A2-Una Empoli coriacea non riesce nell’impresa, Sesto San Giovanni resta imbattuta

0

Geas Sesto San Giovanni – Scotti Use Rosa Empoli 66 – 58 (22-15, 39-29, 51-43)

GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Schieppati V. 12 , Arturi G. 5 , Oliva L. NE , Galbiati V. 15 , Bonomi B. NE , Decortes L. , Gambarini F. 9 , Barberis B. 13 , Grassia V. , Ercoli E. 12 , Pusca I. NE , All. Zanotti Cinzia

SCOTTI USE ROSA EMPOLI: Rosellini F. 9 , Calamai N. 6 , Gimignani L. NE , Manetti L. , Sesoldi G. 14 , Chiabotto E. 6 , Fabbri L. , Pochobradska K. 13 , Fabbri F. , Van Der Wardt S. , Lucchesini A. NE , Narviciute G. 10 , All. Cioni Alessio

ARBITRI:Sara Sciliberto, Lucia Bernardo, NOTE: Geas Sesto San Giovanni tiri liberi 12/15 (80%), Scotti Use Rosa Empoli tiri liberi 11/16 (68,8%). Tecnico alla panchina di Empoli 1:07.

Le squadre

Entrambi gli allenatori arrivano alla partita con i roster al completo. Da segnalare solo i pochi allenamenti svolti da Rosellini a causa di alcuni problemi alle ginocchia che le hanno impedito di giocare contro Bolzano.

La partita

Al Pala Carzaniga di Sesto San Giovanni va in scena il match più atteso del girone A di A2, quello tra la capolista Geas e, la sorpresa della stagione, l’Use Scotti Empoli, che arriva in terra lombarda con un sola sconfitta.

Coach Zanotti sceglie di partire con Arturi, Galbiati, Schieppati, Barberis e Ercoli; coach Cioni risponde con Calamai, la giovane Chiabotto, Rosellini, Narviciute e Pochobradska. E’ una sfida nella sfida quella tra la lunga umbra, classe ’95, e il pivot ceco di Empoli.

Ad aprire la gara è Galbiati con un facile lay-up, ma le squadre appaiono un po’ contratte e dopo 3′ il tabellone segna 4-2 Geas. La compagine lombarda inizia a difendere più forte, Empoli commette alcuni errori e la coppia Barberis-Galbiati porta il punteggio sul 13-6: la prima segna in contropiede e la seconda, dopo una stoppata di Ercoli si prende una tripla in ritmo che mette a bersaglio. Chiabotto risponde con la stessa moneta; Pochobradska prima perde palla, poi, dopo una forzatura della numero 7 in maglia bianca, segna un facile canestro da sotto (in “fuorigioco”) per il 17-13 che diventa 19-15 quando Rosellini inventa un assist per Sesoldi (ottima la sua prova da 14 punti con il 100% da 2 e il 100% dalla linea della carità). Nonostante le tante palle perse e le troppe forzature la squadra toscana lotta e alla fine del primo quarto è sotto di 7.

Si sbaglia tanto i primi minuti del secondo quarto. E’ Ercoli a smuovere il punteggio dopo 2′ ed è ancora lei, qualche secondo dopo, con un 2/2 ai liberi, a dare la doppia cifra di vantaggio alla squadra locale. Empoli prova a correre ma continua a litigare col canestro ed è ancora il play torinese (2/2 da 3), classe ’97, a sbloccare le sue dopo quasi 4′ di gioco. Le due squadre segnano poco e la fisicità di Ercoli mette in difficoltà Empoli, che ricorre spesso ai falli per fermarla. Coach Cioni chiama time out al sesto minuto e Sesoldi sale nuovamente in cattedra, prima con una bella penetrazione, poi guadagnandosi 2 liberi per il 30-22. Sebbene la Scotti giochi una buona pallacanestro è il Geas ad avere la partita sotto controllo, grazie alle solite Galbiati e Ercoli (10 punti nel solo secondo quarto per la ventenne giocatrice geassina) , ed alle due positivissime Schieppati e Barberis (rispettivamente 12 e 13 punti a fine partita). E’ Arturi a sigillare il risultato sul 39-29 con una tripla da metà campo degna di nota.

Di nuovo Galbiati apre le danze con un canestro di pregevole fattura ma Rosellini risponde con la specialità della casa, una tripla da 7 metri. Tanti gli errori sia da un lato che dall’altro, l’importanza della partita si fa sentire e dopo 25′ il tabellone è fermo sul 45-34 (6-5 Geas in 5′). Empoli riesce a vincere il terzo quarto spinta dal suo capitano e dai 5 punti della guardia, classe ’90. E sul finale una brutta rimessa di Geas concede alla Use Scotti di chiudere il terzo quarto con un canestro in controtempo di Pochobradska che fissa il punteggio sul 51-43.

Il quarto ed ultimo quarto si prospetta avvincente: Rosellini, con una tripla in contropiede porta Empoli sul -5, poi Barberis ristabilisce 7 punti di vantaggio con 2/2 dalla line della carità, ma nel basket, si sa, tutto può cambiare. Un 7-0 firmato Narviciute-Pochobradska riporta tutto in parità con il tabellone che segna 4:14 alla fine della partita. Qui Empoli pecca di inesperienza e per 2′ non riesce più a segnare, mentre alcune giocate di Gambarini e Galbiati aiutano Sesto San Giovanni a vincere la decima partita della stagione e la proiettano sempre più solitaria in vetta alla classifica.

Geas ha dimostrato ancora una volta di essere una delle compagini più forti di questa A2, mentre la Use Scotti continua a sorprendere per il cuore che mette in ogni partita e per la forza con cui dimostra di giocare qualunque sfida.

Fotogallery a cura di Marco Brioschi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here