A1 – Il Famila Schio ferma la corsa di Ragusa

0
fiba.com

Ragusa interrompe al Palaromare il ciclo di sei vittorie consecutive cedendo a Schio al termine di una partita giocata per tre quarti all’insegna dell’equilibrio, nella quale le padrone di casa hanno preso definitivamente il largo nella quarta frazione di gioco. Spreafico e compagne hanno dato battaglia, hanno resistito alla lunghezza del roster e alla fisicità della formazione scledense ma alla fine hanno dovuto rendere l’onore delle armi alle orange. Schio parte bene e con Parks, Keys e Guirantes va sul 14-5 a metà primo quarto, Ragusa ha bisogno di qualche minuto per carburare, ma Thomas, Spreafico e Jakubcova rispondono colpo su colpo. Milazzo appena entrata piazza la tripla e si va al primo riposo sul 22-20 in favore delle padrone di casa. In apertura di secondo quarto Pastrello piazza subito la tripla del primo vantaggio, Chidom sale di tono e si fa sentire anche a rimbalzo, Milazzo segna i liberi del +5 26-31 a 5’ 43’’ dall’intervallo lungo. Schio però tiene botta, Guirantes piazza la tripla del +2 a fine secondo quarto e si va a riposo sul 39-37. Terzo quarto in cui Ragusa inizia bene con Chidom e Thomas, poi Schio sale di giri, Milazzo fa 0 su 2 sul finale di terza frazione dalla lunetta e alla penultima sirena Schio è nuovamente massimo vantaggio di 9 lunghezze: 57-48. L’inerzia dell’ultimo quarto è ancora in favore delle padrone di casa che la vincono 76-60: un divario che supera probabilmente anche gli stessi valori che si sono visti in campo. “Diciamo che la storia di queste tre partite è quella che riusciamo a mettere Schio in difficoltà – commenta coach Lino Lardo – ma poi per vincere ci vorrebbe partita perfetta ed extra energia. Abbiamo giocato molto bene e costruito buoni tiri che purtroppo non sono entrati soprattutto nel primo tempo, e poi come al solito loro a forza di cambiare trovando le giocatrici giuste e avendo la possibilità di ruotarle tutte e 10, unita alla loro abitudine a giocare questo tipo di partite con grande fisicità, fa la differenza. Le ragazze hanno resistito, si sono impegnate, ma difendere con loro per 40 minuti a livello di energia e di intensità diventa molto duro. Sabato affronteremo Venezia, che è un‘altra big di questo campionato, in casa nostra, portandoci quanto di buono fatto oggi”.

Famila Wuber Schio – Passalacqua Ragusa 76 – 60 (22-20, 39-37, 57-48, 76-60)

FAMILA WUBER SCHIO: Juhasz* 6 (3/7, 0/1), Bestagno 7 (3/3, 0/2), Sottana, Verona C.* 18 (1/5, 5/7), Guirantes* 14 (3/7, 2/3), Crippa 6 (0/1, 2/2), Parks* 11 (4/6, 1/4), Keys* 6 (3/4, 0/4), Penna, Reisingerova 8 (3/5 da 2)
Allenatore: Dikaioulakos G.
Tiri da 2: 20/39 – Tiri da 3: 10/27 – Tiri Liberi: 6/7 – Rimbalzi: 43 10+33 (Reisingerova 9) – Assist: 22 (Sottana 4) – Palle Recuperate: 4 (Juhasz 2) – Palle Perse: 12 (Reisingerova 4)
PASSALACQUA RAGUSA: Thomas* 9 (3/8, 0/1), Spreafico* 10 (2/2, 2/5), Di Fine, Milazzo 9 (2/4, 1/2), Jakubcova* 4 (1/1, 0/5), Pastrello 3 (0/2, 1/4), Juskaite* 7 (2/8, 0/3), Miccoli 2 (1/3, 0/2), Chidom* 14 (6/14 da 2), Nikolic 2 (1/1 da 2)
Allenatore: Lardo L.
Tiri da 2: 18/43 – Tiri da 3: 4/22 – Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 37 11+26 (Chidom 10) – Assist: 13 (Chidom 5) – Palle Recuperate: 5 (Milazzo 3) – Palle Perse: 12 (Juskaite 4)
Arbitri: Salustri V., Cappello C., Rodia P.

Michele Farinaccio, ufficio stampa Passalacqua Ragusa