A1 – Battipaglia regge tre quarti, poi il Geas ipoteca il passaggio del turno

A1 – Battipaglia regge tre quarti, poi il Geas ipoteca il passaggio del turno

Geas corsaro a Battipaglia.

di La Redazione

Nell’incontro valevole come gara di andata del primo turno dei playoff Scudetto del campionato di serie A1 femminile “Sorbino Cup”, una O.ME.P.S. Givova Battipaglia piuttosto incerottata (indisponibili, tra le altre, Brown, Mataloni e Cremona) viene sconfitta dal GEAS Sesto San Giovanni, ma dopo aver disputato un match per lunghi tratti splendido che, tra l’altro, l’ha vista spesso avanti (anche di 12 lunghezze) e in partita fino a pochi minuti dal termine. Il finale, allo Zauli, è di 60-74.

La cronaca del match.

Nel primo quarto inizio soft da entrambe le parti. Dopo 3 minuti, infatti, il punteggio è bassissimo (1-4). Al minuto numero 4, però, Battipaglia si accende: è una tripla di Handy a dare il via a tre minuti di show della biancoarancio che, con Trimboli e Del Pero sugli scudi, piazzano un parziale di 9-0 che, al 7′, le porta sul +4. Il GEAS, a quel punto, reagisce, aggrappandosi alla ex Williams che, con 5 punti consecutivi, riporta sotto le ospiti. L’ultima parte del quarto è bellissima e Battipaglia è splendida e, grazie a due canestri dall’area di El Habbab e Simon, chiude meritatamente avanti il primo periodo. Al 10′, la O.ME.P.S Givova è avanti di 4 (20-16).

E lo spettacolo continua. L’inizio del secondo quarto è da sogno per Battipaglia che, nel giro di 2 minuti, vola sul +10, grazie alla fluidità in attacco (splendidi i canestri di Trimboli, Simon e Del Pero) e alla grande attenzione in fase difensiva. Al 12′, siamo 26-16. Purtroppo, però, due ingenuità commesse dalle biancoarancio consentono al GEAS di accorciare le distanze e di riportarsi sul -6 (28-22 al 13′). Purtroppo, non è un fuoco di paglia. L’inerzia del match cambia di colpo. Una ottima Verona (altra ex del match) segna 5 punti consecutivi che portano le ospiti sul -1, prima che un altro errore difensivo delle padrone di casa permetta a Loyd di segnare 2 punti che significano il sorpasso per Sesto San Giovanni. Al 16′, il GEAS, grazie ad un tremendo 0-15 di parziale, è avanti di 3 (28-31). Battipaglia, a quel punto, si scuote e, aggrappandosi ad un’indomita Simon, al 17′ effettua il controsorpasso (33-31). Gli ultimi tre minuti della frazione, intensissimi, vedono un sostanziale equilibrio in campo: la logica conseguenza di ciò è un primo tempo che si conclude in perfetta parità. Al 20′, siamo 38-38.

Dopo un effervescente primo tempo, promette di essere spumeggiante anche la seconda metà del match, caratterizzata da un entusiasmante inizio (tripla di Del Pero a cui risponde un gioco da tre punti di Williams). Invece, di lì in poi si segnerà pochissimo nel resto della frazione. Ciò che invece non cambia è l’equilibrio tra le due compagini: al 24′ siamo sul 43-43; al 26′ sul 46-46. Per la O.ME.P.S. Givova sono Trimboli e Simon a fare le cose migliori. Tra le ospiti, ottimo il contributo di Ercoli in questa fase. Anche se non si segna molto, l’andamento incerto rende la partita assai emozionante. Nell’ultima parte del terzo quarto, sono le ospiti ha fare leggermente meglio e a chiudere avanti di 2: al 30′, il punteggio è di 52-54. Ma la giovanissima Battipaglia c’è e lotta con ardore.

L’ultimo quarto è la fotocopia del quarto precedente. Tanta intensità e pochi canestri. Il parziale dei primi tre minuti la dicono lunga in questo senso: un 2-4 che, al 33′, significa 54-58. Battipaglia, intanto, che ha già tante difficoltà, si trova a fronteggiarne un’altra: i 4 falli di Handy (l’ultimo dei quali è un antisportivo). Nonostante ciò, la O.ME.P.S. Givova continua a mettere in campo un cuore enorme e ad affrontare alla pari una formazione che sta sicuramente meglio: a metà ultima frazione, Battipaglia è sotto di 4 (56-60). Purtroppo, però, al 36′ la britannica Handy è costretta ad abbandonare la contesa (5 falli per lei). La O.ME.P.S. Givova, a causa delle rotazioni ridotte all’osso, è fisiologicamente sulle gambe: di conseguenza, in attacco non riesce più ad essere efficace (appena 4 i punti segnati nei primi 7 minuti dell’ultima frazione) e in difesa fa fatica a contenere un GEAS che, invece, ne ha ancora. Al 37′, le ospiti, grazie ad una tripla dell’eccellente classe 2002 Panzera, volano sul +9 (56-65). Battipaglia ci prova a reagire: tre triple di Simon la riportano sul -6, ma, sul capovolgimento di fronte, un’altra tripla di Panzera ristabilisce immediatamente le distanze. Il match, di fatto, termina lì: la O.ME.P.S. Givova, dopo aver dato tutto, esce sconfitta con uno scarto (14 punti) molto ingeneroso e che punisce troppo severamente una squadra che, meritatamente, esce dal campo tra gli applausi dei propri tifosi che hanno capito che di più e meglio, stasera, non si poteva fare. Allo Zauli, è il GEAS ad imporsi con il punteggio di 60-74.

TABELLINI DEL MATCH

O.ME.P.S. GIVOVA BATTIPAGLIA

Scarpato, Handy 11, Simon 19, Del Pero 8, Trimboli 16, Sasso, Mazza, El Habbab 6, Opacic N.E., De Rosa N.E., Patanè N.E. Coach: Matassini.

ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI

Loyd 10, Williams 12, Ercoli 10, Brunner 5, Arturi 2, Schieppati, Verona 10, Panzera 15, Barberis 6, Nicolodi 4. Coach: Zanotti.

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy