A1 – Cuore Broni, colpo grosso sul campo di Sassari

Sconfitta casalinga per le sassaresi che dopo un grande terzo quarto soccombono alle lombarde nell’ultima frazione, blackout per le ragazze di coach Restivo che subiscono un parziale di 29 a 5, al PalaSerradimigni finisce 61-81 per Broni.

di La Redazione

Seconda sfida casalinga per le ragazze di Antonello Restivo che, noostante un ottimo terzo quarto, cedono sotto i colpi di una ispirata Broni: le sassaresi pagano un avvio troppo morbido mentre la formazione lombarda costruisce il vantaggio chiudendo avanti il primo tempo (31-36). Al rientro dall’intervallo Sierra Calhoun trascina le compagne alla rimonta e, dopo essere state sotto anche di 11 nella seconda frazione, firmano parità e soprasso. Dopo essere state avanti anche di 6 lunghezze le isolane vanno in completo burnout negli ultimi dieci minuti. Broni ringrazia e piazza un break di 20-0 che mette il sigillo sulla vittoria. Sconfitta amarissima, la settima dall’inizio del campionato, arrivata contro una diretta avversaria per la salvezza.

Coach Antonello Restivo manda in campo Calhoun, Arioli, Mataloni, Fekete e Burke, Broni risponde con Orazzo, Roma, Parmesani, Madera, e Soli. Roma apre le danze e Arioli pareggia per le padrone di casa: la tripla di Orazzo scrive il primo allungo delle ospiti ma la stoppata di Burke apre il contropiede sassarese. Il capitano non sbaglia a cornometro fermo, Orazzo e Soli siglano il +6, le lombarde sono in fiducia e bombardano da fuori. 4 punti di Kennedy Burke riportano le Dinamo Women a contatto (9-14) e sul quinto fallo di squadra coach Fontana chiama minuto. Fiammata isolana con Burke e Fekete: la giocatrice prodotto di Ucla riporta le sassaresi a un possesso di distanza a cronometro fermo (15-217). La bomba di tabella sul fil di sirena di Ianezic chiude il primo quarto 15-20. Le ospiti piazzano un break di 7-0 e scrivono il +12. Timeout Dinamo. Le ragazze di coach Restivo si sbloccano con Fekete, stringono le maglie in difesa e firmano un mini break di 5-0. Rulli e Roma tengono Broni avanti, Kennedy Burke accorcia a cronometro fermo, poi firma un coast to coast che dice -7. Si alza la tensione sul parquet, l’attacco lombardo si inceppa e la Dinamo ringrazia: Fekete monetizza il terzo fallo di Rulli. L’appoggio a canestro sullo scadere di Calhoun è sfortunato: alla seconda sirena il tabellone dice 31-36.

Foto di Luigi Canu

Nel secondo tempo le Dinamo Women cambiano faccia: a trascinare la squadra è Sierra Calhoun, autrice di una terza frazione da 13 punti. La giocatrice originaria di Brooklin insieme a Kennedy Burke e Michaela Fekete sigla un break di 12-3 che dice parità e sorpasso delle isolane (48-43). Broni resta a contatto con Rulli e Togliani: la bomba di Orazzo scrive il -1 lombardo ma le biancoblu ricacciano indietro le ospiti con Fekete e Calhoun dall’arco. Il terzo quarto è tutto sassarese con un parziale di 25-16 e si chiude 56-52. L’ultima frazione si apre con la reazione lombarda: Broni punisce dall’arco e mette la testa avanti con le triple di Tagliani e Orazzo e il 2+1 di Roma (59-64). Con un parziale di 15-0 la formazione lombarda si riprende l’inerzia della sfida e scrive il nuovo +11 (59-70). Broni allunga ancora il break fino al 20-0: le biancoblu non reagiscono e finisce 61-81.

Dinamo Women  – Pf Broni ’93 61-81
Parziali: 15-20; 16-16; 25-16; 5-29
Progressivi: 15-20; 31-36; 56-52; 61-81.

Dinamo Femminile. Calhoun 16, Arioli 6, Mataloni, Costantini ne, Gagliano, Fekete 12, Cantone 5, Burke 22, Scanu ne, Pertile, Fara ne. All. Antonello Restivo

Broni. Orazzo 17, Togliani 8, Ianezic 3, Rulli 13, Castello ne, Roma 14, Parmesani 8, Madera 16, Soli 2, Lavezzi ne. All. Alessandro Fontana

Sassari, 12 dicembre 2020

Ufficio Comunicazione Dinamo Banco di Sardegna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy