungata sterilità a rimbalzo della Reyer dà la possibilità a Siena da allungare: Kaukenas e Zisis non si fanno pregare e allungano fino al +10 a un minuto dalla pausa lunga. Clark ci mette una toppa, anzi due (37-32) ma è ancora l’infallibile Zisis a ricacciare indietro i lagunari e mandare tutti negli spogliatoi sul 43-33.

Al rientro in campo è Slay aprire le ostilità colpendo dall’arco; poi la partita diventa confusa, entrambe le squadre perdono molti palloni (17 per Venezia, 16 per Siena al 40′) e il punteggio non si schioda fino al 24′. Il canestro di Young (43-38) funge da campanello d’allarme per i ragazzi di Pianigiani, che in un minuto mettono a segno un parziale mortifero di 11-0 portando il Montepaschi al massimo vantaggio (54-38). Il trio americano Slay-Clark-Bryan fa il possibile e anche di più, ma Siena non vacilla e con un buon apporto dalla panchina, Aradori e Carraretto su tutti, chiude il quarto sul 67-56.

L’ultimo parziale non riserva grandi sorprese: Siena, con Andersen, anche oggi molto brillante, e Kaukenas rintuzza gli attacchi dei vari Clark e Slay, mentre Szewzcyk è costretto a lasciare il campo per sopraggiunto limite di falli, seguito poco dopo da Bryan. Il vantaggio si mantiene costantemente sopra la decina e quando Zisis, a 2′ dallo scadere, trova la tripla del +15 (83-68), i titoli di coda iniziano a scorrere sulla gara. L’ennesima, sebbene inutile, tripla di Clark chiude questo match tra Montepaschi e Reyer sul 86-76. Per i lagunari 0 punti ma comunque grandi applausi da parte del numeroso pubblico accorso al PalaEstra.

 

Siena coglie così la terza vittoria consecutiva, inclusa la supercoppa, della stagione. La squadra non appare ancora lo schiacciasassi inarrestabile della scorsa stagione, ma per ora è sufficiente. Summers (3 pt in 17′) dimostra un grande potenziale ma non è ancora entrato bene nei meccanismi del basket europeo: Pianigiani è disposto ad aspettare, nel frattempo si gode Andersen (16 pt), Zisis ed il solito McCalebb. Lo sguardo adesso passa all’eurolega.

Venezia non deve però fasciarsi la testa: l’avversario di oggi era quasi proibitivo, ciononostante la Reyer non ha sfigurato. Clark e Slay hanno guidato la truppa di Mazzon con 42 punti in due, ma non è bastato per fermare Zisis e soci. Sottotono la prestazione di Szewzcyk, che non è riuscito a farsi valere sotto le plance ed è uscito per falli con a referto 7 pt e 1 di valutazione. Il tempo sarà buon giudice: l’entusiasmo, c’è da giurarci, non mancherà.

MVP Basketinside: Nikos Zisis

Siena: McCalebb 13, Andersen 16, Stonerook 5, Aradori 6, Summers 3; Zisis 16, Carraretto 6, Lavrinovic 10, Kaukenas 11, Ress 0. N.e.: Michelori, Lechtaler. All.: Pianigiani.

Venezia: Clark 23, Slay 19, Szewczyk 10, Young 6, Fantoni 5; Allegretti 0, Tomassini 0, Meini 0, Bowers 6, Rosselli 0, Bryan 10. N.e.: Causin. All.: Mazzon.