Venezia non perdona da fuori, Reggio Emilia deve arrendersi

Gli orogranata, aspettando l’annuncio di Clark presente al Taliercio, quasi infallibili dall’arco spazzano via Reggio Emilia.

di Marco Muffatto

Ultima partita del girone di andata con l’Umana Reyer Venezia che già da ieri sera, grazie alla sconfitta di Trento ha raggiunto matematicamente le Final8 di Coppa Italia. Reggio invece costretta a vincere e sperare poi in una battuta d’arresto nel recupero di Cremona – Milano.

QUINTETTO VENEZIA: De Nicolao, Tonut, Bramos, Stone, Watt.

QUINTETTO REGGIO EMILIA: Candi, Taylor, Bostic, Kyzlink, Elegar.

PRIMO PERIODO:

Watt apre la partita con una tripla a punire la zona messa in campo da Martino. Ritmi alti fin da subito con Reggio che alterna diverse difese per mettere in difficoltà l’attacco orogranata. Tonut  prende per mano in compagni per il 13-6 con 5’10’’ dal primo riposo. Reggio paga l’imprecisione da fuori e Watt con le sue giocate costringe Martino al primo time out sul 18-8. Reazione dei biancorossi guidata da Baldi Rossi prima e Taylor dopo che riavvicinano Reggio sul 21-13 con 2’ da giocare. Daye si iscrive a referto con un paio di giocate da urlo, ma Venezia non riesce a dare lo strappo decisivo con Reggio che chiude con due liberi del folletto Taylo sul 26-19.

SECONDO PERIODO:

I ragazzi di Martino alzano i giri in difesa e firmano il parziale grazie ad un 5 a o personale di Baldi Rossi avvicinandosi sul -3. De Nicolao prova a respingere la rimonta, ma ancora Baldi Rossi guida l’attacco e tiene a contatto Reggio sul 34-31 con 6’24’’ dall’intervallo lungo. Bramos e Watt tornano a far corre gli orogranata costringendo Martino al time-out cercando di fermare il parziale di 7-0 che spinge Reggio a -10 con 4’54’’ sul cronometro. De Raffaele “mescola” le difese mettendo in difficoltà l’attacco reggiano, mentre sul ribaltamento trova soluzioni facili in successione con De Nicolao, Tonut e Bramos per il +14. Ancora Tonut da fuori punisce la difesa di Reggio e Widmar sfrutta un assist 5 stelle di Daye firmando il +15 che chiude il primo tempo sul 54-39.

TERZO PERIODO:

Taylor con le sue scorribande prova a guidare la nuova rimonta reggiana, ma è ancora Austin Daye a colpire dall’arco per il 59-45 dopo 4’. Adesso Venezia prova a dare la spallata decisiva con le giocate a due tra Watt e Daye costringendo Martino al time out sul -18 con 5’04’’ dall’ultimo intervallo. Ancora Watt fa valere il fisico e l’esperienza con Elegar tenendo a un margine di sicurezza Reggio. Candi e Taylor provano a dare la scossa, ma non basta chiudendo sul -17 il terzo quarto.

QUARTO PERIODO:

Non cambia il registro nell’ultimo quarto con Venezia che continua ad affidarsi a Watt che non trova opposizione. Reggio sembra aver accusato definitivamnete il colpo con Venezia che controlla senza problemi per il +20 finale.

UMANA REYER VENEZIAUNAHOTELS REGGIO EMILIA 95-75

MVP BASKETINSIDE:

Austin Daye

Parziali: 26-19; 54-39; 71-54.

Venezia: Casarin 6, Stone, Bramos 6, Tonut 14, Daye 18, De Nicolao 12, Campogrande 7, Vidmar 6, Chappell 2, D’Ercole, Cerella 2, Watt 22. All.re De Raffaele

Reggio Emilia: Bostic 10, Candi 9, Baldi Rossi 17, Porfilio NE, Taylor 17, Giannini NE, Elegar 10, Bonacini NE, Diouf 6, Kyzlink 6. All.re Martino

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy