Watt è meraviglioso, Venezia in volata ha la meglio su un’ottima Pesaro

0

Vittoria sofferta per gli orogranata che contro un ottima Pesaro guidata da un super Delfino scivolano fino al -17. De Nicolao e Watt guidano la rimonta supportati da Tonut, Stone e un ritrovato Vitali.

Luca Banchi ritorna in Italia con la sua nuova avventura a Pesaro dopo l’addio di Aza Petrovic.

La squadra orogranata arriva dalla buona vittoria in EuroCup e De Raffaele sceglie di lasciar fuori Charalampopolous nella rotazione degli stranieri.

Quintetto Venezia: Phillip, Tonut, Stone, Mazzola, Watt.
Quintetto Pesaro: Tambone, Larson, Delfino, Demetrio, Jones.

Primo periodo

I primi tre punti della partita son di Pesaro a firma Larson. Punteggio fermo sul 0-3 dopo 3 minuti con Venezia che fatica a trovare soluzioni in attacco. Ancora Larson segna contro un ottima difesa di Phillip il 1-5 che costringe De Raffaele al primo time out dopo 4 minuti di gioco. Pesaro continua a viaggiare con ottime percentuali da fuori, ma ora Venezia, grazie alla panchina, si riporta sotto sul 11-13 con poco meno di 3’ dalla fine del primo quarto. La VL controlla il rientro della Reyer con le giocate di Sanford che chiude il primo quarto con arresto e tiro sulla sirena per il 14-19.

Secondo periodo

Parte forte Pesaro con gli assist di Moretti per i canestri di Zanotti prima e Demetrio dopo per il 16-23 dopo 2’ del secondo quarto. Ci prova Tonut a riaccedendere gli orogranata, ma Pesaro resiste e con Tambone e Demetrio spinge Venezia sul -8 con 6’ dall’intervallo lungo. Si entra negli ultimi due minuti con Pesaro che tocca il massimo vantaggio sul 27-36. Delfino orchestra l’attacco firmando il nuovo massimo vantaggio che chiude il primo tempo sul 30-40.

Terzo periodo

Pesaro continua a mettere in difficoltà i padroni di casa volando sul +17 (34-51) con un super Carlos Delfino già a quota 17 a metà del 3 quarto che costringe De Raffaele al time out. Reazione orogranata in uscita dal time out con un parziale di 7-0 firmato Tonut e Stone riavvicina Venezia sul 42-51 con 4’ dall’ultimo intervallo. Ancora Delfino per Pesaro, ma Venezia ora alza l’intesità difensiva e con la ritrovata precisione ai liberi rientra fino al -8. Tambone con un 2+1 ricaccia indietro Venezia, ma Watt con ancora due liberi chiude il terzo quarto sul 51-59.

Quarto periodo

Venezia prova a rientrare a contatto, ma Pesaro resiste, trovando soluzioni con Zanotti e Tambone per il 51-63 dopo 2’. Si alza la temperatura del Taliercio a metà del quarto con Venezia si riporta sul -4 (59-63) grazie al “solito” duo Watt e De Nicolao. Rimonta quasi completata con Venezia adesso sotto solo di due lunghezze con 3’40’’ dalla fine. Inerzia tutta orogranata con la tripla di Vitali per il 68-66 con 2’50’’ dalla sirena finale. Finale in volata con la difesa orogranata che manda in crisi Pesaro che non riesce più a trovare la via del canestro. Ancora Watt e una super stoppata di Stone chiudono gioco e partita per gli orogranata.


Umana Reyer VeneziaVL Carpegna Pesaro 77-68

Spettatori: 1.821

MVP Basketinside: Mitchell Watt

Parziali: 14-19; 30-40; 51-59.

Tabellini:

Umana Reyer Venezia: Stone 3, Tonut 10, Daye 11, De Nicolao 11, Sanders 3, Phillip 2, Echodas 2, Mazzola 3, Brooks, Cerella ne, Vitali 5, Watt 30. All.re De Raffaele

VL Carpegna Pesaro: Drell, Moretti 2, Tambone 7, Camara ne, Zanotti 6, Sanford 6, Larson 8, Demetrio 5, Delfino 22, Jones 12. All.re Banchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here