A1 – Jessica Kovatch tra sorrisi, positività e tiri da tre punti: conosciamola meglio!

La nuova arrivata in casa Limonta Costa Masnaga

di La Redazione

Un sorriso grande così quando è sul campo, sia dopo un tiro sbagliato che dopo una tripla da distanza siderale. Jessica Kovatch, per tutti Jess, è uno dei volti nuovi arrivati a Costa Masnaga in estate e, partita dopo partita, la stiamo apprezzando a conoscere anche per lo spirito positivo che riesce a trasmettere all’interno del gruppo.

Anche l’integrazione con la famiglia di Costa sta andando per il verso giusto, fin dal suo arrivo: “Da quando sono sbarcata in aeroporto, posso dire che questa società si è comportata davvero come una seconda famiglia e sono felice di farne parte. Le mie compagne e lo staff tecnico sono stati molto gentili e accoglienti, rendendo l’impatto con la nuova realtà molto più semplice per me“.
E con l’italiano come va? “Ci vuole tempo, spero che con il passare delle settimane il mio italiano possa migliorare notevolmente” – continua Jessica – “Una delle cose più difficile di andare a giocare in un Paese completamente nuovo è proprio superare la barriera linguistica, ma sono sicuro che una volta che avrò imparato a parlare discretamente in italiano, anche la mia integrazione sarà più semplice“.

Jessica Kovatch

In cosa ti sei trovata subito a tuo agio arrivando a Costa? “Senz’altro l’impatto con la comunità: anche fuori dal campo sono tutti molto gentili e stanno facendo il massimo per farmi sentire a casa e a mio agio in questa nuova realtà“.
Non è la prima volta, però, per te in Europa, vero? “Sì, qui a Costa è un altro capitolo della mia carriera, ma in ogni caso non ho avuto un impatto forte a livello di cambiamenti come quello che può avere una rookie, visto che ho già giocato in Europa, l’anno scorso in Germania. Detto questo, sono carica e pronta a dare tutto per questa squadra“.
E gli obiettivi per questa stagione? “Come squadra il nostro obiettivo è quello di migliorare partita dopo partita. Siamo un team molto giovane, con tanti volti nuovi e, quindi, abbiamo ancora tanto lavoro da fare, ma credo che il nostro potenziale sia notevole. Dal canto mio, sono estremamente motivata nel fare tutto ciò che possa servire per aiutare le mie compagne e la squadra a fare dei passi in avanti sotto ogni aspetto“.
Un giudizio sulle prime due partite? “Complessivamente, la partita con la Virtus Bologna è stata buona per essere la prima, mentre con Venezia affrontavamo una squadra di un altro livello rispetto a noi. Naturalmente, c’è tanto lavoro da fare difensivamente, sia singolarmente che a livello di gruppo. Stiamo ancora cercando di mettere insieme un po’ tutti i pezzi del nostro puzzle e, una volta che lo completeremo, sono sicura che potremo dare filo da torcere a qualsiasi avversaria. Sono convinta che abbiamo un gran potenziale e un bel po’ di talento“.
Insieme ai suoi tiri fuori equilibrio, in step back e da distanze proibitive per tanti altri, Jessica ci sta abituando ad avere uno spirito estremamente positivo e sorridente, sia fuori dal campo che sul parquet: “Sì, amo la pallacanestro. Mi piace quello che faccio ogni giorno e vogliono sfruttare tutte le opportunità che mi capitano durante la partita. Come tiratrice è fondamentale avere una “memoria a breve termine”, azzerando ogni possesso e pensando sempre a quello successivo, soprattutto dopo un tiro sbagliato. Credo molto nelle mie capacità e sento la stessa stima anche da parte dello staff tecnico e delle mie compagne ed è questo che mi permette di rimanere concentrata e mi stimola a diventare una giocatrice migliore“.

Jessica Kovatch

Uff stampa Limonta Costa Masnaga
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy