A1 – Costa Masnaga bis: espugnato il PalaDozza di Bologna

A1 – Costa Masnaga bis: espugnato il PalaDozza di Bologna

Le lombarde centrano la seconda vittoria e aprono la crisi bolognese.

di La Redazione

Virtus Segafredo Bologna – Limonta Sport Costa Masnaga 67 – 73 (18-9, 25-29, 45-43, 67-73)

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Micovic 9 (1/4, 2/5), D’Alie* 5 (1/1, 1/4), Begic* 11 (4/8 da 2), Tassinari* 10 (1/3, 2/6), Salvadores Alvares* 15 (4/11, 0/2), Tava 10 (3/6, 1/3), Cabrini, Tartarini NE, Martines NE, Rosier, Williams* 7 (3/4 da 2), Cordisco NE
Allenatore: Giroldi G.
Tiri da 2: 17/37 – Tiri da 3: 6/21 – Tiri Liberi: 15/24 – Rimbalzi: 41 12+29 (Begic 8) – Assist: 9 (Micovic 4) – Palle Recuperate: 11 (D’Alie 5) – Palle Perse: 23 (Salvadores Alvares 8)
LIMONTA SPORT COSTA MASNAGA: Allevi, Villa 2 (1/3, 0/1), Rulli 23 (8/9, 0/2), Balossi 7 (2/2, 1/2), Baldelli* 18 (3/5, 2/9), Spinelli 5 (1/5 da 2), Frost* 8 (1/3, 2/4), Allievi*, Pavel* 5 (2/7 da 2), Frustaci, Davis* 5 (2/7, 0/2)
Allenatore: Seletti P.
Tiri da 2: 20/44 – Tiri da 3: 5/20 – Tiri Liberi: 18/21 – Rimbalzi: 35 11+24 (Frost 12) – Assist: 8 (Baldelli 4) – Palle Recuperate: 12 (Frost 3) – Palle Perse: 17 (Balossi 4)
Arbitri: Perocco A., Morassutti A., Castellaneta A.

Serie A1, 6^ giornata: colpaccio della Limonta Sport Costa Masnaga, espugnato il Paladozza

Che colpo per la Limonta Sport Costa Masnaga, che riesce a espugnare il campo della Virtus Segafredo Bologna dopo una partita sempre in equilibrio, risolta solamente nei due minuti finali. È la seconda vittoria di fila per le pantere biancorosse dopo il primo sorriso di sabato scorso contro Broni. Adesso Basket Costa è al decimo posto in solitaria in classifica a quota 4 punti.

