Venezia vince nella riedizione dell’ultima finale di Coppa Italia

Partita sempre in equilibrio decisa dalle giocate di Watt e Tonut

di Marco Muffatto

Eccoci qua ed ironia della sorte la prima partita ufficiale della nuova stagione di Lba coincide con l’ultima partita giocata di quella passata, ovvero la finale Coppa Italia vinta dall’Umana Reyer proprio contro Brindisi.

Molto è cambiato da quel 16 febbraio 2020, soprattutto in casa brindisina dove il mercato ha stravolto quasi completamente il roster a disposizione di coach Vitucci. Uno su tutti l’addio chiacchierato di Adrian Banks accasatosi alla Fortitudo e a seguire quello non meno doloroso di John Brown III.

Tornando all’attualità entrambi i coach possono contare su tutti gli effettivi ed ecco allora che per Venezia De Raffaele sceglie Fotu al posto di Vidmar nel reparto extracomunitari.

Dopo le ultime disposizioni il Pala Taliercio aperto per quasi 700 persone dopo l’ottima organizzazione delle settimane scorse in Supercoppa dove subito la società orogranata aveva messo in moto la macchina perfetta per aprire ai suoi tifosi in tutta sicurezza.

QUINTETTO VENEZIA: De Nicolao, Bramos, Tonut, Mazzola, Watt.

QUINTETTO BRINDISI: Harrison, Thompson, Bell, Perkins, Willis.

 

PRIMO PERIODO:

E’ di Stefano Tonut il primi due punti della nuova stagione per l’Umana Reyer,  mentre Brindisi fatica a trovare la via del canestro grazie alla difesa forte fin da subito dei padroni di casa. A 4 minuti dal termine del primo quarto il punteggio rimane basso ed in equilibrio fino a che entra Stone dalla panchina ed inizia ad alzare i giri dell’attacco e Venezia piazza il primo break sul +6. Brindisi non ci sta e si rifà sotto con Bell e Perkins fino alla tripla di Harrison che fa mettere il naso davanti alla squadra di Vitucci. Tanti errori negli ultimi possessi e il primo parziale si chiude in parità sul 15-15.

SECONDO PERIODO:

Il secondo quarto inizia sull’onda Mitchell Watt, già a quota 11 nei soli primi 14 minuti, spingendo gli orogranata sul 23-17. Harrison si carica la squadra sulle spalle caricando di falli il giovane Casarin e riavvicindando i brindisini fino al -2 a metà del secondo quarto. Due triple di Chappell, le prime della partita per Venezia, tengono a distanza di “sicurezza” Zanelli e compagni. Gli ultimi 2 minuti sono firmati Fotu che chiude un parziale di 2-7 firmato Bell&Willis per Brindisi e porta gli orogranata a chiudere il primo tempo avanti 33-28.

TERZO PERIODO:

Il terzo parziale parte come gli altri due ovvero con Watt a farl da padrona subito con un fallo e vale a cui riposte un tap-in spettacolare di Willis e un canestro da sotto di Perkins che non fanno scappare via gli orogranata. A metà del terzo periodo sempre Perkins dalla lunetta firma il -2. In questa frazione Tonut sale in cattedra e prova il break per l’Umana, ma Willis non ci sta e si rimane a contatto a 3 minuti dalla fine del penultimo parziale. In rapida successione due canestri di Daye e una tripla dall’angolo di capitan Bramos portano Venezia al primo massimo vantaggio (+11) a 1’36”. Sempre Tonut chiude il quarto con una giocata spettacolare per il nuovo massimo vantaggio sul 60-46.

QUARTO PERIODO:

Parte forte Brindisi che si riavvicina con Udom e Bell, ma allo stesso tempo è già in bonus ad appena 4 minuti dall’inizio dell’ultimo quarto. Si alzano i ritmi ed un paio di giocate del giovane Casarin sembrano poter tenere a distante Brindisi. Ma la squadra di Vitucci non molla e con Harrison e Zanelli e una tripla di Bell firmano un parziale di 0-10 e si riporta sotto la doppia cifra di svantaggio 71-65 a 2’12” dalla fine. Brindisi ci prova ancora, ma un tiro forzato di Harrison prima e una palla persa di Gaspardo lanciano Venezia alla vittoria finale che, con due liberi finali di De Nicolao fissa il punteggio sul 75-67 per l’Umana Reyer.

UMANA REYER VENEZIAHAPPY CASA BRINDISI 75-67

MVP BASKETINSIDE: Watt & Tonut

 

Parziali: 15-15; 33-28; 60-46.

Umana Reyer Venezia:Casarin 2, Stone 4, Bramos 6, Tonut 13, Daye 14, De Nicolao 2, Chappell 10, Mazzola, D’Ercole, Cerella, Fotu 6, Watt 18. All. De Raffaele.

Happy Casa Brindisi:Krubally 4, Zanelli 2, Harrison 11, Visconti, Gaspardo 2, Thompson 4, Cattapan ne, Guido ne, Udom 7, Bell 12, Perkins 11, Willis 14. All. Vitucci.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy