A1 – Empoli, parla Cioni: “Una gioia allenare questo gruppo”

A1 – Empoli, parla Cioni: “Una gioia allenare questo gruppo”

Le parole del coach di Empoli.

di La Redazione

“Mi riempie di gioia il fatto di allenare questo gruppo”. In questa frase di coach Alessio Cioni sta forse tutto il momento della Scotti ed anche il girone di andata che si è chiuso con la splendida vittoria su Geas Sesto e la ciliegina delle finali di Coppa Italia. “Abbiamo giocato senza Madonna e Ramò – prosegue – Manetti e Mathias sono scese in campo credo nemmeno al 50 per cento per problemi fisici ma hanno strinto i denti per dare il loro contributo. Credo che, in queste condizioni, arrivare alla vittoria sia segno che, oltre alla tecnica, c’è anche un grande cuore, altrimenti certi risultati non possono arrivare”. Poi c’è anche Maci Morris con i suoi 35 punti. “Certo, la qualità ci deve sempre essere perchè siamo in A1. Maci ha fatto una partita super non solo in attacco, ma ha difeso come un ossesso per tutta la partita. Le va detto solo brava associandola a tutte le altre perchè questi punti con Geas sono molto importanti. Lo sono per il morale e per la classifica. Abbiamo iniziato bene fino a che la sfortuna non si è messa di traverso, ci mancano anche dei punti, soprattutto quei due che abbiamo lasciato a Costa Masnaga, anche se non possiamo che essere soddisfatti dei 12 punti con i quali abbiamo girato, credo che in estate ci avremmo messo la firma tutti”.

C’è stata poi la ciliegina sulla torta della final-eight di Coppa Italia: “E’ una soddisfazione immensa e credo meritatissima per quanto abbiamo fatto ad inizio stagione e perchè ce la siamo presa con le nostre forze. La sfortuna ha provato a togliercela ma non c’è riuscita ed è il giusto premio per quello che le ragazze hanno fatto in questa prima parte di campionato. Andremo a giocarcela e ce la godremo sapendo che essere fra le prime otto d’Italia è un onore. Un pensiero speciale va a Tay Madonna che lunedì si opera e che quindi non potrà essere con noi, ma per quanto ha fatto è come se ci fosse”.


Marco Mainardi
Ufficio Stampa Use/Use Rosa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy