A1 – Begic fa impazzire Bologna, quinta vittoria consecutiva contro San Martino di Lupari

Virtus Segafredo Bologna – Fila San Martino di Lupari 75 – 73

di La Redazione

Virtus Segafredo Bologna – Fila San Martino di Lupari 75 – 73 (14-15, 31-40, 48-52, 75-73)

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Possenti NE, D’Alie* 7 (0/2, 1/3), Begic 8 (3/10, 0/1), Tassinari 14 (1/1, 4/5), Bishop* 15 (2/5, 3/7), Tava NE, Tartarini NE, Barberis* 5 (2/6, 0/1), Battisodo* 4 (1/3 da 2), Cordisco, Williams* 22 (5/11, 4/6), Rosier NE
Allenatore: Serventi L.
BASKET SAN MARTINO: Anderson 24 (6/10, 4/9), Fietta 6 (2/3), Filippi 7 (2/3, 1/5), Tonello 3 (0/1, 1/1), Pasa 6 (3/4, 0/1), Toffolo 2 (1/2), Ciavarella 15 (3/6, 3/5), Sulciute 6 (2/6, 0/2), Milani, Fogg 4 (2/2). All. Abignente.
ARBITRI: Marota di San Benedetto del Tronto (AP), Perocco di Ponzano Veneto (TV) e Miniati di Firenze.
PARZIALI: 14-15, 31-40, 48-52.
NOTE: Uscita per 5 falli: Tassinari (39′). Tiri da due: Bologna 14/38, San Martino 21/37. Tiri da tre: Bologna 12/23, San Martino 9/23. Tiri liberi: Bologna 11/19, San Martino 4/6. Rimbalzi: Bologna 36 (Begic 9), San Martino 33 (Anderson 9). Assist: Bologna 13 (D’Alie 7), San Martino 17 (Anderson e Ciavarella 5).

Una beffa atroce: difficile pensare a parole più calzanti per definire la sconfitta del Fila San Martino sul parquet della Segafredo Bologna, capolista imbattuta di Serie A1. Avanti per tutto il secondo tempo, anche di 9 lunghezze, le Lupe subiscono nella quarta frazione la rimonta di un’implacabile Williams: 16 punti per lei negli ultimi 10′, nei quali le padrone di casa tirano 6/7 da tre. San Martino, autrice comunque di una prestazione che deve incoraggiare le fila giallonere, resiste fin quasi alla fine. Ma a 4″ dalla sirena è beffata da Begic, che tramuta una palla vagante nel canestro della vittoria bolognese.

1° QUARTO. Si parte con Anderson, autrice dei primi 4 punti gialloneri, a rispondere a Williams e Begic. Sul 7-4 emiliano arriva un minibreak di 6-0 firmato Sulciute, Filippi e Pasa, per il sorpasso sul 7-10 (7′). Puntale però ecco la risposta della Segafredo, che con la tripla frontale di Bishop trova l’11-10. Eppure San Martino c’è: Sulciute in sottomano e Tonello dall’arco propiziano il nuovo +4 ospite, prima della bomba di Tassinari che fissa il 14-15 della prima pausa.

2° QUARTO. E nel secondo quarto si riparte proprio allo stesso modo, con Tassinari dall’angolo per il 17-15. Il Fila però lavora bene dentro l’area, e approfittando di un paio di recuperi di Tonello risale sul 17-19 con Filippi e Fogg. Bologna è mortifera da tre punti: vanno a bersaglio ancora Bishop e Tassinari, per l’unico vantaggio locale superiore al singolo possesso (26-21 al 14′). Subito rintuzzano Anderson e Fietta per la nuova parità, e poi con la tripla di Ciavarella e l’appoggio di Toffolo il Fila è di nuovo avanti 31-34. Sono due bei canestri in area della stessa Ciavarella, insieme ai liberi di Fietta, a consentire l’allungo nel finale: a metà partita il Fila è a +9, sul 31-40.

3° QUARTO. Se il primo tempo è stato tutto un gioco a rincorrersi, il secondo vedrà San Martino avanti per 19′ su 20. Questo nonostante Bologna rientri col coltello fra i denti: in meno di un minuto le triple di D’Alie e Bishop restituiscono il -3, obbligando subito coach Abignente al timeout. La risposta, importante, è di Anderson proprio da fuori, anche se poi Begic e Barberis firmano il 42-43. Fietta e Pasa si fanno trovare ancora pronte a replicare, e il Fila ha la forza di tenere il naso avanti per tutta la frazione: il recupero e contropiede di Ciavarella (15 punti per lei) vale il 46-52 al 28′.

4° QUARTO. Le palle perse pesano nell’attacco delle sanmartinare, che però con la bomba di Filippi e l’appoggio di Fogg ritrovano il massimo vantaggio sul 48-57. La Virtus non ha alcuna intenzione di arrendersi, e con un 5-0 firmato Williams si riavvicina. Anderson (partita da 24 punti, 9 rimbalzi e 5 assist per lei) risponde per due volte da sotto, ma la bomba di tabella di Tassinari vale il nuovo -3: 58-61 al 36′. Il Fila pare trovare sempre la soluzione per controbattere, ancora con Ciavarella e Anderson, e poi il contropiede di Pasa vale il 70-73 entrando negli ultimi 2′. Qui una straripante Williams (che dopo aver iniziato il quarto con 6 punti chiuderà a quota 22) ritrova il pareggio dopo una vita. Si arriva all’ultima azione: il tiro della stessa Williams è stoppato, ma la palla arriva a Begic che a 4″ dalla sirena (e allo scadere dei 24″) segna l’incredibile sorpasso. Sull’ultima rimessa Bologna difende bene, San Martino butta via il pallone e si deve rassegnare a una bruciante sconfitta.

Ufficio Stampa Lupebasket

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy