A1 – Egle Sulciute e l’esclusivo club della tripla doppia: cronologia di una prestazione “storica”

23 punti, 11 rimbalzi, 10 assist: la performance di Egle Sulciute nella vittoria 89-81 del suo Fila San Martino di Lupari contro l’O.ME.P.S. Givova Battipaglia è entrata di diritto nella storia recente del nostro basket, e con buona ragione.

di La Redazione

23 punti, 11 rimbalzi, 10 assist: la performance di Egle Sulciute nella vittoria 89-81 del suo Fila San Martino di Lupari contro l’O.ME.P.S. Givova Battipaglia è entrata di diritto nella storia recente del nostro basket, e con buona ragione.

Prima di entrare nel merito della storicità della prestazione, un po’ di contesto: la giocatrice lituana, 35 anni, è letteralmente esplosa nel mese di gennaio e su tre partite viaggia a una media da 20.3 punti, 8 rimbalzi e 6 assist a gara. In tre giorni Sulciute ha giocato tutti i 40′ delle partite disputate dal Fila, mettendo a segno 27 punti sabato a Sassari e 23 martedì a San Martino, risultando decisiva nella quinta vittoria nelle ultime sei gare delle “Lupe”. Oltre ai punti, è infine arrivata la tripla doppia.
Una maglia, quella della squadra veneta, per cui Egle sta dando tutto nelle ultime due stagioni: dopo l’esperienza nella stagione 2016/2017, è tornata in maglia giallonera la scorsa stagione con ottimi risultati. Quest’estate è stata tra le prime giocatrici a siglare il rinnovo con le giallonere, rimarcando un’importante scelta di vita per lei, madre di due bambini di 7 anni: e anche un po’ chioccia di un gruppo che in spogliatoio l’ha soprannominata “Mamma”, per rimarcare il concetto.

Tornando alla prestazione di martedì, l’abbiamo definita storica per buone ragioni: dal 2002 in poi, quella di Sulciute è la prima tripla doppia “canonica” (di norma, non possono esser considerate tali quelle ottenute coi falli subiti) nel campionato di Serie A1. Nessuna prima di lei aveva ottenuto questo risultato personale.

Il club delle triple doppie in Italia è un circolo decisamente ristretto, ma importante: secondo i dati raccolti dall’Ufficio Statistiche LBF, sono due i precedenti storici di tripla doppia dal 2002 in poi, ma tutti inerenti il campionato di Serie A2, tra l’altro da giocatrici ancora in attività nel nostro campionato.

La prima è Rae Lin D’Alie: nel 2013 “Rae Rae” disputava la seconda stagione in Italia, con la maglia della Carpedil Ipervigile Salerno. Il 23 febbraio al PalaSilvestri la squadra campana gioca contro la Defensor Viterbo: 79-62 il punteggio finale per la formazione allenata da Luigi Salineri (che vantava un roster di tutto rispetto con giocatrici che poi sarebbero diventate veterane del campionato italiano come Bona, Miccio, Potolicchio e l’allenatrice dell’Alma Patti Buzzanca). Rae chiude quel match con 22 punti, 12 rimbalzi e 10 assist, bene anche le percentuali dal campo con 6/9 da due e 3/6 da tre punti: anche Rae resta in campo quasi tutto il match, ben 39′ di gioco per lei.

Torniamo al 2017 con i numeri della croata Lana Packovski: ai tempi la play giocava con la maglia dell’Edelweiss Albino di coach Giuliano Stibiel, oggi a Crema. Il 22 gennaio la squadra lombarda gioca il match della seconda di ritorno contro la Mercede Alghero: in 35′ la giocatrice oggi in forza a La Spezia mette a segno 17 punti, con 10 rimbalzi e 12 assist, tirando un ragguardevole 6/7 da due. Trascinando la sua squadra al 68-47 tra le mura amiche del palazzetto di Torre Boldone.

In definitiva, Egle Sulciute, il messaggio per te può esser uno solo: benvenuta nel club. Un club esclusivo, che in A1 ha una sola iscritta: ed è una “mamma” lituana con un cuore da “Lupa”.

Area Comunicazione LBF

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy