A1 – Ragusa batte anche San Martino di Lupari

0

Quarta vittoria consecutiva per la Passalacqua Ragusa nei confronti di una squadra certamente non facile da battere come San Martino di Lupari che tanto bene ha fatto in questo avvio di campionato. Una vittoria resa ancora più importante per via dell’assenza di Ilaria Milazzo che in settimana si è purtroppo fratturata il metatarso della mano e che resterà fuori per alcune settimane. Partita subito tirata tra le due formazioni che soprattutto nella prima parte di gara si sono date grande battaglia. San Martino parte bene con Soule e Kostowicz, sapientemente innescate dalla regia di D’Alie, Ragusa tiene botta scivolando però sul -8 nel finale del secondo quarto prima che una tripla di Spreafico al termine della seconda frazione fissi il punteggio nell’intervallo con le padrone di casa sotto di 5 lunghezze: 32-37. L’approccio, soprattutto difensivo, delle padrone di casa nel terzo quarto è totalmente diverso. Ragusa cambia faccia e piazza il break decisivo anche grazie alle triple della stessa capitana che alla fine ne mette 25 con 7 su 11 da oltre l’arco. Le padrone di casa accumulano vantaggio, entra definitivamente in partita anche Chidom, Thomas trova canestri importanti, Pastrello e Miccoli sono preziosissime. San Martino non riesce a stare dietro a un’ottima Ragusa che vince meritatamente per 87-60.  “La settimana purtroppo è stata ancora una vota difficile con l’infortunio di Milazzo e Miccoli che non è stata al meglio – commenta coach Lino Lardo – San Martino tra l’altro è stata davvero la sorpresa del campionato in questa prima parte. Le ragazze sono state molto concentrate e devo ringraziarle così come devo ringraziare le ragazze della Serie B e del settore giovanile che ci aiutano moltissimo. Ci aspettavamo questo inizio di San Martino e noi con le rotazioni accorciate nelle piccole questa pressione l’abbiamo subita. Ma dopo la prima parte siamo usciti bene nel terzo quarto con una difesa super, abbiamo mischiato le difese e quella è stata sicuramente la chiave di volta. Ci aspettano adesso Schio e Venezia che saranno due impegni difficilissimi ma ci godiamo questa vittoria sapendo che giocando così possiamo toglierci tante soddisfazioni. Voglio ancora una volta lanciare un messaggio contro la violenza sulle donne dopo la bellissima manifestazione che c’è stata proprio al PalaPadua nella giornata di ieri. Noi crediamo fermamente in una società che riesca a cancellare tutto questo e ci impegneremo ogni giorno per potere realizzarlo. Come persone e come squadra”.

Passalacqua Ragusa – Alama San Martino di Lupari 87 – 60 (14-15, 32-37, 64-47, 87-60)

PASSALACQUA RAGUSA: Thomas* 15 (4/6, 2/3), Mallo, Spreafico* 25 (1/3, 7/11), Di Fine, Chessari 3 (1/1 da 3), Milazzo NE, Jakubcova, Pastrello 3 (0/1, 0/1), Juskaite* 8 (2/5, 1/2), Miccoli* 9 (2/3, 1/1), Chidom* 24 (10/13, 0/1), Nikolic
Allenatore: Lardo L.
Tiri da 2: 19/32 – Tiri da 3: 12/21 – Tiri Liberi: 13/20 – Rimbalzi: 38 5+33 (Thomas 6) – Assist: 26 (Thomas 9) – Palle Recuperate: 6 (Chidom 2) – Palle Perse: 18 (Juskaite 6) – Cinque Falli: Juskaite
ALAMA SAN MARTINO DI LUPARI: D’Alie* 6 (2/8, 0/3), Guarise, Conte* 6 (0/3, 2/3), Turcinovic* 11 (3/8, 1/9), Soule* 17 (6/8, 1/3), Russo 2 (0/2 da 3), Arado, Diakhoumpa NE, Vente, Kostowicz* 18 (8/12, 0/2)
Allenatore: Piazza G.
Tiri da 2: 19/42 – Tiri da 3: 4/23 – Tiri Liberi: 10/14 – Rimbalzi: 31 10+21 (Kostowicz 10) – Assist: 15 (D’Alie 5) – Palle Recuperate: 7 (Conte 2) – Palle Perse: 13 (D’alie 4)

Michele Farinaccio, Ufficio stampa Passalacqua Ragusa