A1: Il CUS Cagliari sfiora l’impresa, ma è Ragusa a portarla a casa

0

Ha un sapore amaro la sconfitta casalinga del Cus Cagliari contro la corazzata Ragusa. Le ragazze di coach Antonello Restivo si arrendono, per 59-68, dopo aver tenuto testa alle siciliane per buona parte della gara.

Non parte benissimo il Cus Cagliari nei primi minuti di gioco, sono le bombe del capitano Arioli a tenere a galla le padrone di casa mentre il Ragusa fa il bello e il cattivo tempo, andando a chiudere il quarto in vantaggio, 13-24.

Le siciliane sono avanti anche all’inizio del secondo intertempo. Il Cus soffre, sotto anche di 15 lunghezze (13-28), ma è qui che le ragazze di Restivo tirano fuori le unghie e sui canestri della premiata ditta Carta-Hailey le universitarie raddrizzano la gara arrivando prima a -5 (26-31) su tripla di Carta, seguita a ruota da una bomba di Arioli, e sempre con Carta al 32 pari. C’è tempo ancora per una bomba del play Radocaj che porta il Cus in vantaggio, 35-34 al riposo.

Cambia il copione al rientro dalla pausa lunga. Le ragusane non ci stanno e, sul 42 pari, tentano un primo allungo. Il terzo quarto si chiude in ritardo per il quintetto di casa, 42-47.

Negli ultimi dieci minuti di gioco, il Cus riprova a riacciuffare le ospiti, riportandosi anche a -3 lunghezze, 44-47. Le siciliane però non ci stanno e con un parziale di 8-1 incrementano in vantaggio (+10), 45-55, a sei minuti dalla fine. Non basta la reazione del Cus a ribaltare le sorti della gara e il Ragusa se ne va definitivamente.

CUS CAGLIARI – RAGUSA   59-68  (13-24, 35-34, 42-47, 59-68)

CUS CAGLIARI: Maiorano, Fassina, Carta 9, Radocaj 9, Johnson 5, Arioli 20, Brunetti 2, Hailey 14, Rulli ne, Dettori ne. All. Restivo.

RAGUSA:  Micovic 13, Gatti 4, Galbiati 3, Williams 7, Walker 24, Malashenko 15, Wabara 2, Richter ne, Soli , Valerio . All. Molino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here