A1 – Monologo Reyer, Venezia doma Costa Masnaga

Giocando 40’ di grande intensità, l’Umana Reyer bagna la prima stagionale al Taliercio con la netta vittoria (98-60) sulla Limonta Costa Masnaga.

di La Redazione

UMANA REYER VENEZIA – LIMONTA COSTA MASNAGA 98-60
Parziali: 28-12; 54-32; 74-49

Umana Reyer: Bestagno 17, Carangelo 9, Pan 2, Natali, Anderson 18, Petronyte 20, Fagbenle 8, Meldere ne, Attura 12, Leonardi 2, Celani, Penna 10. All. Ticchi.

Limonta: E. Villa 4, M. Villa 11, Osazuwa 6, Del Pero 4, Jablonowski 6, Spinelli 9, Allievi, N’Guessan 2, Kovatch 14, Nunn 4. All. Seletti.

Giocando 40’ di grande intensità, l’Umana Reyer bagna la prima stagionale al Taliercio con la netta vittoria (98-60) sulla Limonta Costa Masnaga. Prestazione monstre di Petronyte, 20 punti e 21 rimbalzi, e ancora cinque giocatrici in doppia cifra.

Ci vuole più di un minuto per sbloccare il punteggio (tripla di Penna, in quintetto con Carangelo, Anderson, Petronyte e Fagbenle), con l’Umana Reyer che continua a colpire dall’arco, allungando sull’11-4 al 3’ con Anderson e Carangelo. Costa Masnaga prova a restare in partita (13-8 al 4’30”) con i rimbalzi offensivi e il ritmo, ma le orogranata giocano bene di squadra e aumentano progressivamente il divario fino al 22-10 sulla tripla (4/5 di squadra) di Penna al 7’ su cui la panchina ospite chiama time out. Il parziale veneziano arriva fino al 9-0 per il 26-10 di Bestagno al 9’30”, con la capitana che firma anche il 28-12 su cui si arriva al primo intervallo.
Coach Ticchi concede il primo riposo in panchina a Fagbenle, ma la squadra non ne risente. Un’ispirata Attura è protagonista di una serie di recuperi e di canestri, firmando il 36-15 al 12’30”. La Limonta ha un sussulto con un minibreak di 0-5 (36-20 al 14’), ma l’Umana Reyer non cala minimamente l’intensità e, sfruttando il bonus speso dalle avversarie, ne approfitta per trovare il 45-20 con i liberi di Bestagno al 15’30”. Le orogranata sono precise dalla lunetta, caricando di falli Costa Masnaga (Nunn spende il quarto già al 16’), così il massimo margine si aggiorna di continuo: 49-23 al 16’ con Petronyte, 52-25 al 18’ con Anderson. Il +27 viene ripetuto da Carangelo al 19’ (54-27), con Kovatch che, nel finale, può solo limare sul 54-32.

Kovatch completa il break personale di 0-7 in avvio di ripresa, con Petronyte che le risponde subito dopo (56-34). I ritmi si abbassano, con pochi canestri. Matilde Villa ne trova due di fila per il 58-38 al 24’30” e le rispondono Petronyte e Anderson (62-38 poco prima di metà quarto, con time out ospite). L’Umana Reyer torna a +26 con i liberi di Carangelo al 28’30” e a +27 con Petronyte al 29’ (72-45) e si arriva all’ultimo intervallo sul 74-49. Petronyte completa un’incredibile doppia doppia da 20 punti e 21 rimbalzi al 32’, portando il punteggio sull’80-51: +29 che torna anche al 34’ con Attura (82-53). Le orogranata non mollano di un centimetro ed è 90-55 al 36’, poi c’è spazio per le giovani Leonardi e Celani. Il 92-56 di Anderson è il nuovo massimo margine al 38’, ma il +38 firmato da Leonardi arriva proprio all’ultimo possesso, con il match che si chiude 98-60.

Reyer.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy