A1 – Roma batte di misura San Martino

0

Oxygen Roma Basket – Alama San Martino di Lupari 87-84 (23-21, 46-46, 70-65, 87-84)

Oxygen Roma Basket: Diop, Mbaye, Romeo 11, Dongue 25, Cupido 11, Natali 8, Bongiorno, Scarsi, Czukor 3, Sventoraite 7, Gilli 11, Kalu 11.
Coach: Vincenzo Di Meglio.

Alama San Martino di Lupari: D’Alie 20, Guarise, Conte 15, Turcinovic 23, Soule 5, Russo 8, Arado 4, Diakhoumpa, Vente 9, Kostowicz.
Coach: Giuseppe Piazza.

La Oxygen Roma Basket si regala una bellissima sorpresa dall’uovo di Pasqua battendo 87-84 al Palazzetto dello Sport l’Alama San Martino di Lupari. Dopo un inizio gara molto equilibrato, la Oxygen cerca l’allungo portandosi sul +10: Kalu in contropiede è praticamente perfetta e la gestione dubbia dei falli di San Martino aiutano la momentanea fuga capitolina. Le venete però reagiscono con D’Alie e Turcinovic chiudendo così la prima frazione sul -2. Le due squadre anche nel secondo quarto continuano a battagliare su ogni pallone dando vita ad una partita molto avvincente. Botta e riposta da ambo i lati: le giocate da grande playmaker di Cupido, le sportellate sotto canestro di Dongue e le fantastiche triple di Natali non bastano, si va all’intervallo sul punteggio di perfetta parità (46-46). Le padrone di casa, guidate da un’ispirata capitan Romeo, escono molto bene dagli spogliatoi e cercano di blindare il risultato con una performance impeccabile: Czukor, Dongue e Kalu mettono le giuste distanze (+15), ma la squadra di coach Piazza riesce in qualche modo a rimanere aggrappata alla partita chiudendo il terzo quarto sotto solamente di 5 punti (70-65). L’ultimo quarto rimane molto avvincente e il leitmotiv della gara rimane sempre lo stesso: la Oxygen che dà lo strappo (+10) e San Martino che non molla e si riporta sotto grazie alle triple di Conte e Russo. Gli ultimi tre minuti sono veramente al cardiopalma, i ripetuti errori dalla lunetta tengono in vita San Martino fino all’ultimo ma a trionfare è la Oxygen Roma Basket 87-84. Vittoria fondamentale per la squadra capitolina che continua la propria rincorsa ai playoff.

Coach Vincenzo Di Meglio: “Devo essere sincero, questa settimana c’era un po’ di tensione perché finalmente dopo due mesi eravamo al completo. Oggi i rientri di Czukor, che ci aveva già aiutato anche nell’ultima gara contro Sanga, e di Caterina Gilli ci hanno dato una grande mano. Oggi nel primo tempo dovevamo difendere meglio, poi ci siamo ripresi negli ultimi due quarti. In attacco forse abbiamo commesso qualche ingenuità nei momenti chiave. Per me era importante vincere questa partita, adesso siamo ancora in bilico in classifica tra un posto ai playout, un post season nullo e un posto ai playoff. Adesso le prossime due saranno importantissime, sicuramente vogliamo evitare i playout. Ci giochiamo le nostre chance fino alla fine. Vittoria di personalità? Se penso alle prime partite del campionato dove eravamo veramente morbidi, adesso abbiamo fatto un passo in avanti sotto questo punto di vista. San Martino è una squadra molto temibile da tre punti. Oggi abbiamo sofferto un po’ troppo a rimbalzo, loro ne hanno presi 20. Ma posso essere contento per l’attitudine della squadra”.

Caterina Gilli: “Oggi la differenza l’ha fatta la voglia di vincere. Ci volevamo anche riscattare dopo alcune partite in cui non c’erano riuscite determinate cose. Abbiamo trovato la forza e la voglia di far vedere a tutti che noi per i playoff ci siamo ancora. Adesso dobbiamo vincere le prossime partite per raggiungere questo obiettivo. Oggi abbiamo avuto due momenti in cui siamo riuscite ad andare avanti nel punteggio però poi ci hanno recuperato. Siamo riuscite a chiuderci bene in difesa limitando le loro tiratrici e a giocare la nostra pallacanestro specialmente in contropiede”.

Edoardo Bandini
Ufficio Stampa
OBG Roma ssd a r.l.