A1 – Sassari corsara a San Giovanni Valdarno nel recupero del secondo turno

0
Foto Daniele Mealli

Nel recupero della 2^ giornata le Women violano il parquet di San Giovanni Valdarno e volano al 3° posto in classifica conquistando la terza vittoria in quattro partite. La Dinamo vola a +20 nel primo tempo poi subisce la rimonta delle toscane, le giocate di Joyner Holmes regalano il successo a Sassari che chiude 75-59. Per la lunga americana 22 punti con 11 rimbalzi e 4/6 da 3 punti. 18 punti e 6 rimbalzi per Gustavsson, 17 punti e 9 rimbalzi per Carangelo.

PREVIEW

Dopo la prima sconfitta stagionale nel match contro Venezia, le Women tornano in campo per il recupero della 2^ giornata, posticipato a causa della concomitanza con il qualification round di Eurocup. Le ragazze di Restivo (con fuori ancora Makurat per il problema alla caviglia), cercano l’immediato riscatto con la neopromossa San Giovanni Valdarno, reduce dal ko casalingo contro Faenza e ancora a quota zero vittorie. Sassari in caso di successo balzerebbe al 3° posto a pari merito della graduatoria.

APPROCCIO BLOCCATO

1° quarto caratterizzato da percentuali basse e tante perse da ambo i lati, la difesa di Thomas produce il primo mini-allungo della Dinamo (3-6) dopo la bomba di Garrick in avvio. Le toscane non segnano per oltre 7 minuti, la squadra di Restivo prova ad allungare con Ciavarella (3-10). Coach Matassini usa la zona match-up per mischiare le carte, parte a zona per poi mettersi a uomo, il Banco non sembra scomporsi a continua a guidare la contesa, al 10’ Sassari è in vantaggio 15-9

Ciavarella 7 punti con 2/3 dal campo

BREAK DINAMO

San Giovanni fa una grandissima fatica a fare canestro, Tassinari non incide come Garrick, Gustavsson capitalizza in contropiede e Toffolo è pronta sugli scarichi, Matassini deve fermare il match con la Dinamo che vola (9-21). Non c’è partita perché Restivo trova protagoniste diverse, prima Holmes, poi Thomas e Carangelo, la tripla dell’ex Venezia dà il massimo vantaggio a Sassari (11-28 al 15’) con le toscane che segnano solo 2 punti con un parziale di 2-13 per il Banco. Missanelli prova a suonare la carica per San Giovanni Valdarno, ma due triple di Holmes scavano un solco pesante (14-34 al 17’). La Dinamo smette un po’ di giocare e forza qualche conclusione contro la zona, San Giovanni rialza la testa con Whited e Tassinari, in tre minuti il Banco subisce più punti che nei primi quindici, Sassari va al riposo lungo sul 39-28 dopo essere stata avanti anche di 20 punti.

Gustavsson e Holmes 10 punti, 28% dal campo per le toscane contro il 45% della Dinamo

MOMENTO CHIAVE

San Giovanni prova il massimo sforzo per cercare di rientrare in partita, un paio di perse sanguinose di Holmes costano care, le padrone di casa ritornano a -8 (38-46), ma una bomba di Ciavarella e un contropiede di Carangelo riportano la Dinamo sul +13 (38-51 al 25’). La squadra di Matassini però ci crede e non demorde, sbagliando due volte il tiro del -5 con Garrick, Sassari sembra perdere lucidità contro la zona match-up e non ha la stessa fluidità e incisività del primo tempo. La vita si complica, rottura prolungata del Banco in attacco, Whited esalta le toscane che arrivano a -4 (47-51), Restivo è costretto a chiamare time out per fermare il momento negativo. Dopo un terzo quarto negativo la Holmes segna il tap-in più importante del match dopo che Bove si era mangiata il canestro del -2. (47-54 al 30’)

LE GIOCATE DI JOYNER

Le grandi giocatrici possono essere anche silenti per 25’ o giocare ampiamente sotto le par, ma poi sono in grado di fare la differenza nel momento decisivo. Joyner Holmes realizza tripla e tiro libero e a cavallo tra fine terzo quarto e inizio di ultima frazione firma il break della Dinamo (48-58 al 33’). Mossa interessante di Restivo che mette la Gustavsson da 3 con Toffolo da 4 e Holmes da 5, alzando il quintetto contro la zona e sfruttando le buone mani della svedese in punta. Sembra finita, invece San Giovanni piazza un break di 6-0 e si riporta a contatto (54-60 al 36’) con Holmes e Carangelo gravate di 4 falli. La lunga americana però infila un’altra tripla fondamentale (22 punti 11 rimbalzi con 4/6 da 3 punti) che ricaccia indietro le toscane. La Dinamo soffre ma resiste e chiude con un parziale di 15-5 sul 75-59, conquistando la 3^ vittoria in 4 partite in campionato e volando al 3° posto in classifica.

San Giovanni Valdarno: Varga 3, Trasi 1, Schwienbacher 6, Tassinari 13, Lazzaro, Milani, Missanelli 11, Bove, Garrick 11, Whitted 14, Atanasovska. All.Matassini

Dinamo BDS: Carangelo 17 (3/7 2p 2/7 3p 9 rbs 4 ass), Thomas 4 (1/2 0/1 5 ass), Ciavarella 12 (1/3 2/3), Gustavsson 18 (8/14 2p 6 rbs), Holmes 22 (3/11 4/6 12 rbs), Mazza, Cerri, Toffolo 3 (0/1 1/1), Arioli, Makurat. All.Restivo

Dinamo che tira con 9/18 da 3 punti, 12 recuperi con 17 assist e quasi il 50% dal campo

Classifica dopo 4 giornate: Schio, Venezia 8 punti, Virtus Bologna, Sesto San Giovanni, Dinamo Sassari 6 punti, San Martino di Lupari, Campobasso, Moncalieri, Ragusa, Faenza 4 punti, Lucca 2, San Giovanni Valdarno, Crema, Brixia Brescia 0 punti.

Sassari, 18 ottobre 2022

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna