A2 UFFICIALE – Athena conferma Caterina Perrotti

A2 UFFICIALE – Athena conferma Caterina Perrotti

Importante conferma in casa Athena. Si tratta di Caterina Perrotti, giovane playmaker classe 2001.

di La Redazione

Importante conferma in casa Athena. Si tratta di Caterina Perrotti, giovane playmaker classe 2001, che anche nella prossima stagione vestirà la maglia del Gruppo Stanchi. Si tratta di un passo importante nel percorso di crescita di una giocatrice prodotto del vivaio della Società e che l’anno prossimo ha giocato sia nel campionato under 18 sia in Serie A2. E’ lei stessa a raccontarci l’inizio del percorso che l’ha portata fino a qui: “Ho iniziato con il minibasket a Montesacro, per seguire mio fratello. Poi per un breve periodo ho smesso per provare con la danza, ma sono tornata subito alla pallacanestro con Athena, con cui ho fatto tutta la trafila nel settore giovanile”.

Poi ti sei ritrovata all’improvviso in Serie A2.
Sì ed è stata un’esperienza bellissima sotto molti aspetti, oltre che difficile, perché inaspettata. L’anno scorso ero la più piccola del gruppo, sapevo che non sarei stata spesso protagonista in campo. Mi sono sempre impegnata al massimo per aiutare le mie compagne durante gli allenamenti, ho sempre lavorato con grande impegno per farmi trovare pronta quando ci sarebbe stato bisogno di me. E’ stata un’esperienza molto importante non solo dal punto di vista tecnico, perché ho potuto capire molte cose su come si muove e come è organizzata una squadra di Serie A2 e quanto sono importanti tutti i dettagli. E’ stato molto bello anche lavorare con un intero staff tecnico, non l’avevo mai fatto.

Col passare del tempo il tuo spazio è aumentato.
Sì e di questo sono stata molto contenta. La seconda parte della stagione mi ha dato anche soddisfazioni “agonistiche”, legate alle partite. Anche il fatto di essere messa in campo in momenti delicati delle partite dei play-out è stato qualcosa che per me ha contato moltissimo, perché è stata una grande dimostrazione di fiducia che spero di aver ripagato.

Che giocatrice sei?
Il mio punto di forza è l’uno contro uno, la rapidità sul primo passo che mi consente di creare situazioni di vantaggio per me e per le mie compagne di squadra. Riesco a far giocare la squadra e penso di avere un buon arresto e tiro.

In cosa ti senti migliorata e in cosa pensi di dover ancora migliorare?
Devo naturalmente migliorare in tante cose, soprattutto nelle penetrazioni con la mano sinistra. Nella scorsa stagione penso di aver imparato molto dalle mie compagne, confrontarsi con gente più esperta è sempre utilissimo, puoi rubare con gli occhi e ogni occasione è importante. Credo di aver imparato anche a gestirmi in modo professionale.

Sei contenta di essere rimasta?
Molto. Ne ho parlato con l’allenatore e mi sono subito convinta. La proposta è molto stimolante, mi responsabilizza molto. Spero di riuscire a dare il massimo e continuare a crescere con le mie compagne. Saremo una squadra nuova, ho visto che ci sono delle professioniste vere e con grande esperienza, come lo sarà chi giocherà nel mio ruolo e per me è un’occasione da non perdere.

Uff.Stampa Athena Basket

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy