A1 – Geas a valanga sul campo di Broni

PF Broni 93 – Allianz Geas Sesto San Giovanni 36 – 69

di La Redazione

PF Broni 93 – Allianz Geas Sesto San Giovanni 36 – 69 (9-22, 20-34, 25-55, 36-69)

PF BRONI 93: Orazzo* 7 (2/4, 1/2), Togliani 3 (0/4, 1/5), Ianezic 5 (1/2, 1/6), Rulli 5 (1/3, 1/2), Castello, Carbonella NE, Roma* 2 (1/4 da 2), Parmesani* 3 (1/3, 0/2), Madera* 8 (2/5, 0/4), Soli*, Lavezzi, Capra 3 (1/2 da 3)
Allenatore: Fontana A.
Tiri da 2: 8/27 – Tiri da 3: 5/24 – Tiri Liberi: 5/10 – Rimbalzi: 37 5+32 (Roma 7) – Assist: 11 (Soli 3) – Palle Recuperate: 6 (Soli 3) – Palle Perse: 25 (Roma 6)
ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Gwathmey* 12 (3/7, 2/5), Arturi, Ronchi, Verona* 14 (4/9, 2/4), Oroszova* 12 (4/9, 0/3), Merisio, Graves* 8 (4/9 da 2), Panzera* 11 (2/6, 2/4), Gilli 5 (1/2, 1/1), Ercoli 7 (2/6 da 2)
Allenatore: Zanotti C.
Tiri da 2: 20/49 – Tiri da 3: 7/19 – Tiri Liberi: 8/14 – Rimbalzi: 47 12+35 (Ercoli 12) – Assist: 13 (Verona 3) – Palle Recuperate: 16 (Panzera 4) – Palle Perse: 15 (Gwathmey 4)
Arbitri: Tallon U., Castiglione A., Culmone C.

Al PalaBrera passa d’autorità il Geas. La PF Broni 93 subisce la nona sconfitta stagionale. La formazione oltrepadana parte con un’enormità di palle perse (8 contro le 2 delle ospiti al termine del primo quarto), che permettono all’Allianz di andare in transizione, arrivando con facilità al ferro, o di trovare facili tiri aperti, che dilatano il divario già al termine del primo quarto. La sfida dura 6 minuti, quando la bomba dall’angolo di Verona dà la prima e, purtroppo per Broni, già decisiva scossa all’incontro. Geas mette il primo mattoncino al muro del suo limpido successo. Nel secondo quarto si abbassano le percentuali al tiro, troppa frenesia, la PF è leggermente più attenta in difesa e prova a ricucire lo strappo, tornando a meno 6 (17-23 al 13’) con un tiro dall’arco di Togliani, cui però risponde subito Gilli: l’inerzia della sfida rimane dalla parte delle ospiti che chiudono con un contro parziale di 3-11 il primo tempo. Dopo la pausa lunga ci si attende una reazione di orgoglio delle ragazze di Fontana, come capitato in altre occasioni, invece Geas continua a martellare, la Pf va letteralmente in barca e le ospiti, senza neppure forzare troppo sull’acceleratore, continuano a macinare punti e canestri, rifilando un altro “ventello” alle oltrepadane, che alla terza sirena della serata si ritrovano sotto di 30 (25-55). L’ultimo quarto serve solo per le statistiche e nel finale i due coach lasciano spazio alle giovani dalla panchina. Per Broni entrano Lavezzi e Capra, che mette a segno i suoi primi 3 punti stagionali. Adesso la pausa natalizia per ricaricare le batterie.

Il commento di coach Alessandro Fontana:
Molto amareggiato coach Alessandro Fontana, perché si aspettava una condotta di gara ben diversa. “Sono sotto choc – ammette il tecnico bronese – Raramente mi è capitato di vergognarmi per una squadra che non gioca una partita come il derby. I Viking avevano fatto arrivare alle ragazze un segnale in settimana, ma evidentemente non è stato percepito perchè la risposta al loro incoraggiamento non è certamente arrivata. È stata una non prestazione, non abbiamo provato a giocare a pallacanestro. Nel primo tempo, nonostante qualche alto e basso, eravamo tornati in partita con la bomba di Togliani del meno 6, poi loro hanno chiamato time out e da lì abbiamo smesso di fare qualsiasi cosa. Non mi spiego come sia possibile come nessuna giocatrice sia stata mossa nell’orgoglio di provare a fare qualcosa, si è solo pensato a tirare, senza costruire le azioni, quindi senza assumersi le proprie responsabilità. Non c’era gioco. Ho dovuto chiamare due time out nel primo quarto, non avendone poi più a disposizione nel secondo e lo stesso è accaduto nel terzo quarto di gioco. Non ho altro da aggiungere dopo una sconfitta del genere”.

Uff.Stampa PF Broni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy