A1 – Costa Masnaga, parla coach Seletti: le prime impressioni sulla nuova stagione e gli obiettivi

A1 – Costa Masnaga, parla coach Seletti: le prime impressioni sulla nuova stagione e gli obiettivi

Coach Seletti analizza il momento del Basket Costa.

di La Redazione

Riprendere a giocare a pallacanestro è uno di quei segnali che ci riportano pian piano alla normalità. Vedere le ragazze correre e lanciarsi a canestro è bello, anche se l’attenzione verso il rispetto dei protocolli è massima. Vero, Paolo? “Assolutamente. Le nostre sessioni di allenamento rispettano il protocollo realizzato dalla società in osservanza della normativa Fip e in accordo con il Comune di Costa. L’aspetto più bello è che finalmente si può tornare a fare sport ad alto livello a patto, però, di prestare la massima attenzione a queste cautele”. – Soprattutto in un periodo in cui si sta organizzando la ripartenza anche le altre attività di base – “Noi con il gruppo della A1 dobbiamo essere da esempio in tal senso: siamo convinti che, con la stessa attenzione che stiamo mettendo noi in questi giorni, anche tutto il resto dell’attività potrà riprendere a funzionare bene”.

Si torna, quindi, ad apprezzare nuovamente il basket giocato: che stagione sarà per la Limonta Costa Masnaga? “Siamo in un momento in cui è difficile dirlo: nella lotta per la salvezza ci sono varie squadre che potranno darsi battaglia. Chiaro che nessuno conosce ancora i veri valori delle squadre, anche perché poi, durante la stagione, ci sono tanti aspetti come la chimica di squadra oppure la disponibilità delle ragazze, che possono ribaltare ogni previsione”.

A proposito di disponibilità delle ragazze, come sta andando l’inserimento delle nuove? “Benissimo, siamo molto contenti perché abbiamo trovato delle ragazze che hanno approcciato la realtà di Costa con umiltà e disponibilità, ma anche evidenziando grandi qualità. Il processo di adattamento non è mai breve né immediato, ma l’impatto iniziale è più che positivo”.
Una squadra che è stata costruita per…? “Per esprimere alla perfezione quello che siamo: una squadra che abbia il piacere di allenarsi duramente in palestra in settimana per migliorare e non solo avendo il fine di gestirsi per la partita del sabato o della domenica. Un aspetto che, per noi, fa la differenza, visto che il primo obiettivo è proprio quello di far crescere le ragazze, mentre i risultati vengono considerati solo in un secondo momento”.

Qualche indizio su come giocheranno le pantere? “C’è da lavorare e non poco, ma vogliamo giocare una pallacanestro giovane e frizzante: ritmi alti, aggressività, facendoci spingere dall’entusiasmo, ma la chiave di volta sarà quella di non tralasciare mai l’equilibrio, soprattutto in chiave difensiva”.

Uff.Stampa Basket Costa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy