A1 – Broni decimata, Schio vince facile

A1 – Broni decimata, Schio vince facile

Famila Wuber Schio – Della Fiore Broni 94 – 61

di La Redazione

Famila Wuber Schio – Della Fiore Broni 94 – 61 (27-18, 48-32, 66-46, 94-61)

FAMILA WUBER SCHIO: Keys* 17 (6/7, 1/1), Rodriguez Manso 18 (5/6, 2/3), Cinili* 15 (0/2, 5/5), Gruda* 10 (4/9 da 2), Chagas 4 (0/1, 1/1), Fassina 5 (2/5 da 2), Andre’ 6 (1/6 da 2), Dotto 4 (2/2 da 2), Battisodo* 3 (1/2 da 3), Viviani 2 (1/1 da 2), Harmon* 10 (5/8, 0/1)
Allenatore: Vincent P.
Tiri da 2: 26/47 – Tiri da 3: 10/13 – Tiri Liberi: 12/16 – Rimbalzi: 35 9+26 (Andre’ 8) – Assist: 28 (Harmon 5) – Palle Recuperate: 9 (Cinili 2) – Palle Perse: 14 (Rodriguez Manso 2)
DELLA FIORE BRONI: Miccoli, Spreafico* 8 (2/3, 1/6), Orazzo* 13 (3/4, 2/3), Togliani 8 (2/6, 1/5), Moroni* 7 (2/4, 1/2), Ngo Ndjock 6 (3/5 da 2), Parmesani, Tikvic* 13 (6/11 da 2), Castello* 6 (0/3, 2/3), Lavezzi, Premasunac NE
Allenatore: Fontana A.
Tiri da 2: 18/36 – Tiri da 3: 7/20 – Tiri Liberi: 4/7 – Rimbalzi: 25 6+19 (Ngo Ndjock 9) – Assist: 13 (Moroni 4) – Palle Recuperate: 8 (Moroni 2) – Palle Perse: 17 (Spreafico 4)
Arbitri: Bramante A., Yang Yao D., Del Greco S.

Dopo un lungo stop, si è tornati finalmente in campo. Ci voleva, se non altro per tornare a vivere le sensazioni del basket giocato, anche se il match, causa le restrizioni dovute all’emergenza Coronavirus, è stato disputato in un PalaRomare deserto. Alla fine la Della Fiore Broni si è dovuta arrendere alla Famila Wuber Schio, ma comunque la squadra neroverde ha cercato di limitare il passivo, dando segnali importanti in vista delle prossime decisive sfide. Coach Alessandro Fontana deve rinunciare all’infortunata Premasunac e a Nared, che per gravi problemi famigliari è tornata negli Stati Uniti: l’ala americana è rientrata in Italia nella tarda serata di martedì. Broni parte così con un inedito quintetto: Spreafico, Orazzo, Moroni, Tikvic e Castello. La partita si mette subito in discesa per le padrone di casa che arrivano fino a +10 (16-6) con una bomba di Battisodo, cui la formazione oltrepadana risponde con un contro break di 7-0, propiziato dal tiro da tre di Moroni più i canestri di Ngo Ndjock e Tikvic, che chiude il primo quarto con 6 punti (3 su 3). Le oltrepadane si riportano ad un solo possesso, prima sul 16-13 poi sul 18-16, grazie alla tripla di Togliani, ma nel finale di periodo il Famila scappa ancora, con alcune penetrazioni sotto canestro che fanno male alla difesa bronese. Nel secondo quarto Schio mette con decisione la freccia, difendendo con maggior aggressività e alzando il ritmo in attacco, dove arrivano anche tre bombe di Cinili (che mette a referto un clamoroso 5 su 5 dalla linea dei 6 metri e 75): il primo tempo si chiude sul +16 per Schio. La ripresa ricomincia nel segno delle orange che volano sul +22 (55-33) con il contropiede di Dotto, servita da Harmon. Broni ci prova, grazie in particolare ad Orazzo (doppia cifra per lei) che permette alla formazione oltrepadana di rimanere a contatto, chiudendo il parziale sul meno 4 (18-14 per le scledensi). Nel periodo conclusivo Schio vola al +35 (81-46) e inizia la girandola dei cambi, con i due coach che danno spazio alle giocatrici meno utilizzate. Entra così anche la giovane Greta Miccoli. Gli ultimi 5 minuti servono solo per le statistiche. Finisce 94-61 per la Famila Schio.

Uff.Stampa Pf Broni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy