A1 – Bologna non brilla, ma supera San Martino con un gran finale

0

Virtus Segafredo Bologna – Fila San Martino di Lupari 85 – 72 (25-18, 46-39, 61-60, 85-72)

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Del Pero 2 (1/1, 0/2), Zambonelli, Pasa* 7 (2/5, 1/2), Barberis 2 (0/1 da 2), Dojkic NE, Zandalasini* 18 (6/12, 1/5), Orsili 2 (1/1, 0/2), Parker* 25 (7/9, 1/1), Laksa* 27 (1/6, 7/13), Cinili* 2 (1/2, 0/2)
Allenatore: Ticchi G.
Tiri da 2: 19/37 – Tiri da 3: 10/27 – Tiri Liberi: 17/21 – Rimbalzi: 37 7+30 (Parker 14) – Assist: 14 (Pasa 5) – Palle Recuperate: 10 (Parker 3) – Palle Perse: 10 (Parker 3)
FILA SAN MARTINO DI LUPARI: Washington* 16 (6/15, 1/3), Verona 5 (1/2, 1/2), Milazzo* 24 (4/6, 5/8), Ianezic, Frigo NE, Russo*, Kaczmarczyk* 7 (1/5, 0/2), Arado 4 (2/3, 0/1), Diakhoumpa NE, Dedic* 16 (4/10, 2/5)
Allenatore: Serventi L.
Tiri da 2: 18/44 – Tiri da 3: 9/23 – Tiri Liberi: 9/13 – Rimbalzi: 40 11+29 (Washington 7) – Assist: 12 (Washington 3) – Palle Recuperate: 5 (Milazzo 3) – Palle Perse: 12 (Milazzo 5)
Arbitri: Pazzaglia J., Bertuccioli N., Corrias C.

Prima partita in casa per la Virtus Femminile, che ospita Fila San Martino di Lupari. Zandalasini e compagne partono forte, soprattutto Parker che sotto canestro fa valere i suoi centimetri e provoca non pochi problemi alla difesa giallonera: saranno 12 i punti per lei a fine quarto. Dopo i primi 7 minuti asfissianti in difesa, la Virtus concede qualcosa e le ospiti trovano una serie di canestri che non fanno comunque ipotizzare un rientro. Nel secondo quarto la Segafredo trova con più fatica la via del canestro e San Martino finalizza meglio il proprio gioco trovando diverse soluzioni vincenti, anche da oltre l’arco. Le percentuali per San Martino restano alte, ma la Segafredo ritrova compattezza in difesa e ristabilisce il gap con cui arriva all’intervallo.

L’inizio di secondo tempo si regge su un equilibrio che non consente a nessuna delle due squadre di mettere le mani sulla partita: la Virtus non riesce nella fuga e San Martino non riesce mai a ricucire del tutto il distacco. Il tutto cambia sulla fine del terzo parziale in cui Milazzo trova alcune soluzioni da tre che portano Lupari per la prima volta in parità con la Virtus, sfortunata in qualche frangente. L’ultimo parziale è un continuo botta e risposta tra i due attacchi, dove la stanchezza di una partita molto dura inizia a farsi sentire. Ad avere maggiore lucidità però sembra essere la Virtus che si porta avanti nel rush finale e chiude con la prima vittoria in stagione davanti al proprio pubblico.

Virtus.it