La Virtus supera Brescia sul finale grazie a un super Teodosic

Il serbo gioca una gara di ottima qualità e dona alla Virtus il secondo successo in campionato. Decisivo un libero dell’ex Abass.

di Fabio Rusconi

Proprio lui, proprio Abass. Il grande ex di turno non gioca una partita buona, ma mette il libero che condanna Brescia alla terza sconfitta in altrettante uscite tra campionato ed EuroCup. Una situazione che inizia a farsi pesante per la Leonessa, che oggi ha messo in campo quasi tutto il necessario per prendersi lo scalpo delle V-Nere. Ma non basta, e alle volte è difficile analizzare sconfitte di questo tipo, perché si fondano su episodi: sugli ultimi possessi sprecati da Brescia, sul già citato libero di Abass, sulla stoppata di Hunter su Crawford che dà il là al contropiede che porta al fallo finale su “Abi”. Si fonda sulle triple da centrocampo di Teodosic poco prima dell’intervallo, a tenere i suoi compagni a contatto. Ce ne sono mille di situazioni: quelle difensive di un Ristic molto negativo, quelle di una Brescia che gioca gli ultimi minuti con il doppio play, con Vitali, positivo stasera, preferito a un Moss altrettanto solido, che sbaglia il tiro della vittoria. Con i “se” e con i “ma” non si rifà il mondo, ma certamente ora la situazione in casa lombarda non è delle migliori, seppur oggi Esposito abbia avuto risposte da alcuni giocatori. Su tutti Chery, il migliore dei suoi con 24 punti, e Burns, quest’ultimo a dare un livello difensivo superiore alla Germani rispetto ai colleghi di reparto. Djordjevic gode, fa i complimenti a una Leonessa arcigna ma incapace di chiuderla e che alla fine si lecca le ferite e si gode un Teodosic anche oggi decisivo con 19 punti e +16 di plus/minus. La prossima settimana, con le gare interne contro Ulm e la trasferta a Treviso, saranno già decisive per capire se Brescia è quella che tutti si aspettano che sia.

Quintetto Brescia: Chery, Crawford, Moss, Cline, Ristic

Quintetto Virtus: Markovic, Adams, Weems, Ricci, Tessitori

Chery apre le danze con una tripla. Ristic lo segue ma il serbo fin dai primi minuti mostra difficoltà a contenere Tessitori, che segna agilmente i primi due canestri Virtus (5-4 al 2′). Equilibrio nei primi minuti, nei quali è Moss ad essere un fattore: schierato in quintetto da Esposito, il capitano della Leonessa è molto cavalcato e porta i suoi a +6 con il gioco da tre punti (13-7 al 5′). Coach Djordjevic corre ai ripari mettendo in campo Teodosic, e trova una reazione dei suoi, col canestro in contropiede di Weems e un “and one” di Gamble. Teodosic segue con una bomba che dona ai viaggianti il primo vantaggio della serata (13-15). E’ rottura prolungata per Brescia, che subisce un parziale di 10-0 e scivola a -4 (13-17 all’8′). Reazione affidata a Kalinoski, neoentrato sul parquet, con un break 5-0 e la Leonessa è nuovamente avanti, ma i cambi di leadership sono continui e il primo quarto ci chiude 24-23.

Secondo quarto che si apre con due punti regalati alla Virtus per un “goaltending” inesistente di Burns. Minuti di basket caotico, con la Virtus in particolare che fa fatica a trattare bene la palla. Ne conseguono minuti in cui i punti a referto sono pochi (30-28 al 14′). Le palle perse dei bianconeri a metà primo quarto sono ben 10, ma gli ospiti tengono in difesa stando a contatto: male in questa fase la Germani in attacco, collezionando anch’ella qualche turnover di troppo (33-31 al 16′). La Virtus prova a sfruttare le evidenti difficoltà nel pitturato di Ristic dando spesso palla spalle a canestro a Gamble, che costringe il serbo a uscire anzitempo causa falli (3). L’idea è che Brescia senza Moss e Burns abbia problemi nella propria metà campo, ma è in attacco che la Leonessa prova a graffiare, con la bomba di un buon Vitali che vale il +4 (39-35 al 18′). E’ l’inizio di un parziale 8-1 che fa volare Brescia al massimo vantaggio, (+8, 44-36 al 19′). I locali sono guidati dalle giocate di Crawford, mentre dall’altra parte è Teodosic a aprire la difesa e a cercare di tenere a contatto i suoi, con due bombe irreali da 8 metri che fanno tornare le V-Nere a -1, 48-47, all’intervallo.

Ripresa aperta dalla bomba di Weems. Poche sortite offensive da ambo le parti, con le difese energiche. A metà terzo periodo le squadre sono pari a quota 54. La tripla di Crawford rompe l’equilibrio e viene seguita da quella di Chery che dona due possessi pieni di vantaggio alla Leonessa (60-54 al 17′). Djordjevic rimette in campo Teodosic (-11 di plus/minus per lui fin qui) e trova immediatamente un break 5-0 a riportarsi a -1. Terza frazione giunge alla fine sul 60-59, un brutto penultimo quarto in cui l’intensità ha prevalso sulla qualità.

Inizio positivo per Bologna nel quarto conclusivo: break 5-0 e +4 dopo un minuto abbondante (60-64 al 32′). Risponde Chery dall’arco, in una gara fin qui praticamente perfetta per lui: due bombe irreali per lui (5/6 dai 6.75 per lui fin qui) e Brescia torna avanti sul +2. Timeout Djordjevic, che trova il gioco da tre punti di Alibegovic per tornare avanti. Burns dalla lunetta riporta avanti la Leonessa, ma la risposta di Hunter è immediata, si profila un finale punto a punto e i coach rischiarano le loro punte di diamante Chery e Teodosic. Si ricomincia nel segno di Luca Vitali, il play cresciuto nella Virtus prima mette due liberi nell’ennesimo contro sorpasso e poi manda a bersaglio una bomba che significa +4 Brescia a meno di 2′ dalla fine. Vitali e Chery continuano a martellare in attacco, ma dall’altra parte Teodosic non demorde e trascina i suoi a contatto fino all’ultimo (80-77 al 39′). La Virtus difende, trova un ulteriore punto dalla lunetta con Gamble, Vitali spreca la bomba della staffa e Teodosic trova sempre dalla linea della carità il pareggio (80-80 a 30″ dal termine). I locali hanno un’altra palla per andare avanti ma la sprecano con Crawford (stoppato da Hunter), dando il là al contropiede di Abass che subisce il fallo di Sacchetti, convertendo 1/2. +1 per le V-Nere e ultima opportunità a Brescia, ma la spreca. Un finale al cardiopalma, che premia la Virtus 80-81.

Germani Brescia vs Virtus Segafredo Bologna 80-81 (24-23; 48-47; 60-59)

Brescia: Chery 24, Vitali 8, Burns 13, Sacchetti 4, Crawford 9, Cline 4, Ristic 2, Bortolani 0, Moss 6, Kalinoski 10, Ancellotti 0, Parrillo n.e.. All: Esposito

Bologna: Markovic 7, Abass 5, Hunter 14, Weems 10, Ricci 0, Teodosic 19, Alibegovic 11, Adams 0, Gamble 6, Pajola 3, Tessitori 6, Nikolic n.e.. All: Djordjevic

MVP Basketinside: Milos Teodosic, decisivo a fine secondo quarto con due triple incredibili da otto metri e nei minuti decisivi a dispensare assist per i compagni e a mettere canestri pesanti a referto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy