A1 – L'Acqua & Sapone Umbertide affonda Schio. Robbins-show

0


Umbertide – Dopo la convincente prova di Parma, dove l’Acqua & Sapone ha portato a casa la terza vittoria consecutiva, si riaccendono nuovamente i riflettori del Pala Morandi. Il pubblico è quello delle grandi occasioni perchè questa sera la scena è occupata dalle ragazze di Serventi che affrontano le Campionesse d’Italia del Famila Schio. Le “oranges” non hanno bisogno di grandi presentazioni, dominano il campionato italiano da anni, annoverando tra le proprie fila il fulcro della Nazionale femminile italiana, giocatrici del calibro di Sottana, Masciadri, Gatti e la nuova stella nascente Zandalasini, oltre che straniere sempre di primo livello. Coach Mendez però dovrà fare a meno della sua prima donna ovvero Ogwumike, americana che dopo essere stata Rookie of the year al suo primo anno di WNBA, aveva impressionato tutti in questo primo scorcio di stagione tenendo medie spaventose sia in Italia che in Europa. L’infortunio al ginocchio però l’ha costretta a concludere la sua stagione dopo appena due mesi di attività. L’Acqua & Sapone di Lollo Serventi, con Milazzo in panchina per onor di firma schiera il solito quintetto iniziale con Dotto, Consolini, Gemelos, Robbins e Swords. Schio risponde con Sottana, Anderson, Masciadri, Macchi e Sliskovic. Avvio sprint per le padrone di casa che si portano subito 5-0, Anderson risponde da 3 e la partita inizia subito ad essere piacevole. Robbins si iscrive a referto e inizia a giganteggiare in tutte le parti del campo, segna tutti i possessi che le passano per le mani e strappa qualsiasi rimbalzo. La difesa di Umbertide è impenetrabile, Sottana quindi si mette in proprio e cerca di spronare le compagne segnando da 3 in transizione, ma è un fuoco di paglia e con Gemelos e Robbins (10 + 6 nel primo quarto) a spingere sull’acceleratore, solo Zandalasini con 4 punti consecutivi rende meno pesante il passivo alla prima sirena: 19-15.
Gemelos apre le marcature nel secondo parziale, Sliskovic però mette paura alle padrone di casa con 4 punti in un amen costringendo Serventi al time-out. Umbertide rientra trasformata, Robbins è immarcabile e prosegue il suo show personale fatto di “falli e canestri” e di rimbalzi impensabili per qualsiasi essere umano. Gemelos decide di emularla e inizia a bombardare il canestro scledense da ogni posizione del campo facendo impazzire il pubblico di casa e la difesa di Schio che non sa più come difenderla. Il Famila è frastornato e non riesce a trovare le contromisure adatte all’arcigna difesa dell’Acqua & Sapone. Gemelos strappa l’ennesimo pallone dalle mani di Sliskovic con un tuffo degno del miglior Buffon e serve Robbins che vola in contropiede. Macchi con 60” sul cronometro trova 5 punti consecutivi ma dall’altra parte prima Dotto da 3, poi Santucci servita alla perfezione da Gemelos fissano il punteggio sul 50-34 con il pubblico tutto in piedi ad applaudire le padrone di casa.
Come dice sempre il buon Dan Peterson ” l’intervallo è nemico della squadra in vantaggio”, ma questa volta Umbertide fa un’eccezione e rientra alla grande con Swords che infila otto punti di fila mandando in delirio il pubblico. Schio sembra alle corde e l’Acqua & Sapone vola fino al massimo vantaggio + 21 sul 65-44. Mendez a questo punto decide di mettere in campo un quintetto interamente tricolore con Sottana, Spreafico, Macchi, Zandalasini e Ress che piano piano cercano di recuperare il terreno perduto. Le ragazze di Serventi hanno un momento di appannamento e Schio cerca subito di approfittarne mettendo in piedi un parzialino di 0-7 che chiude il terzo quarto: 65-51.
L’Acqua & Sapone è distante appena dieci minuti dalla sua prima vittoria contro Schio in Serie A, l’emozione forse gioca brutti scherzi alle padrone di casa che non riescono più a segnare e Macchi ne approfitta per allungare il parziale fino al 0-12 con Spreafico che mette dentro i liberi del -9: 65-56. I tifosi si fanno sentire, Robbins e Gemelos prendono per mano le compagne, poi ci pensa Capitan Consolini, che fino a quel momento era stata un po in ombra, a prendersi il centro della scena: bomba sulla sirena dei 24”, canestro in penetrazione e di nuovo canestro da 3. L’Acqua & Sapone torna a +21 (81-60) e gli ultimi 2 minuti servono solo per la meritata standing-ovation di Gemelos e Consolini che escono dal campo accompagnate dall’applauso caloroso di un PalaMorandi in visibilio. La partita finisce con il punteggio di 83-66 in favore dell’Acqua & Sapone che dopo aver ribaltato il pronostico di giornata agguanta il terzo posto in solitaria complice anche la sconfitta di Venezia ai danni della sempre più capolista Ragusa che è a quota 11 vittorie consecutive. MVP di giornata una strepitosa Robbins a cui solo le cifre, per altro mostruose (26 punti, 20 rimbalzi, 39 di valutazione) non bastano per descrivere una prova fuori dal normale che però inizia ad essere un fattore in molte gare. Final Four di Coppa Italia che quindi si avvicinano ancora un altro pò per la squadra del Presidente Betti che ora è attesa dalla trasferta in terra toscana contro la Gesam Gas Lucca per poi chiudere il girone d’andata in casa contro la Ceprini Orvieto.
ACQUA & SAPONE UMBERTIDE – FAMILA SCHIO 83-66
Acqua & Sapone Umbertide: Consolini 12, Cabrini, Pegoraro, Ortolani ne, Bona, Milazzo ne, Dotto C. 5, Robbins 26, Villarini ne, Santucci 2, Gemelos 20, Swords 18. All. Serventi
Famila Schio: Gatti 6, Sottana 12, Honti, Spreafico 2, Anderson 9, Masciadri, Sliskovic 11, Zandalasini 10, Ress 6, Macchi 10. All. Mendez

Fotogallery a cura di Flavio Coccia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here