A1 – Sassari, coach Restivo presenta la sfida contro il Geas

Le parole di coach Restivo.

di La Redazione

La Dinamo Femminile ha messo nel mirino il prossimo impegno: domani Cinzia Arioli e compagne raggiungeranno la Lombardia dove sabato, palla a due alle 20:30, affronteranno Sesto San Giovanni nel match valido per la 5° giornata di campionato.

Dopo la super rimonta in casa di sabato scorso, con la corsa dal -22 alla parità, contro la Virtus Bologna e la vittoria sfiorata in casa, coach Antonello Restivo analizza il momento: “Dopo la partita con Bologna abbiamo lavorato cercando di limare quei dettagli soprattutto mentali che ci sono mancati sabato, approcciamo ancora alle partite in maniera un po’ timorosa, ce lo trasciniamo poi nel corso della sfida e non ci consente di raggiungere un determinato ritmo, andiamo subito in down se facciamo errori. Questo non deve assolutamente succedere, perché come abbiamo visto anche a San Martino e Ragusa abbiamo la capacità per riaprire le partite quindi dobbiamo restare sul pezzo. Stiamo lavorando su questa continuità mentale che vogliamo fare nostra”.

“Sfide come quella di sabato sono fondamentali per la nostra crescita _prosegue il tecnico isolano_ non tanto del gioco quanto mentale: quando incontreremo squadre fisiche, profonde e attrezzate come Schio e Venezia sarà importante essere reattive, e questo genere di partite sono fondamentali anche in vista degli scontri diretti per la salvezza, con quelle squadre che rispetto alle big possono essere alla nostra altezza. Dobbiamo imparare che, anche se magari andiamo sotto, abbiamo la capacità in qualsiasi momento di rientrare in partita e giocarcela con energia e grinta. Proprio come è successo sabato con Bologna che abbiamo piazzato un break importante per rientrare: questa è la lezione che dobbiamo portarci dietro quando arriveranno le sfide del nostro campionato”.

La squadra nel mentre cresce partita dopo partita: “La situazione al momento è buona, stiamo crescendo a livello fisico e nel dialogo tra le giocatrici, la consapevolezza di questi step ci permette di lavorare in serenità. Sappiamo di dover focalizzare gli obiettivi soprattutto difensivi ma anche offensivi, acquisendo sempre maggiore fiducia in alcune situazioni sapendo che ci sono dei momenti in cui ci dobbiamo affidare a determinati tipi di giocatrici. Ovviamente ci vuole del tempo per affinare le capacità di lettura e aumentare la fiducia”.

Sesto San Giovanni è un’avversaria ostica che, dopo il primo passo falso con la Reyer, ha inanellato una striscia di tre vittorie: “è una squadra tosta che da tanti anni gioca con continuità con Cinzia Zanotti in panchina _spiega Restivo_: hanno un tipo di gioco molto aggressivo che si serve spesso della transizione, cercano situazioni di pick and roll spesso per trovare aiuti forti, riempiono l’area. È un tipo di squadra che gioca a ondate. Lo scorso anno non erano completi in tutti i reparti, avevano lunghe italiane con Ercoli che partiva titolare mentre quest’anno hanno parte dalla panchina, sicuramente hanno alzato la fisicità con l’innesto di Graves e questo gli dà profondità in attacco. Noi dovremo cercare di essere aggressivi dall’inizio, è una squadra che gioca moltissimo in postbasso sia con le guardie sia con i lunghi, dovremo essere bravi a giocare la nostra pallacanestro dettando il nostro ritmo, senza permettergli di imporre il loro. Giocando in casa cercheranno di impostare la partita sui ritmi alti e noi dobbiamo essere bravi a non concederglielo”.

Dopo quattro giornate di campionato il bilancio per coach Restivo è positivo: “Mi aspettavo questo tipo di inizio, alla fine sempre di più la classifica si spezzerò in tre tronconi. Vedo cose tutte positive, prima fra tutti la serenità nell’affrontare la settimana di allenamenti anche dopo una sconfitta: sono cose che alla lunga saranno utili. Il nostro obiettivo è consolidare un determinata condizione mentale, ci saranno le partite con le big del campionato in cui sarà fondamentale restare aggrappati e provare a rimanere lì. L’esempio lo abbiamo visto sabato: dal punto di vista mentale siamo stati bravi a non avere alcun cedimento, questo approccio sarà fondamentale per giocarci la salvezza”.

Sassari, 22 ottobre 2020

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy