A2 UFFICIALE – Athena ingaggia la guardia Francesca Rosellini

A2 UFFICIALE – Athena ingaggia la guardia Francesca Rosellini

Un altro nuovo arrivo in casa Gruppo Stanchi Athena. Si tratta di Francesca Rosellini, guardia classe 1990, che nelle ultime quattro stagioni ha giocato a Empoli.

di La Redazione

Un altro nuovo arrivo in casa Gruppo Stanchi Athena. Si tratta di Francesca Rosellini, guardia classe 1990, che nelle ultime quattro stagioni ha giocato a Empoli. Francesca, che ha vestito anche le maglie di Selargius, Trieste, Orvieto, Vigarano, La Spezia e Alghero, è una guardia che lo scorso anno ha giocato in Serie A1 e la cui esperienza sarà molto utile alla squadra. Andiamo a conoscerla meglio.

Quali ragioni ti hanno portato a scegliere Athena?
Mi ha convinto il colloquio con l’allenatore Francesco Goccia. Quando mi ha chiamato mi ha spiegato tutto con grande chiarezza, si vede non solo che in Athena hanno le idee chiare, ma soprattutto che c’è grande ambizione. Ecco, sia il coach sia Edoardo Stanchi mi hanno trasmesso la loro grande ambizione a voglia di far bene. Questo per me è fondamentale. Essendo una giocatrice molto ambiziosa anche io, penso di trovarmi molto bene con loro e con tutta la società. Se una giocatrice ha voglia di far bene, andare in un ambiente che ha la stessa voglia può essere solo d’aiuto e stimolante.

Che cosa ne pensi del roster che si sta formando?
Ho seguito la campagna acquisti. Credo che si stia allestendo una squadra molto competitiva. Ho giocato già da avversasria contro Masic e Moretti e sono due ragazze molto valide e competitive per il tipo di campionato che ci aspetta. Potranno fare molto bene. Conosco anche Cutrupi, altra ragazza molto valida, mentre non ho mai incontrato Vanin ed Hernandez, che era all’estero. La squadra mi piace molto.

La tua esperienza, anche in A1, potrebbe essere un fattore in più?
Sicuramente sì, giocare in A1 è il sogno di ognuna di noi. Il livello è molto diverso e una persona si deve mettere a disposizione per migliorare e per aiutare anche le compagne. Ci sono tante cose che spero di poter condividere con le altre ragazze. Di sicuro tra i due campionati c’è una grande differenza fisica, anche solo per la presenza di tre straniere in A1. Se si cambia categoria bisogna adeguarsi, sia a livello fisico sia tattico. In A1 servono alcune cose, in A2 ne servono altre.

Che giocatrice sei?
Sono una giocatrice molto aggressiva di base, sia in attacco sia in difesa. Mi piace molto giocare di squadra, non penso mai solamente a me stessa. Mi piace tirare da tre, sfruttare i pick and roll, fare un po’ di tutto. Devo migliorare nell’uso della mano sinistra e per poter giocare anche da playmaker ed essere quindi di aiuto in un altro ruolo. Ho detto al coach che sono disponibilissima. In A2 potrebbe essere più semplice adattarsi, anche se naturalmente ci sarà molto da lavorare.

A fine stagione sarai soddisfatta se…?
Se avremo partecipato ai playoff e alla Coppa Italia.

Uff.Stampa Gruppo Stanchi Athena

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy