Venezia supera anche Trento, Gentile da solo non basta

A Trento non basta un Gentile da 24 punti, decisivo lo strappo sulla fine del 3 quarto firmato Filloy

di Marco Muffatto

Questa sera al Taliercio arriva Trento, storica rivale della finale scudetto 2017, vinta dalla Reyer 4-2 dopo una serie combattuta e dal livello di intensità fisico difficilmente ripetibile.

Ma questa sera il clima, almeno sugli spalti, è diverso, infatti la Reyer ha organizzato il Teddy Bear Toss, per poter raccogliere peluches da donare ai bambini ricoverati nei reparti pediatrici del territorio, iniziativa già vista in Italia qualche anno fa.

Trento deve rinunciare a Craft, mentre De Raffaele lascia a riposo in via precauzionale Vidmar e Tonut per fare spazio al rientrante Casarin e allo “straniero di coppa” Udanoh.

Parziali: 17-21; 37-37; 62-53.

Spettatori: 3.413

Reyer Venezia: Udanoh 11, Casarin N.e., Stone 4, Bramos 3, Daye 10, De Nicolao 11, Chappell 2, Filloy 8,  Mazzola 8, Cerella 6, Pellegrino N.e., Watt 16. All.re De Raffaele

Dolomiti Energia Trentino: Kelly 2, Blackmon 18, Gentile 24, Pascolo, Mian, Forray 5, Knox 8, Mezzanotte 12, Laduner N.e., King, Lechthaler N.e.. Al.re Brienza

Una tripla di Mazzola apre la partita e il conseguente lancio di pupazzi per l’iniziativa promossa dalla Reyer. Nei primi minuti Gentile e Mezzanotte guidano l’attacco di Trento provando un primo tentativo di fuga sul 10-16. Iniziano le rotazioni e sale l’intensità difensiva orogranata e il primo parziale con una tripla di Cerella da una parte ed una penetrazione di Gentile (11 punti nel solo 1 quarto) dall’altra che chiude il primo quarto sul +4 Trento.

Due giocate consecutive da 3 punti firmate da Udanoh aprono il secondo quarto e ribaltano completamente il risultato a favore di Venezia, mentre Gentile continua a mostrare tutto il repertorio per tenere a contatto Trento. A metà del secondo quarto si mette al lavoro Blackmon che con 4 punti consecutivi riporta avanti la squadra di Brienza. Calano le percentuali sul finire del primo tempo e il risultato rimane in equilibrio, con un canestro del solito Gentile (18 punti all’intervallo) che impatta sul 37-37.

Il secondo tempo continua sull’andamento dei primi due quarti all’insegna dell’equilibrio e i botte e risposta da una parte e dall’altra fino a due minuti dal termine quando De Nicolao infiamma il Taliercio con una penetrazione prima e un assist per Mazzola poi che porta la Reyer sul +6. La fine del quarto segna lo strappo dato da Filloy che con due triple chiude il quarto sul 62-53 per gli orogranata.

Nell’ultimo quarto la squadra di De Raffaele alza ancora una volta l’intesità difensiva e comincia a trovare canestri facili con Daye e Watt che portano Venezia sul +12 a 6 minuti dal termine. Trento sembra subire il colpo e fa fatica a reagire e in attimo si trova sul -16. La Reyer molla per un paio di azioni la presa e Blackmon piazza un parziale di 7-0 che tiene in vita Trento a 2 minuti dalla fine, ma è troppo tardi per colmare il gap. Venezia controlla gli ultimi possessi e chiude la partita con un libero di Daye che sigla il punteggio sul 79-69.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy