Venezia soffre ma ha la meglio su Brindisi

I lagunari non giocano una partita spettacolare ma rimangono lucidi nel finale portando a casa la vittoria

di Riccardo Lucarini

Ultima partita di campionato  prima della sosta per la Coppa Italia. Brindisi arriva a Venezia con fame di punti per risalire in classifica. I lagunari dal canto loro devono vincere per mantenersi nelle zone alte della classifica. Partita molto equilibrata. A inizio quarto quarto Venezia piazza quello che sembra break decisivo ma Brindisi è coriacea e rientra a -2. Venezia è Però brava a non perdere la calma e difende molto bene portando a casa la vittoria.

LA PARTITA:

Partenza equilibrata. A Watt e Peric rispondono Smith è un Tepic in grande spolvero. Al 5′ è 5-4. Dopo un timeout di Brindisi i lagunari scendono in campo con grandissima verve e grazie alle giocate di uno scatenato Peric e alla precisone di Mike Bramos allungano fino al 16-8 all’8′. Brindisi però non molla la presa e con Tepic e Mesicek rientra fino al 21-16 del 10′.

Inizio sulla falsariga del primo quarto. Mesicek e Lalanne rispondono a Biligha, D-Johnson e Peric. A metà frazione il distacco è pressoché invariato (31-25). Nella seconda metà del quarto il risultato Venezia segna solo due canestri dal campo ( Bramos e Haynes), ma Brindisi non ne approfitta. Nonostante questo Tepic sullo scadere di quarto fissa il -3 dai sei e settantacinque ( 36-33).

Inizia meglio Brindisi che prova a riavvicinarsi prepotentemente con Lalanne e Tepic. Nonostante la resistenza di Bramos e Peric al 5′ Moore fissa la parità ( 45-45). Reazione Reyer con Peric in prima linea. Al 8′ Johnson mette la tripla del 54-40. Brindisi però non molla e rientra sul -2 con Moore (56-54 al 9′). Sul finale di quarto Johnson segna la tripla che vale il 59-54.

Importante allungo ad inizio quarta frazione per Venezia che con il solito Peric e la tripla di Cerella si porta sul 64-56 al 2′.
Nonostante la reazione di Lalanne Paul Venezia allunga ancora e l’ennesima tripla di uno scatenato Bramos porta i lagunari sul 70-60 a metà frazione. A questo punto per la Reyer si spegne la luce e Brindisi con Smith e Moore piazza un parziale di 8-0 che riporta i pugliesi sotto di due lunghezze ( 70-68 al 7′). Venezia è però lucida e segna con Watt e Johnson non concedendo più punti a Brindisi dal campo ad eccezione di un canestro di Mesicek. Alla sirena gli orogranata trionfano 76-71 dopo il punto esclamativo di Watt dalla lunetta.

TABELLINO:

UMANA REYER VENEZIA- HAPPY CASA BRINDISI 76-71 ( 21-16, 36-33, 59-54)

UMANA REYER VENEZIA:

Haynes4, Peric 21, Johnson 11, Bramos 15, Tonut 4, Daye , De Nicolao 1, Bolpin, Ress , Biligha 10, Cerella 3, Watt 7. All. De Raffaele

HAPPY CASA BRINDISI:

Suggs 5, Tepic 15, Oleka, Smith 8, Mesicek 16, Cardillo,  Sirakov, Moore 10, Donzelli , Canavesi, Giuri 2, Lalanne 15. All. Vitucci.

MVP BASKETINSIDE: Hrvoje Peric ( 21 punti,   8 rimbalzi, 2 assist)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy