A2-Geas: la nuova allenatrice è Cinzia Zanotti

0

SESTO SAN GIOVANNI – Il Paddy Power Geas si tinge ancora piú di rosa: è infatti ufficiale la nomina di Cinzia Zanotti, già responsabile del settore giovanile e neoscudettata con l’Under 19, a capo allenatrice della prima squadra, che nella prossima stagione affronterà il campionato di A2. Giocatrice di primo livello tra gli anni ’80 e ’90, Cinzia Zanotti ha costruito col Geas una solida carriera da allenatrice nel settore giovanile, illustrata da ben 4 scudetti in 5 anni, frutto di una costante crescita andata di pari passo con quella delle giocatrici che Cinzia ritroverà in prima squadra nella prossima stagione. Il suo approdo sulla panchina “delle grandi” è infatti la prosecuzione di un percorso iniziato con l’Under 15, subito tricolore, nella stagione 2009/10 e proseguita negli anni seguenti con le selezioni maggiori.

“Dopo i tanti successi nelle giovanili – commenta la neo coach rossonera – inizia ora per me una nuova avventura, una sfida che affronterò con tanta voglia e anche curiosità. Il mio percorso nel vivaio è stato pieno di soddisfazioni, di gioie e anche di sacrifici, tutti volti a portare le ragazze che ora sono in prima squadra a giocarsi, come hanno fatto quest’anno, la possibilità di raggiungere il sogno dell’A1. Arrivare a questo incarico è la prosecuzione di una strada intrapresa ormai 5 anni fa, un percorso che tutti coloro che mi sono stati vicini hanno contribuito a rendere speciale e intenso. Allenare una squadra senior è certamente diverso, più arduo, ma farlo qui, dove sono nata sia come giocatrice che come allenatrice, sarà certamente meno problematico. È una sfida che accetto con entusiasmo, ben conscia delle difficoltà che dovrò affrontare ma soprattutto consapevole dell’’orgoglio che provo in questo momento”. Doveroso e sincero un pensiero a chi, prima di lei, ha occupato la gloriosa panchina del Geas: “Filippo Bacchini è stato in questi anni per me un maestro prezioso. Ha arricchito il mio bagaglio di conoscenze: se sono arrivata fin qui è anche grazie ai suoi insegnamenti soprattutto negli aspetti tattici e della gestione in cui non potevo avere esperienza. La sua figura è stata molto incisiva per me e per il Geas ed è importante che questo gli venga riconosciuto”.

Zanotti è legata a filo triplo al Geas: giocatrice, allenatrice e anche moglie di uno dei suoi predecessori sulla panchina rossonera, Roberto Galli, che era alla guida della prima squadra quando Cinzia, sei anni fa, ha intrapreso la carriera di tecnico nelle giovanili. La storia di Cinzia Zanotti, prodotto di pura marca Geas, comincia naturalmente sul campo quando, nella stagione 1982/83, a soli 18 anni, si mette in luce all’esordio in A1 segnando per ben due volte più di 40 punti in una partita. Da qui inizia una storia ricca di soddisfazioni: l’anno successivo Cinzia passa a Vicenza dove, con Roberto Galli, prima allenatore e poi marito, vince lo scudetto. Poi la lunga militanza a Milano, dove per 4 anni di fila (dal 1985/86 al 1988/89) manca l’appuntamento con un nuovo alloro italiano solo in finale, confermandosi tiratrice di classe assoluta. Nella stagione 1990-91, sempre con Milano, arriva il secondo titolo: Zanotti infatti vince la Coppa Ronchetti, e lo fa da protagonista, segnando ben 33 punti nella finale contro Como. Poi due anni a Cesena, con coach Paolo Rossi, e un finale di carriera vissuta di pari passo con la nascita di due figli, Francesca e Filippo. Particolarmente rilevante anche il percorso azzurro di Cinzia, che è tuttora la dodicesima marcatrice della storia della nazionale con 1009 punti in 113 partite. Dopo il ritiro, Cinzia si allontana dal mondo del basket, che però resta “sport di casa” visto il ruolo del marito Roberto come allenatore e la scelta cestistica di entrambi i figli. Cinque anni fa il ritorno con l’avvio di una brillante carriera da allenatrice nel vivaio geassino: al primo anno arriva lo scudetto con l’Under 15, seguito da un altro titolo con la stessa selezione l’anno successivo. Poi, nel 2012, il titolo di campione d’Italia vinto a Cesenatico con l’Under 17 e il 4° scudetto da capo allenatrice arrivato in questa stagione con l’Under 19.

Ed ecco l’opinione del vicepresidente Mauro Giorgi: “Sono particolarmente lieto di presentare la nomina di Cinzia a capo allenatrice della nostra. prima squadra. Una volta presa la decisione di cambiare nell’impostazione del prossimo biennio, avremmo potuto affidarci ad allenatori esterni. L’alternativa era quella di far crescere internamente. Abbiamo scelto di guardare all’interno, per due motivi. Il primo è relativo alla conoscenza acquisita della rosa e quindi alla continuità. Cinzia ha iniziato ad allenare da noi, questo gruppo di prima squadra è stato da lei costruito dal giovanile, ha assistito Bacchini in questi due anni senior. Rimane una garanzia per il gruppo in questa fase, dove il rinnovamento vogliamo che sia graduale. La seconda ragione riguarda la crescita della stessa Cinzia. Il settore giovanile è ben impostato e organizzato, ma dobbiamo puntare nel prossimo periodo a rinnovare il programma tecnico consapevoli di quello che abbiamo fatto e delle lezioni che abbiamo avuto. Dobbiamo produrre il ricambio per questo gruppo e inserirlo nella prima squadra. Cinzia è adatta a questo che rimane un obiettivo di sfida e crescita che abbiamo concordato. Come sfida e crescita sarà dare continuità e nuova linfa al settore giovanile. Il cambio di Cinzia permetterà di inserire nuovi nomi e novità, nel rispetto del lavoro definito in questi anni. Credo che faremo bene e nel prossimo biennio ci toglieremo qualche soddisfazione”. E infine la parola al presidente Mario Mazzoleni: “Quando sei anni fa abbiamo dato vita al nuovo corso del Geas avevamo un’idea guida, quella di dare vita ad un progetto che fosse in grado di coniugare un forte impegno agonistico con una grande tensione educativa e sociale permettendoci di valorizzare appieno il nostro vivaio. Ci fu chiaro che solo il mix di passione, sensibilità e competenza tecnica di Cinzia Zanotti avrebbe potuto permetterci di realizzare questo sogno. Così è nato il fantastico periodo che abbiamo vissuto. Ora l’evoluzione naturale ci porta a salutare con soddisfazione la volontà di Cinzia Zanotti di assumere il carico di responsabilità che comporta la guida della nostra prima squadra. Abbiamo sempre pensato che questo nuovo incarico fosse una componente importante del processo allora avviato e siamo consapevoli di quanto questa scelta rappresenti un successo per tutti noi. Continuare sulla strada della crescita delle nostre giovani atlete è un imperativo e sappiamo che Cinzia Zanotti sarà in grado di farlo con le stesse armi che ha utilizzato in questi anni di grande impegno, portandoci a cogliere, anche con la prima squadra, le gratificazione che ci ha regalato gestendo il settore giovanile”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here