A1 – Blitz di Broni, espugnata San Martino

A1 – Blitz di Broni, espugnata San Martino

Fila San Martino di Lupari – Della Fiore Broni 53 – 59

di La Redazione

Fila San Martino di Lupari – Della Fiore Broni 53 – 59 (14-15, 25-28, 33-40, 53-59)

FILA SAN MARTINO DI LUPARI: Fietta* 7 (2/5 da 2), Filippi* 12 (3/5, 2/7), Tonello, Toffolo, Ciavarella, Giordano NE, Rosignoli NE, Bjorklund* 16 (1/6, 4/8), Pasa NE, Sulciute* 10 (1/1, 1/4), Sandri 2 (1/3, 0/1), Ostarello* 6 (0/3, 2/6)

Allenatore: Abignente G.

Tiri da 2: 8/25 – Tiri da 3: 9/28 – Tiri Liberi: 10/13 – Rimbalzi: 32 3+29 (Sulciute 7) – Assist: 12 (Sulciute 3) – Palle Recuperate: 2 (Sandri 1) – Palle Perse: 17 (Filippi 4)

DELLA FIORE BRONI: Miccoli, Orazzo* 13 (1/1, 3/6), Togliani 2 (1/6, 0/4), Moroni* 2 (0/1, 0/1), Ngo Ndjock 3 (1/3 da 2), Parmesani 2 (1/2, 0/1), Tikvic* 17 (7/11 da 2), Lavezzi NE, Nared* 10 (4/9, 0/5), Premasunac* 10 (5/7, 0/1)

Allenatore: Fontana A.

Tiri da 2: 20/41 – Tiri da 3: 3/18 – Tiri Liberi: 10/13 – Rimbalzi: 43 9+34 (Tikvic 13) – Assist: 11 (Togliani 4) – Palle Recuperate: 9 (Tikvic 3) – Palle Perse: 14 (Tikvic 4)

Arbitri: Bartoli E., Bettini C., Mignogna C.

Impresa delle nostre ragazze. Una grandissima Della Fiore Broni espugna (53-59) il difficile parquet del Fila San Martino di Lupari nell’anticipo della 12ª giornata. È il quarto successo esterno della stagione, forse quello meno atteso ma il più meritato. Coach Fontana, per l’ennesima volta, è costretto a rivedere la formazione, stavolta per l’assenza di Laura Spreafico, bloccata da un problema al gomito destro, ma la squadra reagisce alla grande e tutte portano il loro mattoncino alla causa. Partono in quintetto Orazzo, Moroni, Tikvic, Nared e Premasunac. L’impatto sulla gara è positivo perché Broni riesce a mettere subito il naso avanti, raggiungendo in due occasioni (sul 2-6 e 5-9) i 4 punti di vantaggio; il Fila ribalta il punteggio solo quando manca un minuto alla fine del primo quarto, grazie a Filippi, ma risponde Premasunac, che aveva aperto la sfida con il primo canestro e timbra la conclusione dei primi dieci minuti di gioco, regalando il nuovo vantaggio alle oltrepadane. Nel secondo quarto il canovaccio non cambia, con la Della Fiore che conserva sempre un piccolo margine fino al 16-20, con due liberi messi a segno da Nared, ma poi si fa sorpassare da Sulciute, 5 punti filati per lei, che chiude il primo tempo a quota 10. Le ospiti non si scompongono e rimangono avanti, toccando anche il +5 (23-28) con Orazzo. Proprio la guardia campana è molto efficace dalla lunga distanza, dove piazza un 3 su 4. Come spesso accaduto, Broni lascia la testa e le gambe negli spogliatoi, durante l’intervallo lungo, e l’avvio della ripresa è tutto di marca padovana, con una Bjorklund scatenata ed immarcabile, che regala al Fila il +3 (33-30). A quel punto, coach Fontana è costretto a chiamare il time out per parlare alle sue ragazze e il minuto di sospensione sembra produrre il suo effetto, perché c’è una reazione importante, con un contro break di 10-0 che regala il +7 alla fine del terzo periodo (33-40). È Nared che firma l’ultimo canestro a 19 secondi dalla penultima sirena. Nell’ultimo quarto Broni arriva a +14 (37-51) con un gioco da tre punti di Tikvic, poi controlla la reazione di orgoglio delle Lupe che tornano a meno 3 (50-53) al 38’. Qualcuno rivede i fantasmi della gara 3 dei quarti di finale playoff dell’anno scorso, quando la partita sembrava nelle mani di Broni, poi sfuggì nel finale. Stavolta le cose sono andate diversamente, perchè la Della Fiore ha tenuto botta. San Martino ricorre al fallo sistematico negli ultimi secondi, ma Broni è implacabile dalla lunetta: Orazzo prima e poi Moroni non tremano e chiudono il conto.

Uff.Stampa Della Fiore Broni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy