A1 Femminile: Venezia torna a viaggiare anche in campionato, Parma va ko 81-62

0

La Reyer ritrova il sorriso anche in campionato: dopo la sconfitta rimediata a Napoli e l’immediato riscatto avvenuto mercoledi in Lega Adriatica contro il Partizan Belgrado, Venezia sconfigge Parma con un perentorio 81-62, frutto di un primo ed un ultimo quarto di grande fattura per le ragazze di coach Liberalotto. In evidenza Ruzickova e Mandache, ma l’Mvp per la continuità dimostrata in entrambi i lati del campo è McCallum. Alla Lavezzini non basta una Clark sontuosa per 30 minuti: arrivata a corto di energie nell’ultimo e decisivo di quarto, è crollata assieme alle sue compagne di squadra: la guardia classe ’92 è stata autrice di un’inedita tripla doppia: 31 punti, 11 falli subiti e ben 10 palle perse!
L’avvio dell’Umana Venezia è travolgente: ispirate da una precisa Mandache (12 punti nel 1° quarto) e dalla verve dell’ispirata McCallum, la Reyer al 5’ comanda 17-7. Parma si aggrappa solo a Clark, ma Venezia continua ad infilare la retina con grande costanza: un buzzer beater di Carangelo a fine frazione consegna 14 punti di vantaggio alle orogranata dopo 10 minuti di gioco (31-17).
La Lavezzini prova a cambiare registro in difesa nel secondo quarto e l’Umana Reyer va in difficoltà con le seconde linee in campo (35-25 al 16’). Liberalotto si riaffida allo starting five iniziale e l’attacco ritorna a girare a pieno motore (43-31 al 18’). McCallum, in entrata, regala sulla sirena il +14 alle orogranata: all’intervallo Venezia 47-33 Parma (Mandache e Clark top scorer a metà partita con 16 punti a testa).
La Reyer torna in campo con lo stesso piglio del primo quarto e prova a chiudere la contesa già al 25’ grazie alla ritrovata Melchiori e al dominio sotto le plance di Ruzickova (63-43, timeout Lavezzini). Venezia però deve fare i conti con una gigantesca Clark che da sola (31 punti al 30’!) innesca la reazione di Parma: super break di 18-5 e le ospiti tornano decisamente in partita (68-61 alla fine del 3Q). Da segnalare una distorsione alla caviglia occorsa a Mandache, costretta al forfait per il resto dell’incontro.
Molta confusione nei primi quattro minuti di gioco dell’ultima frazione: coach Olivieri, insoddisfatto delle sue, chiama timeout al 34’ (70-61). Liberalotto, con Mandache out, ricorre alle due torri Ruzickova-Sandri e l’esperimento sembra funzionare (76-62 al 37’). Negli ultimi minuti l’Umana sigilla la vittoria raggiungendo e superando quota 80 punti mentre la Lavezzini chiude con il record negativo di un solo punto segnato nel quarto conclusivo. Termina 81-62
UMANA REYER VENEZIA 81-62 LAVEZZINI PARMA (31-14, 47-33, 68-61)
 
VENEZIA: Dotto , Bagnara , Mc Callum , Mandache , Ruzickova – Starting Five
Carangelo , Melchiori , Porcu , Pan , Penna , Formica , Sandri . All.: Liberalotto
PARMA: Battisodo 4, Clark 31, Crudo 2, Maznichenko 12, Kritscher 6 – Starting Five
Marangoni 5, Corbani, Franchini, Giorgi 2, Trevisan ne. All.: Olivieri
 
MVP BASKETINSIDE.COM: Shannon Mc Callum (Umana Reyer Venezia)

Fotogallery a cura di Letizia Rizzello

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here