Playoff SF G2: La Virtus allunga nel secondo tempo e non si ferma più, battuta Tortona

0
Milos Teodosic

Dopo un primo tempo sofferto, la Virtus Bologna ha la meglio su Tortona. I bianconeri rientrano nel secondo quarto e allungano nella ripresa grazie alla vena di Teodosic, MVP. Finisce 91-7. Buone prestazioni di Tessitori e Mannion.

Recap

Dopo una gara 1 combattutissima e decisa a favore di Bologna dalla prestazione incredibile di Marco Belinelli si affrontano per gara due la Virtus Segafredo e la Bertram Derthona.

Quintetti

Virtus Bologna: Pajola, Shengelia, Teodosic, Jaiteh, Cordinier

Bertram Derthona: Wright, Sanders, Daum, Cain, Macura

Primo Quarto

Tortona parte forte con un parziale di 5-0. L’attacco Virtus è guidato da Teodosic che segna la prima tripla del suo incontro. Ma Derthona sembra più in palla: due palle perse dei bolognesi portano a due contropiedi e ai canestri di Cain e Daum, che realizza anche il libero concesso. I canestri di Weems e Shengelia riavvicinano le Vunere, Pajola pareggia i conti (10-10 con 06:29 da giocare).Tortona litiga con il ferro ai liberi e la partita rimane in equilibrio nonostante le 4 palle perse di Teodosic. Macura con un gioco da 3 punti porta i suoi sul + 4. La Virtus ha esaurito il bonus e la Bertram continua ad andare in lunetta: Daum fa due su due. Pajola, prova a scuotere i suoi con una tripla. Entrano in gioco i maggiori protagonisti di gara 1: due liberi di Belinelli anticipano la bomba di Severini. Derthona allunga con la bomba di Filloy, prima del canestro di Hackett. 20-26 quando mancano 60 secondi. Nell’ultimo minuto non segna nessuno.

Secondo Quarto

Il primo canestro del periodo arriva dopo tre minuti ed è di Mannion. Ma Bologna continua a soffrire a rimbalzo. Arriva il canestro in contropiede di Cain, ma subito dopo segna ancora Mannion con la tripla. Il primo timeout arriva sul 25-28, chiamato da Ramondino. Al rientro Shengelia fa due su due ai liberi. La Virtus va in vantaggio con il semigancio di Tessitori e realizza la bomba del +4 con Cordinier. Tortona invece sembra essersi bloccata e Teodosic la punisce con un’altra tripla. Filloy sblocca la situazione per la Bertram con un 3/3 ai liberi. E’ sempre Bologna al comando con il canestro in penetrazione di Teodosic e i liberi di Tessitori. Tutte e due le squadre sono in bonus e Daum fa 2/2. 39-33 prima del canestro di Shengelia che apre l’ultimo minuto. L’ultimo canestro e di Macura che prima stoppa Alibegovic e poi realizza in contropiede. 41-35 il punteggio a favore della Virtus ala fine del primo tempo.

Terzo Quarto

Weems da segnali di vita con i primi due punti appoggiati al tabellono. Segna subito anche Tortona con il jumper di Wright. Risponde Jaiteh da sotto. Sanders, migliore tiratore da 3 di questi playoff, mette la bomba del 45 a 40. Lo imita Mike Daum per il -2. I ritmi alti favoriscono gli attacchi, con i due canestri in fila di Teodosic prima da due e poi da 3. Macura commette due falli e, avendone già commessi altri due, viene sostituito. Prosegue il monologo di Teodosic che porta la Virtus sul +10 con il canestro da oltre l’arco. La schiacciata di Shengelia porta al timeout di Ramondino. 55-43 con 05:51 sul cronometro. Al rientro segna Cannon da 3, ma Jaiteh e Shengelia sotto fanno la voce grossa. Viene fischiato un antisportivo a Cannon, e Teodosic segna il libero, arrivando a 18 punti realizzati. Tortona non sembra più essere in partita e sbaglia ancora sotto canestro con Cain. L’ex Varese si rifà subito dopo con un arresto e tiro. Filloy prova a dare la scossa, segna e subisce il fallo di Sampson, realizza il gioco da 4 punti per il -11 Tortona. Si accende però Belinelli che mette la una tripla delle sue. Due jumper di Cain ed Hackett fissano il punteggio sul 68-54, prima del canestro di Sampson. Severini fa uno su due ai liberi. L’ulitmo canestro è di Sampson che schiaccia in contropiede del +17 (72-55).

Ultimo quarto

Hackett apre le marcature con una tripla. Gli risponde Severini. Macura segna con un bella parabola, poi la penetrazione di Mannion e il canestro di Sampson portano al +22 di Bologna (81-59). Inizia il garbage time dopo il canestro di Wright, nel segno dei canestri di Tessitori e Macura.