A1- Ruzickova + Melchiori, Reyer a valanga su Trieste

0

Calligaris Trieste – Umana Reyer Venezia 54 – 91 (PARZIALI 20-28;28-49;42-74 )
Calligaris Trieste: Nicolodi 8, Trimboli 4, Vida 23, Cosby 14, Miccoli M., Bianco, Cerigioni n.e., Miccoli C. 5, Gombac, Romano.
Umana Reyer Venezia: Melchiori 17, Carangelo 8, Bagnara 12, Sandri 4, Dotto 10, Formica 6, Ruzickova 20, Mc Callum 4, Mandache 8, Penna 2
Totali di squadra:
Calligaris Trieste: tiri da 2 17/37, tiri da 3 5/25, t.l. 5/7, rimb. dif. 22, rimb. off. 6, p.p. 19, p.r. 16, Assist 7
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 30/47, tiri da 3 8/21, t.l. 7/9 rimb. dif. 35, rimb. off. 9, p.p. 16, p.r. 19, Assist15
L’Umana Reyer si aggiudica con ampio margine il derby con Trieste dopo una gara che, di fatto, è durata solo un quarto, stante anche le importanti defezioni nelle fila alabardate che per la terza partita di seguito non hanno potuto contare su Harry e per Borroni la stagione potrebbe essere finita.
L’inizio delle lagunari è al fulmicotone con Dotto autrice di 4 punti consecutivi. Il canestro di Ruzickova firma lo 0-6 a – 8,50. Capitan Vida accorcia dai 6,75 ma Bagnara replica dalla stessa distanza (3-9 a – 7,26). Il time out di Trieste scuote le ragazze di casa che in un battito di ciglia si riportano sotto (8-10 a – 7,00), con i punti messi a segno da Nicolodi e Cosby. Botta e risposta tra la “solita” Cosby e Dotto, poi l’assist di Bagnara per il centro slovacco porta il punteggio sul 12-17 a -4,40.
La Calligaris fa sentire il suo fiato sul collo delle veneziane e si porta a tre punti con la play Usa ma Ruzickova perfora due volte la retina avversaria e l’Umana Reyer allunga nuovamente (14-21 a -2,53). Vida conferma di essere l’anima della sua squadra e Cosby non le è da meno. Entrambe colpiscono da fuori alimentando le speranze dei propri colori, spinte a gran voce dal caloroso pubblico di fede giuliana (20-23 a -1,30). Bagnara, particolarmente ispirata in attacco, risponde dai 6,75 ed il quarto si chiude sul 20 a 28.
Inizia bene la seconda frazione per le veneziane con Melchiori a segno in uno contro uno e Ruzickova che detta legge sotto i tabelloni. La Reyer allunga ancora con Carangelo e Cosby riesce solo a limitare i danni (22-37 a – 6,30). Formica in gancio frena la replica alabardata (24-39 a -4,06). Per l’ennesima volta Anna Vida si carica di responsabilità andando a canestro ripetutamente. L’aggancio però è lontano visto che Formica e Melchiori stroncano sul nascere la rimonta delle avversarie (28-47 a -1,23). Mc Callum trova i suoi primi punti della gara e le formazioni rientrano negli spogliatoi con il tabellone fermo sul 28-49. Trieste inizia bene il terzo periodo con un parziale a proprio favore di 6 a 0 che riduce sensibilmente il divario (34-49 a -8,10). La risposta oro granata non si fa attendere con Bagnara, Penna e Ruzickova anche se Vida non sembra disposta a mollare e continua a far male in attacco. Le lagunari però giocano a memoria e Ruzickova si conferma buon terminale offensivo per le compagne.
Un canestro “fortunoso” di Melchiori dalla lunga ed un altro “pulitissimo” dalla stessa distanza consentono all’Umana di dilatare lo scarto a proprio favore (38-64 a – 4,01). Nicolodi si mette in luce con 2 canestri di buona fattura ma Mandache non fa sconti a nessuno e da oltre l’arco è implacabile. La panchina lunga di Venezia fa la differenza e coach Liberalotto dosa il minutaggio di tutte le sue ragazze con la terza frazione che si chiude sul punteggio di 42 a 74. Gli ultimi 10 minuti aggiungono ben poco e la terza bomba di Melchiori stronca definitivamente la Calligaris nonostante le “mule” continuino a lottare esprimendo grande carattere. Vida combatte da par suo evitando una punizione ancor più pesante mentre sul fronte veneziano, si evita di disperdere energie inutili visti i prossimi impegnativi appuntamenti.
Le lagunari si aggiudicano il match e, stante i risultati provenienti dagli altri campi, mantengono il terzo posto in classifica appaiate alla sola Umbertide. Dopo l’impegno di coppa contro Zagabria, anch’essa a punteggio pieno nel torneo, le veneziane torneranno sul parquet amico per sfidare la capolista Ragusa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here