A1 – Palermo dura a morire, ma alla fine esulta la Reyer

A1 – Palermo dura a morire, ma alla fine esulta la Reyer

UMANA REYER VENEZIA – SICILY BY CAR PALERMO 75-65

di La Redazione

UMANA REYER VENEZIA – SICILY BY CAR PALERMO 75-65
Parziali: 25-18; 40-29; 57-49

Umana Reyer: Anderson 9, Bestagno 10, Carangelo 10, Gorini 4, De Pretto 9, Petronyte 17, Pastore, Meldere ne, Grattini, Penna 9, Macchi 7. All. Ticchi.
Sicily by Car: Russo, Manzotti 2, El Habbab, Cupido 2, Flores 12, Cooper 30, Miccio 11, Verona 2, Caliò ne, Gatling 6. All. Coppa.

Contro un’ostica Sicily by Car Palermo, l’Umana Reyer centra il successo nella prima gara interna del girone di ritorno, consolidando la terza posizione con il 75-65 finale.

Senza Steinberga, tenuta a riposo dopo l’infortunio di Ekaterinburg, le orogranata partono con Carangelo, Anderson, De Pretto, Macchi e Petronyte. Dopo una serie di palle perse su entrambi i fronti, l’Umana Reyer si porta sul 5-0 al 2’ con De Pretto e la tripla di Anderson. È Cooper a tenere Palermo a contatto (5-4 al 3’) ed è sempre lei il fattore per rispondere alla tripla di Carangelo e al canestro di De Pretto per il 10-8 al 4’. Le orogranata, però, poi accelerano e, con un parziale di 9-0 è 19-8 al 6’. Le ospiti si affidano al tiro pesante per accorciare sul -6, con il libero finale di Gorini per il 25-18 al primo intervallo.
Si segna poco in avvio di secondo quarto (per le orogranata solo una tripla di Gorini nel 28-23 al 23’), prima della nuova accelerazione dell’Umana Reyer, che, di fronte alla zona siciliana, scrive il nuovo massimo margine a metà quarto sul 35-23 con la tripla di Anderson, Penna e Petronyte. Le orogranata arrivano anche a +13 (38-25) con il libero di Anderson al 16’30” sul tecnico alla panchina di Palermo, ritrovando il massimo vantaggio con Petronyte sul 40-27 al 17’. Nel finale di tempo non si segna più (solo due liberi di Flores), così il punteggio all’intervallo lungo è 40-29.

Petronyte è la prima orogranata a toccare la doppia cifra in avvio di ripresa (42-29), anche se la top scorer resta Cooper (20 punti per il 42-33 al 23’30”). Bestagno ha un ottimo impatto nel match, trascinando con sei punti di fila l’Umana Reyer due volte al +15 (48-33 a metà quarto e poi 50-35 al 26’). Ma Palermo non molla e Miccio fa -10 (50-40 al 27’) e poi -7 (52-45 al 28’30”). Una gran giocata di Anderson, a -25” dall’ultimo intervallo, regala un gioco da tre punti a Petronyte, per il 57-47, e provoca il quarto fallo di Gatling, con Palermo che poi chiude il periodo sul 57-49. Le ospiti cercano di rientrare ulteriormente in avvio di ultima frazione: per l’Umana Reyer, nei primi 4’, segna solo un canestro Petronyte, così è 59-55. A questo punto, però, si accende Macchi: la capitana mette due liberi, un canestro e una tripla, con Penna che completa il parziale di 9-2 che vale il 68-57 subito dopo metà quarto. L’antisportivo di Cooper chiude virtualmente i giochi al 37’ (71-59), con le siciliane che comunque onorano fino in fondo la partita, riavvicinandosi sul 71-63 e poi chiudendo a -10 (75-65), dopo i canestri di De Pretto e Bestagno, con il canestro di Cooper che consegna alla top scorer del match il trentello personale.

 

 

Uff stampa Reyer Venezia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy