A1 – Ragusa espugna Brescia

0

RMB Brixia Basket – Passalacqua Ragusa 65 – 83 (18-22, 41-47, 52-68, 65-83)

RMB BRIXIA BASKET: Johnson* 23 (5/5, 4/8), Tomasoni, Zanardi* 12 (2/6, 2/8), Molnar* 6 (0/4, 2/4), De Cristofaro 1 (0/1, 0/3), Tempia, Pinardi 2 (1/1 da 2), Scarsi 6 (3/4, 0/1), Scalvini NE, Rainis, Valli* 11 (4/6, 1/6), Miller Mccray* 4 (2/8 da 2)
Allenatore: Zanardi S.
Tiri da 2: 17/36 – Tiri da 3: 9/35 – Tiri Liberi: 4/6 – Rimbalzi: 36 18+18 (Miller Mccray 10) – Assist: 15 (Zanardi 7) – Palle Recuperate: 13 (Johnson 2) – Palle Perse: 21 (Johnson 5)
PASSALACQUA RAGUSA: Mallo, Romeo* 14 (0/1, 3/7), Consolini 1 (0/2 da 2), Di Fine NE, Olodo NE, Dotto*, Hampton* 19 (3/9, 3/5), Vitola* 14 (5/9, 0/1), Attura 7 (1/4, 1/4), Ostarello 4 (2/3, 0/2), Anigwe* 24 (9/16 da 2)
Allenatore: Diamanti M.
Tiri da 2: 20/47 – Tiri da 3: 7/19 – Tiri Liberi: 22/25 – Rimbalzi: 48 21+27 (Anigwe 19) – Assist: 15 (Romeo 6) – Palle Recuperate: 11 (Hampton 4) – Palle Perse: 21 (Romeo 5)
Arbitri: Barbiero M., Lanciotti V., Di Marco R.

Seconda vittoria in altrettante partite di campionato per la Passalacqua Ragusa che chiude la lunghissima trasferta iniziata con la Supercoppa, con la vittoria a domicilio su Brescia restando a punteggio pieno in classifica dopo le prime due giornate, ed aspettando l’esordio casalingo di domenica prossima, quando Vitola e compagne troveranno la Reyer Venezia. Match sempre condotto dalle biancoverdi che hanno fatto valere la propria fisicità e la propria propensione al tiro e che hanno visto progressivamente aumentare sempre più il proprio vantaggio fino al punteggio finale di 65-83 (doppia doppia per Anigwe con 24 punti segnati e ben 19 rimbalzi catturati che porta meritatamente a casa il titolo di Mvp della contesa). Dopo avere chiuso con 6 punti di vantaggio la prima parte dell’incontro, un parziale di 21-11 nella penultima frazione rende di fatto accademia il quarto periodo di gioco in cui comunque entrambe le squadre continuano a correre e darsi battaglia. Finisce con la meritata vittoria di Ragusa. “Non credo sia stata una gara e una prestazione esaltante – commenta coach Mirco Diamanti – è un tour de force pesante perché questi 10 giorni interamente fuori non sono stati semplici a livello logistico, quindi c’è quindi grande stanchezza e ci sono state soprattutto nella prima parte della partita un po’ di distrazioni che hanno dato a loro la possibilità di rientrare sempre. La mia sensazione è stata che non eravamo così presenti come l’altro giorno, però in queste gare è importante vincere, la vittoria aggiusta sempre le cose, c’è stata qualche buona prestazione individuale, e certamente i due punti. Adesso c’è da ricaricare le batterie in vista di domenica”.

Uff.Stampa Virtus Eirene Ragusa