La cronaca

Basket Costa parte con la sorpresa Allievi in quintetto, insieme a Baldelli, Davis, Frost e Pavel, mentre la Virtus Segafredo risponde con D’Alie, Williams, Begic, Salvadores e Tassinari. È la lunga di bologna Begic a segnare il primo canestro del match, in un primo quarto ricco di palle perse e confusione. Frost sblocca dalla lunga distanza il tabellino di Costa, poi Pavel va a canestro, dopo una bella partenza in palleggio, siglando il +3, 2-5 al 4′. Una Vittoria Allievi molto aggressiva in difesa lascia il posto a Matilde Villa ed entra anche Rulli per Davis, autrice di due falli in un amen, ma è Bologna che trova ora più continuità in attacco: parziale di 8-2 e sorpasso con Salvadores sul 10-9. Si scatena il ciclone Micovic che, con 8 punti di fila, trascina le padrone di casa sul +8 alla fine del primo quarto, 18-10. Tava sigla il massimo vantaggio in apertura della seconda frazione, ma le pantere non si perdono d’animo e ripartono: Matilde Villa dà la scossa con un bel canestro dopo un sontuoso passo d’incrocio, poi Jori Davis, la tripla in transizione di Baldelli e quattro punti consecutivi di Rulli, chiudono un parziale di 11-1 e fanno 21-21 al 15′. La zona press di Seletti continua a mettere in difficoltà la Virtus e la palla rubata di Baldelli porta in dote, in contropiede, il vantaggio per Basket Costa, 21-23. La Limonta Sport ha trovato un ottimo ritmo in fase offensiva: Frustaci ringhia in attacco e si guadagna un gran rimbalzo offensivo, Rulli ai liberi è infallibile e Spinelli ne segna 4 di fila. Le pantere vanno alla pausa lunga sul +4, 25-29. Tava apre la terza frazione, ma chi si attendeva la reazione di Bologna rimane deluso, visto che è la Limonta Sport Costa Masnaga a propiziare un altro parziale di alto livello: 9-1 tutto targato Giulia Rulli e 28-38 al 22′. D’Alie risponde di tabella dalla lunga distanza, ma è una bella penetrazione di Balossi a ridare linfa al vantaggio di Costa. Bologna non ci sta e risponde con un parzialone di 14-3 che, complici delle polveri bagnate dall’arco delle pantere, vuol dire 45-43 al 30′. È sempre Tava a inaugurare anche l’ultimo quarto, l’intensità in difesa di Bologna sale e Begic è dominante sotto i tabelloni, ma i suoi viaggi in lunetta non sono molto fruttuosi: 48-43 al 32′. Una triplona di Balossi da sette metri e due liberi di Rulli pareggiano, poi Tassinari ne infila cinque di fila e sembra spostare di nuovo l’inerzia dalla parte della Virtus, 53-48 al 34′. Il capitano Baldelli si carica la squadra sulle spalle: prima tripla, poi assist per Rulli che pareggia a quota 53. Da qui alla fine è un testa a testa da brivido: Frost segna cinque punti di fila grazie a due cioccolatini di Davis e porta le pantere sul +2, 58-60. Bologna non riesce a creare attacchi puliti e sull’ennesima palla persa Rulli punisce dalla lunetta, 58-62. Salvadores fa capire a tutti perché è la miglior marcatrice del campionato e prova a tirare Bologna fuori da guai, ma Balossi la pensa diversamente e alza la parabola per il +3, 63-66 a 1’14” dal termine. Salvadores accorcia dalla lunetta e poi Baldelli trova un clamoroso canestro fuori equilibrio che vuol dire ancora +3, 65-68. La Virtus non trova il canestro e Davis, insieme al capitano Baldelli, infila i liberi della staffa. Finisce 67-73 ed è il secondo sorriso consecutivo per le pantere biancorosse.

Le interviste

Ecco le parole di un raggiante coach Paolo Seletti al termine del match: “Sono molto contento per questa vittoria. La tenuta mentale negli ultimi quarti è cambiata rispetto alle prime partite, abbiamo acquisito più fiducia nei nostri mezzi e questo ha invertito decisamente il trend. La zona press è stata una delle chiavi stasera: volevamo speculare sui loro punti deboli e avevamo la necessità di non fare una zona passiva, così siamo riusciti a tenerle abbastanza lontane dal canestro. Nel terzo parziale ho chiesto alle ragazze di essere molto aggressive in attacco: abbiamo preso dei tiri aperti e purtroppo non li abbiamo mai segnati. Però credo che nasca anche da lì un ultimo quarto da 30 punti: abbiamo semplicemente iniziato ad attaccare un po’ il canestro. L’85% ai liberi è stato cruciale, il 13/13 della coppia Baldelli/Rulli altrettanto, così come è stato fondamentale il contributo di Balossi, che è riuscita a dare alla squadra grandissima intensità difensiva, abbiamo fatto +15 di plus/minus con lei in campo. Sono contento per Giorgia perché stasera è stata davvero strepitosa al rientro. Frost ci mette sempre grande agonismo: in una partita come quella di stasera con il 39% al tiro e 40 palle perse combinate, tra rimbalzi e palloni vaganti avere una giocatrice come lei che arriva quasi sempre prima su quei palloni è importantissimo. Vittoria Allievi in quintetto? Noi li varieremo spesso, anche per far fruttare la profondità della nostra panchina. Lei difensivamente ha letture che poche altre hanno nel nostro roster: raffreddare un po’ Salvadores era la sua mansione e anche in questo siamo stati molto bravi”.

Uff.Stampa Basket Costa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy